NAPOLI BASKET: PRIME PARTITE, PRIMI PROBLEMI

Senza i quattro nuovi stranieri, Greer, Stefansson, Sesay e Larranga, gli azzurri hanno effettuato la prima uscita ufficiale sul parquet di Campobasso nel "Memorial Sabetta", affrontando prima una delle grandi favorite del torneo, la Lottomatica Roma, e successivamente nella finalina per il terzo posto l’ Air Avellino. Contro i capitolini non c’è stata storia : senza il quintetto base, Piero Bucchi si è limitato a provare e riprovare schemi ancora non del tutto assimilati, cedendo alla fine per 86 -63. Le condizioni climatiche in cui si è giocato hanno fatto il resto: il gran caldo ha creato una condensa tale da rendere assai scivoloso il parquet, tanto che addirittura l’ incontro con Avellino è stato sospeso a metà del secondo quarto in modo definitivo, dopo che anche il match con Roma era stato sospeso più volte per lo stesso motivo. Sabato e Domenica prossimi a Scafati, in occasione del " Memorial Mangano " si dovrebbe vedere all’ opera una squadra più completa, visto l’ arrivo in settimana di Lynn Greer e Jon Stefansson, reduci dalle qualificazioni pre – mondiali con le loro Nazionale, anche se difficilmente si vedranno in campo per più di qualche minuto. Da sottolineare le splendide prestazioni di Greer, che, partito come rincalzo di Edney, ha saputo pian piano conquistarsi il suo spazio, risultando decisivo per la qualificazione degli Usa ai prossimi mondiali, ad un certo punto fortemente in discussione. Per Sesay ( alle prese con la presentazione della documentazione necessaria per il suo tesseramento ), e per Larranga impegnato ancora nelle qualificazioni con l’ Irlanda, ci sarà probabilmente da attendere ancora qualche giorno. Vige comunque un clima di grande attesa attorno al roster allestito dal trio Maione – Betti – Bucchi : già sono state sottoscritte 650 tessere, e ci sono fondate speranze di battere il tetto dei 2000 abbonati stabilito per il 2004 -’05. La maggior parte dei tecnici ( compreso l’ ex Caja ), vede gli azzurri immediatamente a ridosso delle 5 grandi, Siena, Roma, Treviso, Bologna e Milano, con la concreta possibilità di puntare a qualche cosa in più. Anche Mario Maione nota un certo entusiasmo attorno alla sua creatura : " Mi sembra che la difesa abbia limato evidenti lacune emerse nelle stagioni precedenti, nel complesso vedo una squadra soprattutto più equilibrata, con meno fronzoli. Vedrete che ci leveremo più di qualche soddisfazione ". Nel complesso l’ unica nota stonata viene dalla perdurante indisponibilità del PalaBarbuto, i cui lavori di rifacimento del parquet hanno incontrato qualche imprevista difficoltà, causa la scoperta di una pendenza. Attualmente Morena e c. si allenano presso l’ Accademia Aeronautica Militare di Pozzuoli, ma è indubbio che queste variabili di carattere logistico ritardano l’ amalgama di una squadra profondamente rinnovata come la Carpisa.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »