NAPOLI-ASCOLI 1-0

NAPOLI-ASCOLI 1-0 src=

Napoli (4-3-1-2): 1 Iezzo; 2 Grava, 28 Cannavaro, 26 Domizzi, 19 Savini; 4 Montervino (dall’80’Pià), 18 Bogliacino, 24 Dalla Bona;17 Capparella(dal 60’Trotta); 11 Calaiò, 29 Bucchi(dal 65’Sosa). All. Reja

Panchina: 22 Gianello, 23 Giubilato, 6 Maldonado, 21 Amodio.

Ascoli (4-4-2):1 Pagliuca;31 Foglio, 4 Pecorari, 6 Cudini, 3 Lukovic(dal 80’Nastase); 16 Giampà (dal 68’Pecchia), 17 Guberti(dal 60’Job), 27 Zanetti, 8 Fini; 21 Boudianski, 11 Bjelanovic. All. Tesser

Panchina: 19 Boccolini, 5 Minieri, 20 Perulli, Galloppa.

Rete: Pià al 1’ del 1 ts.

Arbitro: Rocchi di Firenze (Giordano-Lanciano. Quarto uomo: Mannella)

NOTE: Spettatori: 30.000 circa. Angoli: 1-7.. Ammoniti: Fini (A), Savini (N), Zanetti (A), Domizzi (N), Grava (N), Trotta (N), Pià (N). Recupero: 0 e 4.Nei tempi supplementari: 1 e 1.

Napoli– Con un gol del brasiliano Pià, ex giocatore anche dell’Ascoli, dopo pochi secondi dall’inizio dei supplementari, il Napoli si qualifica al 3° turno della competizione tricolore dove incontrerà la Juventus vincente su campo del Cesena con un gol di Del Piero.

Reja dopo la notizia dell’indisponibilità di De Zerbi non stravolge i piani tattici e inserisce al posto del centrocampista bresciano, Marco Capparella. Subito un occasione per parte con Calaiò che ci prova al 13’ ma la retroguardia marchigiana respinge e al 18’ Bjelanovic colpisce di testa ma con poca forza. Gli ultimi 15 minuti della prima frazione sono di marca napoletana, Calaiò ci prova ben tre volte ma Pagliuca lo ipnotizza, nel finale conclusione anche per Bucchi ma non inquadra lo specchio della porta.

Termina così la prima frazione di gioco tra gli applausi dei 30.000 del San Paolo.

Nella ripresa mister Reja cambia le carte, inserisce Trotta al posto di Capparella e tenta il 4-4-2 schema vincente dello scorso campionato, ma non arrivano i frutti sperati quindi sostituisce Bucchi con Sosa e Montervino con Pià e tenta di scardinare la difesa ascolana con il tridente. I ritmi calano e l’unico a crederci nel finale è Pagliuca che all’ultimo calcio d’angolo abbandona la porta e va a saltare in area napoletana tra i fischi del pubblico. Terminano i 90 minuti sul risultato di 0-0 e si va ai supplementari.

Nemmeno il tempo di riorganizzarsi che Pià dopo pochi secondi anticipa Pagliuca e deposita in rete, nei minuti restanti due occasioni per l’Ascoli con Boudianski e Job, ma Iezzo e attento e sventa le minacce.

Termina la gara tra la gioia dei napoletani, domenica sera c’è la Juve

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »