MISSIONE IMPOSSIBILE

MISSIONE IMPOSSIBILE src=

Dopo l’importante vittoria di domenica contro Teramo, la Eldo Napoli è attesa dai campioni d’Italia di Siena. La Montepaschi dopo un momento di flessione costato due sconfitte in campionato (Avellino, Montegranaro) si è ripresa negli ultimi quattro giorni.Domenica è arrivata la vittoria (sofferta) contro la Fortitudo Bologna; ieri sera gli uomini di Pianigiani hanno centrato l’ennesima impresa: battuti a domicilio i greci dell’Olympiakos Pireo dell’ex Napoli Lynn Greer.

Napoli, quindi, si troverà di fronte il peggior avversario da incontrare per dare continuità agli ottimi risultati dell’ultimo periodo.Siena è una corazzata impressionante. Quest’anno il record dei biancoverdi, tra campionato ed eurolega, è di 29 vittorie e 6 sconfitte. Le vittorie consecutive in regular season sono state addirittura diciotto.Perciolo pubblico numero uno: Terrel Mc Intere. L’MVP dello scorso campionato si sta confermando il leader carismatico dei toscani che, nonostante l’assenza per infortunio di Kaukenas, possono contare su un roster extralusso destinato a dominare in Italia e a battagliare in europa: l’atletismo di Sato, l’imprevedibilità di Thornton e l’impressionante completezza del reparto lunghi (Eze, Stonerook, Lavrinovic, Ress) costituiscono una miscela esplosiva difficilmente arginabile.

Napoli dovrà essere brava a restare in partita più a lungo possibile e sperare che le scorie del Pireo si facciano sentire nelle gambe dei ragazzi di Pianigiani.Tuttavia, a parte gli auspici, la trasferta di Siena è la più classica delle missioni impossibili; lo stesso Tom Cruise farebbe fatica a venirne a capo.

MISSIONE IMPOSSIBILE

MISSIONE IMPOSSIBILE src=
Il 4-2-3-1 dell’Arezzo comincia con l'arrivo di Maurizio Sarri, allenatore napoletano di nascita ma toscano d'adozione che ha dato un'anima ad una squadra spesso bloccata psicologicamente (in Coppa, senza assilli, ha battuto anche il Milan…), e che sotto la nuova gestione ha conquistato tredici dei diciotto punti sanciti dal campo (6 dei quali cancellati dalle sentenze di “calciopoli”). Probabilmente non basterà per salvarsi: lontano dalle mura amiche gli amaranto hanno segnato appena quattro reti, espugnando la sola Verona ed imponendo (con due gol!) il pari alla Juve.La difesa della porta è affidata allo spagnolo Nicolas Suarez Bremec ('77), lo scorso anno in C2 con la Carrarese. La difesa ha perso Galeoto (passato al Genoa) e l'ex di turno Mirko Conte, squalificato. Al centro giocherà Ernesto Terra ('78), reduce dalla vittoria del torneo con la maglia dell'Atalanta, che probabilmente sarà affiancato dal promettente Andrea Ranocchia ('88), promosso dal settore giovanile. A destra sta giocando un prodotto del vivaio dell'Atalanta, Daniele Capelli ('86), mentre a sinistra c'è una bandiera aretina come Mirko Barbagli ('82). In mediana se Sarri deciderà di lasciar fuori un jolly come Bricca, ci saranno Fabio Roselli ('83), infaticabile recuperapalloni ex Treviso, ed il confermato regista Daniele Di Donato ('77). La punta di diamante è un napoletano ex azzurro che risponde al nome di Antonio Floro Flores ('83), l'ultima grande promessa che non è riuscita ad affermarsi a Napoli prima di fare grandi cose lontano da casa. Alle sue spalle, una larga batteria di trequartisti: il brasiliano Renato Rafael Bondi ('81) può agire tanto alle sue spalle quanto largo sulla destra, posizioni ricoperte a Messina, lo scorso anno in serie A, ed in precedenza in B e in C con le maglie di Salernitana, Cavese e Teramo. A presidiare l'out mancino, vista la squalifica di Croce, toccherà a Luca Vigna ('77), tornato in amaranto dopo l'esperienza di Pescara condivisa con il tecnico subentrato ad Antonio Conte. Il principale supporto di Floro sarà Daniele Martinetti ('81), scoperto due anni fa quando vestiva la maglia del Novara in C1.

A Sarri non mancano le soluzioni alternative in ogni reparto: dagli ultimi arrivati Sussi, Togni e Grabbi ai vari Lombardi, Goretti e Volpato.

La probabile formazione (4-2-3-1): Bremec; Capelli, Terra, Ranocchia, Barbagli; Roselli, Di Donato; Bondi, Martinetti, Vigna; Floro Flores. All.: Sarri

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »