Mertens trascina un Napoli distratto: 3 punti d’oro!

Nel turno infrasettimanale della decima giornata di Serie A si affrontano Genoa e Napoli. Gli uomini di Juric scendono in campo con un 3-5-2 che vede il tandem offensivo composto da Taarabt e Galabinov. Maurizio Sarri effettua un leggero turn-over riproponendo dal primo minuto Zielinski, Diawara e Chiriches.

PRIMO TEMPO

Napoli subito propositivo: al termine di un dai e vai tra Insigne e Mertens, il numero 24 calcia con un destro a giro che termina di poco al lato. Reazione immediata dei rossoblu; filtrante per Taarabt: Hysaj sbaglia il fuorigioco e l’ex Milan tutto solo non ha problemi a battere Reina sul secondo palo. Al 13′ Mertens ristabilisce l’equilibrio con una splendida punizione che non dà alcuna possibilità di intervento a Perin. Gli azzurri ritornano a far vedere le consuete trame di gioco, commettendo tuttavia alcune ingenuità in difesa che non vengono sfruttate dai rossoblù. Al 30′ Diawara, con un lancio millimetrico da quaranta metri, imbecca Mertens che controlla meravigliosamente con il destro per poi trafiggere l’estremo difensore locale con un mancino all’incrocio dei pali. Trascorrono soltanto tre minuti e i partenopei sciupano malamente la chance del doppio vantaggio con una triplica occasione capitata sui piedi di Mertens prima, e poi Hamsik e Zielinski che davanti alla porta non riescono a siglare il tris. Genoa di nuovo pericoloso a due minuti dal termine della prima frazione di gioco, quando Hysaj regala la palla a Lazovic a ridosso dell’area: sulla conclusione del serbo è bravo, ma anche fortunato, Pepe Reina a respingere con i piedi. Si va cosí al riposo dopo un primo tempo scoppiettante: Genoa-Napoli 1-2.

SECONDO TEMPO

Ci prova subito Hysaj: palla sul fondo. Hamsik va vicino al bersaglio grosso per due volte con delle conclusioni potenti dalla distanza non particolarmente precise. Al 60’arriva il legittimo gol dell’1-3 che porta la firma, neanche a dirlo, di Dries Mertens, che servito da Insigne firma la sua personale tripletta con un sinistro sul palo lontano della porta di Perin, deviazione decisiva di Zukanovic. Al 76’anfora un pasticcio della retroguardia azzurra: Ghoulam si perde la marcatura di Rigoni che crossa al centro e Izzo, tutto solo riapre il match. Finale al cardiopalmo: Lapadula sciupa una chance a pochi passi dalla porta. Sofferenza continua, ma si vince ancora. Il Napoli cala la nona sinfonia stagionale: a Marassi il Genoa è battuto!

IL TABELLINO DELLA GARA

Genoa (3-5-2)- Perin; Izzo, Rossettini, Zukanovic; Lazovic, Rigoni, Veloso, Bertolacci (dal 39’s.t.Pandev) , Laxalt; Taarabt, Galabinov (dal 19’s.t. Lapadula).

A disposizione: Lamanna, Gentiletti, Biraschi, Omeonga,  Palladino, Migliore, Brlek, Ricci, Pellegrini, Salcedo.     All.Milan Juric

Napoli (4-3-3)- Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik (dal 36’s.t.Allan); Callejon (dal 26’s.t. Rog) , Mertens, Insigne (dal 45’s.t. Giaccherini) .

A disposizione: Rafael, Sepe, Maggio, Albiol, Maksimovic, Mario Rui, Jorginho,Ounas.

All. Maurizio Sarri

Arbitro: Mazzoleni

VAR: Doveri

Ammoniti: Zukanovic, Rog

Marcatori: 4’p.t. Taarabt, 14’p.t. Mertens, 31’p.t. Mertens, 15’s.t. aut. Zukanovic, 31’s.t. Izzo.

 

A proposito dell'autore

Giuseppe Lombardi

Post correlati

Translate »