NAPOLI – ACIREALE 1-0

NAPOLI – ACIREALE 1-0

NAPOLI (4-4-2): Iezzo; Grava, Romito, Maldonado, Montervino; Capparella (25′ st Lacrimini), Amodio, Fontana (45′ st Gatti), Bogliacino; Sosa, Calaiò (35′ st Pià). A disp.: Gianello, Nigro, Grieco, De Palma. All.: Reja

ACIREALE (4-4-2): Cordaz; Nossa, Di Dio (27′ st Orefice), Farina, Facci; D’Alessandro, Vitiello (7′ st Merito), Coppola, Biava; Giglio, Alfageme (1′ st Miftah). A disp.: Furlan, Quintoni, Cocuzza, Mancino. All.: Ugolotti

ARBITRO: Zanzi di Lugo di Romagna

Assistenti: Signorile e Velardo

MARCATORe: 33′ pt Sosa

NOTE: spettatori 30.000 circa. Ammoniti Facci, Amodio e Fontana. Angoli 5-4 per il Napoli. Recupero 1′ pt, 4′ st.

NAPOLI – Altri tre passi verso la B. Napoli cinico, lascia giocare l’Acireale per mezz’ora e poi si ricorda di essere la capolista chiudendo la partita con Sosa. Non delude l’Acireale, anzi. La squadra di Ugolotti è stata ottimamente messa in campo e nelle battute iniziali ha sfiorato il vantaggio in almeno tre occasioni utilizzando un pressing alto ed un ottimo possesso palla. Iezzo è stato decisivo proprio in quella fase di gioco, per il resto ha fatto poco. Che fosse una partita difficile, contro una squadra rognosa, era nelle aspettative. Forse è per questo che Reja ha preferito schierare Montervino in posizione di terzino sinistro, tenendo in campo Amodio in cabina di regia. La scelta non è stata sbagliata, ma nonostante tutto l’Acireale ha messo i brividi agli azzurri. Ugolotti non aveva mezzo centrocampo, ma Giglio c’era. L’attaccante, in procinto di passare al Frosinone, ha scaldato le mani all’estremo difensore azzurro già alla prima azione della partita, ripetendosi poco dopo il quarto d’ora quando ancora una volta il portiere di Castellammare di Stabia è stato decisivo. Nel mezzo delle azioni acesi, il Napoli si è fatto vivo dalle parti di Cordaz con Calaiò in due occasioni. Per l’attaccante palermitano è stato un compleanno non proprio felice: nel secondo tempo è stato sostituito per la quattordicesima volta in diciassette partite. Pareggiate le occasioni-gol, il Napoli è passato in vantaggio. Poco dopo la mezz’ora, Bogliacino ha crossato in area per Sosa, che con un rasoterra ha gonfiato la rete. Nella ripresa la musica non è cambiata, ed è stato un continuo crescendo del Napoli che però ha sbagliato tanto. Prima della metà del tempo, gli azzurri hanno fallito almeno un paio di facili occasioni gol. La prima è stata propiziata da Capparella, abile a lanciare Fontana che in area non è riuscito a superare Cordaz. La seconda è stata innescata da Montervino, che ha cambiato il gioco per Capparella il cui destro, in area, è stato respinto da Cordaz. E’ poi arrivato il momento di Lacrimini, con Reja che ha fatto esordire l’ex laterale della Sangiovannese spostando Montervino lungo l’out destro. Ugolotti ha provato a scoprirsi ulteriormente, ma i cambi dall’una e dall’altra parte non hanno fermato il Napoli, con Sosa che alla mezz’ora ha fallito una facile palla gol a tu per tu con Cordaz. L’ultima fiammata è stata dell’Acireale, arrivata su capovolgimento di fronte di quella stessa azione: D’Alessandro, dal limite dell’area, ha fatto partire un tiro che ha colpito la parte alta della traversa. Poi più nulla, se non l’annuncio del direttore generale Pierpaolo Marino che nelle prossime ore ufficializzerà un nuovo acquisto.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »