NAPOLI BELLO E VINCENTE: ABBATTUTO IL BARI

NAPOLI BELLO E VINCENTE: ABBATTUTO IL BARI src=

Napoli (3-4-3): De Sanctis; Campagnaro (27'st Bogliacino), Cannavaro, Grava; Maggio, Gargano (23'st Cigarini), Pazienza  (10'st Lavezzi), Aronica; Hamsik, Denis, Quagliarella. A disposizione: Gianello, Rullo, Zuniga, Hoffer. All. Mazzarri

Bari (4-4-2): Gillet; A.Masiello, Ranocchia, Bonucci, Parisi; Alvarez, Donati, Almiron, Koman  (40'st Antonelli); Barreto (23'st Stellini), Meggiorini (30'st Kamata). A disposizione: Padelli, De Vezze, Allegretti, Greco. All.Ventura

Arbitro: Romeo (Alessandroni-D'Agostini)

Reti: 48' Barreto, 54' e 89' Quagliarella, 63' Ranocchia, 72'Maggio.

Ammoniti: Grava, Quagliarella

Espulsi: Parisi, Ranocchia

Recupero: 2'pt; 5' st

Il Napoli, nel giorno dei 50 anni del San Paolo, sfida un Bari in grande forma per cercare una vittoria dopo tre pareggi consecutivi. Problemi di formazione per mister Mazzarri che deve fare a meno del duo Rinaudo-Contini, assenti per squalifica, e dal primo minuto di Lavezzi, ancora alle prese con fastidi muscolari. In attacco spazio a Quagliarella-Denis, mentre in difesa torna Grava schierato sul centro-sinistra. De Sanctis in porta stringe i denti nonostante una distorsione alla caviglia accusata nell’allenamento di venerdì. Ventura invece recupera in extremis al centro della difesa Ranocchia che aveva accusato problemi fisici in settimana. 

Primo tempo. Il Napoli parte bene e cerca di schiacciare il Bari nella propria metà campo. Al 5’ Hamsik scappa via sulla fascia sinistra mette in mezzo e Ranocchia salva in scivolata in piena area rifugiandosi in angolo. Si fa sentire il pubblico del San Paolo che spinge la squadra partenopea. 8’: il Bari si fa vedere per la prima volta con  Koman che ci prova da fuori area, nessun problema per De Sanctis. Al 13’ grande palla gol per il Napoli con Quagliarella che stoppa in piena area, si gira e tira sul palo lontano: palla a lato di poco. Napoli che preme e al 15’ grande lancio di Gargano che pesca Maggio in area di rigore che da solo si divora il gol schiacciando debolmente di destro: Gillet blocca facile. Napoli che manovra molto bene la palla e cerca di sfondare sulla fascia destra dove Parisi, già ammonito, fa molta fatica a chiudere su Hamsik e Maggio. 22’: tiro debole di Quagliarella dai 30 metri facilmente parato da Gillet. Minuto 35: grande pericolo per il Napoli con Alvarez che recupera la palla su Aronica al limite dell’area di rigore, mette in mezzo per Barreto e Campagnaro interviene mettendola in angolo. Squadre spezzate e un po’ lunghe, grande ritmo in campo. Quagliarella ci riprova al 36’ dai 30 metri, Gillet si allunga e blocca. Ancora Quagliarella al 40’ la tocca di testa su punizione defilata di Gargano, palla alta di molto: applausi del San Paolo. Minuto 42: Hamsik recupera al limite dell’area su Bonucci la mette dietro per Quagliarella che da solo colpisce Ranocchia posizionato sulla linea di porta, con Gillet battuto. Napoli che non riesce a sbloccare, nonostante l’occasione clamorosa! Due minuti di recupero, ma non succede più nulla. Squadre a riposo: grandi applausi dagli spalti, ma punteggio ancorato sullo 0-0.

Secondo tempo. Nessuna sostituzione per le due squadre. Si ricomincia con i riflettori accesi. Si alza per il riscaldamento il Pocho Lavezzi: boato del San Paolo. Terzo minuto: GOL del Bari con Barreto. Lancio di Bonucci di 50 metri, aggancio dell’attaccante barese al limite dell’aria e pallonetto che beffa De Sanctis in uscita. Bari in vantaggio al primo tiro in porta. Napoli che riparte con grinta. Alvarez al 7’ calcia debole verso la porta di De Sanctis che blocca facilmente. Minuto 9’: GOL DEL NAPOLI. Finalmente QUAGLIARELLA. Cross di Gargano, stacco dell’attaccante di Castellammare che la mette sul palo lontano. Gillet non può nulla, Fabio non esulta. Mazzarri ci prova: fuori Pazienza dentro Lavezzi. Hamsik scala sulla linea dei centrocampisti. Appena entrato il Pocho serve Quagliarella che si gira e tira: esterno della rete. Partita bellissima, il pubblico torna a spingere forte gli azzurri. Ancora Lavezzi al 13’, tiro alto di molto. Minuto 17’ GOL del Bari: grande azione di Alvarez che sulla destra si beve Gargano in velocità, mette in mezzo per Barreto che vede il suo tiro respinto sulla linea da Grava e De Sanctis e sulla ribattuta è Ranocchia a segnare l’1-2. Di nuovo il Napoli in svantaggio immeritatamente. Al 20’ Parisi trattiene Maggio, era già ammonito e viene espulso. Bari in 10. Grande partita al San Paolo. Giro di cambi: fuori Barreto e Gargano  e dentro Stellini e Cigarini. Napoli che preme, ma il Bari si chiude bene. Minuto 27’: GOL DEL NAPOLI! Maggio riporta in parità la partita. Grande azione di Quagliarella sulla fascia che crossa per Maggio che di testa la mette sul palo lungo. Mazzarri gioca il tutto per tutto: dentro Bogliacino fuori Campagnaro con Maggio che scala sulla linea di difesa. Napoli molto offensivo con un uomo in più. Partita meravigliosa con il Napoli che preme. Al 29’ grande occasione per Maggio che da solo contro il portiere calcia fuori su spizzata di Denis. Napoli sprecone. Ci prova ancora Quagliarella al 37’, ma palla alta di molto. Entra Antonelli per Koman, quasi sempre preso di infilata da Lavezzi e Maggio. Minuto 42’: Hamsik stoppa e tira dal limite dell’area, palla a lato di niente. Marekiaro si dispera tra gli applausi del San Paolo. Al 43’ GOL DEL NAPOLI!!!! Ancora Quagliarella su assist di Lavezzi, beffa Gillet in uscita sul palo lungo. Esplode il San Paolo all’89 minuto: Napoli in vantaggio. Quagliarella finalmente festeggia, ma chiede il cambio. Problemi fisici per lui. Sono cinque i minuti di recupero. Il San Paolo canta! Espulso Ranocchia per un intervento durissimo su Lavezzi. Bari che chiude in 9 contro 11. Non succede più nulla. Ottavo risultato utile consecutivo. Napoli che vince, giocando alla grande. Il San Paolo in festa, Napoli a quota 23 punti in campionato.

A proposito dell'autore

Post correlati

Translate »