Napoli – Bruges 5-0: Manita azzurra nel segno degli esterni. Mertens e Callejon, una doppietta a testa

Vittoria senza storia degli azzurri che partono con il piede giusto nell’esordio europeo. La prima di Sarri in Europa non poteva essere migliore con una “manita”. Ora bisognerà trovare la stessa intensità in campionato.

Vince e convince il Napoli e oltre ai cinque gol, fa storia il fatto che finalmente per la prima volta in stagione non si è subito gol. Sarri mette in campo, contro il suo credo tattico, un 4-3-3 a specchio dello schieramento belga, schema che il tecnico azzurro aveva sempre considerato come poco equilibrato. Ed invece le caratteristiche di questa squadra e di molti dei suoi giocatori si sposano perfettamente con questo schieramento. Jorginho e Koulibaly per Valdifiori e Chiriches nello schieramento iniziale e proprio i due saranno la sorpresa della serata con una prestazione da incorniciare.

Mezz’ora d’autore – Il Napoli parte subito in quarta e nei primi 25′ minuti chiude la gara. Dopo 5′ subito in gol Josè Maria Callejon che si sblocca in questa stagione e lo fa con un tiro cross dalla destra che Bolat battezza male. Poi inizia lo show di Dries Mertens che come lo scorso anno all’esordio in Europa firma una doppietta in soli 5′. Il primo gol al 19′ con un taglio dalla sinistra a raccogliere il prefetto cross da destra di Callejon, questa sera ispisratissimo nel ruolo di ala che più gli è congeniale. Poi al 24′ l’attaccante belga annichilisce i connazionali siglando la sua doppietta con una girata al volo su assist di Jorginho che su calcio piazzato mette in pratica uno degli schemi di mister Sarri. Il Bruges non c’è e Higuain prova a farsi vedere anche lui in un paio di occasioni ma la serata oggi è una ribalta per gli esterni e non per le prime punte.

Passerella azzurra – La ripresa è ancora tutta dipinta di azzurro. Hamsik firma il poker con una incursione centrale come ai vecchi tempi a raccogliere un assist dell’ispiratissimo Mertens. La complicità di Bolat anche in questa occasione è evidente ma il Napoli stasera ha davvero una marcia in più. Dopo pochi minuti Hamsik lascia il posto ad Allan e sarà proprio lui a confezionare l’assist per la “manita” azzurra che non poteva che avere la firma dello spagnolo Callejon, tornato a fare la differenza come ai vecchi tempi. Higuain le prova tutte per trovare anche lui il gol ma purtroppo il palo gli nega la gioia. Finisce cinque a zero e la notizia è che i pochi intimi del San Paolo si sono divertiti e forse chi oggi è rimasto fuori avrà qualcosa di che rammaricarsi. Ora avanti così in campionato e con la Lazio ci vorrà la stessa cattiveria.

 

NAPOLI: Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; David López, Jorginho, Hamsik (61′ Allan); Callejon, Higuain (70′ Gabbiadini), Mertens (74′ Insigne) Panchina: Gabriel, Maggio, Chiriches, Valdifiori. All. Sarri

BRUGES: Bolat; Meunier; Duarte, Mechele, De Bock; Vazquez (69′ De Fauw), Simons, Vormer; Leandro Pereira, Diaby (60′ Claudemir), Bolingolo-Mbombo (46′ Izquierdo)   Panchina: Bruzzese, Cools, Vanaken, Vossen. All. Preud’Homme

Arbitro: Istvan Vad (HUN);  Assistenti: Istvan Albert (HUN) Peter Berettyán (HUN); quarto uomo: Zsolt Varga (HUN); Addizionali: Sandor Szabo (HUN), Jozsef Erdos (HUN)

Marcatori: 5′ e 76′ Callejon, 19′ e 25′ Mertens, 53′ Hamsik

Ammoniti: 90′ Simons

Note: Recupero 0′ pt, 2′ st

A proposito dell'autore

Antonio Lembo

Laureato in Ingegneria Elettronica nel 1999 e Giornalista Pubblicista dal 1996 grazie all'esperienza formativa in Rotopress.

Post correlati

Translate »