Meret-Ospina, la questione portieri al centro del prossimo mercato: le possibili soluzioni in casa Napoli

Il miglior giocatore con Giovanni Di Lorenzo nei primi mesi dell’era Ancelotti terminata il 10 dicembre con la qualificazione agli ottavi di Champions League. Stiamo parlando ovviamente di Alex Meret, una delle certezze dell’era Ancelotti .

Il 23enne portiere ha dimostrato indubbio talento tra i pali, difendendo con personalità la porta azzurra. La società nell’estate 2018 ha puntato in maniera importante sull’estremo difensore ex Udinese, sborsando una cifra superiore ai 25 milioni di euro per l’acquisizione del suo cartellino.

Con l’arrivo di Gattuso però le gerarchie in casa Napoli si sono modificate: David Ospina ha catturato l’attenzione del tecnico calabrese sopratutto in  riferimento alla capacità del portiere colombiano di saper giocare con i piedi.

In sostanza Ancelotti ha sempre dichiarato che ciò che conta per un portiere è l’essere bravo nel parere, mentre invece Gattuso ha dichiarato di prediligere un estremo difensore  che sappia  anche  far partire l’azione dai suoi piedi.

Per queste suddette caratteristiche quindi, David Ospina ha scavalcato nelle gerarchie Alex Meret. Il portiere ex Spal se non ci fosse stata l’emergenza Covid-19, avrebbe rischiato  di non partire per la spedizione di Euro 2020.

Ma con gli europei rinviati al prossimo giugno e con un la riconferma di Gattuso che sembra un qualcosa di scontato, che ruolo avrà Meret il prossimo anno?

Una domanda che sicuramente non è di facile risposta: l’investimento importante della società, le qualità tecniche che il ragazzo ha dimostrato e la voglia di non perdere l’Europeo sono fattori che potrebbero spingere  il numero 1 azzurro a cercare una nuova sistemazione .

Ma sopratutto dopo l’emergenza Coronavirus e tutte le incertezze connesse al mondo del calcio non sarà facile trovare un acquirente che possa soddisfare le esigenze del Napoli, sempre che la società voglia privarsi di un valore cosi importante.

Il punto è proprio questo: siamo cosi sicuri che il società si priverebbero di un portiere come Meret che si proietta  a diventare uno dei più forti nel suo ruolo in Italia e in Europa? Sembra evidente che in società penserebbero ad una cessione solo se Gattuso continuerà a vederlo come la riserva di Ospina.

La soluzione che potrebbe accontentare tutti potrebbe essere invece quella di far crescere e allenare Meret col gioco palla a terra e garantire a lui ed Ospina quasi lo stesso numero di partite. Il Napoli si ritroverebbe una coppia di portieri di sicuro affidamento, con un portiere giovane e uno maggiormente esperto che darebbero affidabilità e sicurezza alla difesa.

Un pò come ha fatto Ancelotti nel suo anno e mezzo a Napoli che, bisogna riconoscerlo, ha saputo gestire al meglio il parco portieri a sua disposizione

Tale soluzione sarebbe leggermente in controtendenza con la linea del tecnico azzurro, che  sin dal primo giorno a Napoli ha dichiarato che per lui non esiste un turnover  tra portieri, ma il prossimo anno la situazioni cambierà radicalmente rispetto a quando il tecnico ex Milan si è seduto sulla panchina azzurra: quest’anno in piena emergenza Gattuso voleva dare sicurezza e sopratutto certezze al reparto, mentre invece il prossimo anno con una situazione ex novo totalmente diversa si potrebbe programmare la gestione dei due portieri azzurri in modo garantendo ad entrambi il giusto numero di gare e sopratutto al Napoli due estremi difensori di assoluto affidamento.

A proposito dell'autore

Saverio Quatrano

Post correlati

Translate »