MERTENS ED HIGUAIN GUIDANO LA RIMONTA DEL NAPOLI, MA QUANTA SOFFERENZA!

MERTENS ED HIGUAIN GUIDANO LA RIMONTA DEL NAPOLI, MA QUANTA SOFFERENZA! src=

Napoli (4-2-3-1): Reina; Henrique, Britos, Albiol (1' st Fernandez), Ghoulam; Jorginho (38' st Mesto), Behrami; Insigne, Pandev, Mertens (20' st Callejon); Higuain. A disp.: Doblas, Colombo, Reveillere, Dzemaili, Inler, Hamsik, Zapata. All.: Benitez

Lazio (3-4-3): Berisha: Ciani, Cana, Radu; Konko, Onazi, Ledesma, Lulic (29' st Cavanda); Candreva, Mauri (10' st Postiga), Felipe Anderson (18' st Novaretti). A disp.: Strakosha, Guerrieri, Crecco, Pereirinha, Minala, Kakuta, Perea. All.: Reja

Arbitro: Banti

Marcatori: 21' Lulic (L), 41' Mertens (N), 4' st rig. Higuain (N), 22' st Higuain (N), 37' st Onazi (L), 49' st Higuain (N)

Ammoniti: Jorginho, Higuain, Mertens, Britos, Fernandez (N); Cana, Ledesma (L)

Espulsi: Cana (L)

 

FORMAZIONI – Benitez rivoluziona la formazione: rispetto alla trasferta di Parma, inserisce dal primo minuto Britos, Mertens, Pandev e Behrami. Reja, che deve fare a meno di numerose assenze, si affida a Mauri “falso nueve”. 

NAPOLI IN AFFANNO – La Lazio inizia bene, non lasciando così il pallino del gioco in mano ai centrocampisti di Benitez. La manovra dei partenopei non è fluida e i laziali colpiscono i padroni di casa, soprattutto con Felipe Anderson e Candreva grazie alle loro ripartenze micidiali che mettono in affanno la retroguardia partenopea.  I difensori di Reja non corrono alcun rischio, amministrando bene Pandev ed Higuain. Al 30’ arriva così il vantaggio della Lazio con un’azione personale di Lulic, che supera Albiol in area, e supera l’incolpevole Pepe Reina. La squadra di Benitez non ci sta e prova a creare qualche pericolo: Insigne ci prova con un tiro su un lancio millimetrico di Higuain, ma il suo tiro finisce alto di poco. Sul finire di primo tempo il Napoli pareggia i conti: Mertens prende palla nella trequarti e da circa 25 metri fa partire un destro imprendibile per Berisha.  Dopo pochi minuti il belga viene ammonito e salterà la prossima trasferta di Udine. La prima frazione di gioco termina in perfetta parità: dopo un ottimo avvio della Lazio, il Napoli ha preso le misure pareggiando i conti con un bellissimo gol del folletto belga. 

TRIPLETTA HIGUAIN  Il Napoli parte subito forte e con la solita azione personale di Mertens in area, Cana lo atterra e viene espulso per doppia ammonizione. Higuain si presenta sul dischetto e supera Berisha portando i suoi in vantaggio. Al 67’ i partenopei dilagano sempre con la rete dell’attaccante argentino: Higuain aggancia un grandissimo lancio e ancora una volta supera l’incolpevole portiere laziale. La squadra di Reja non molla: anche in dieci i laziali provano a mettere in difficoltà il Napoli, con ripartenze micidiali che mettono in apprensione la retroguardia dei partenopei.  Al 82’ arriva il gol del tre a uno firmato Onazi, che con un taglio in area, sorprende Britos, e supera Pepe Reina in due tempi. Nel finale, però, ci pensa ancora Gonzalo Higuain a chiudere definitivamente i conti: l’attaccante argentino sfrutta un errore di Novaretti e appoggia dolcemente il definitivo 4-2, firmando così la sua tripletta personale. El Pipita porta così il pallone a casa e riesce a dare una risposta in campo, dopo la brutta prova di una settimana fa. Napoli a corrente alternata: si accende e si spegne continuamente.

 

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »