Mazinga Callejon!!!

Non segna, ma quanta quantità e quanta grinta

A Kiev il Napoli soffre ma porta a casa una importantissima vittoria per due gol ad uno, prima mezz’ora molto in sofferenza, con gli azzurri impalpabili in alcuni uomini cardine. Gli azzurri hanno però un robot, Callejon, nel momento di più difficoltà è lui che comincia il pressing, chiama i compagni a salire, sempre presente nel raddoppio per aiutare un Hysaj un po’ sottotono. Poi dopo lo schiaffo della rete subita, la squadra alza il baricentro e anche il ritmo e Josè risponde presente non si tira mai indietro, corre, cade e si rialza proprio come Mazinga. Colleziona il cross per Mertens che regala il vantaggio azzurro con Milik sempre pronto di testa, ma quella discesa sulla destra e quel passaggio sulla testa di Mertens, che non ha nella statura il suo punto di forza, sono proprio la ciliegina sulla torta di una splendida prestazione. E’ vero non segna, ma avrebbe potuto farlo se Mertens avesse servito lui, solo sul secondo palo, invece di calciare in porta. Tant’è Josè Maria Callejon, l’uomo dalle mille risorse, che non si arrende mai, che è ovunque sul terreno di gioco, imprescindibile per Maurizio Sarri, che fa innamorare qualsiasi allenatore. Mazinga Callejon corre sempre più veloce, l’eroe dei tifosi azzurri…

A proposito dell'autore

Rosario Verde

Maturita’ classica. Attestato di Intelligence e Spionaggio Industriale conseguito presso L’Iscom, istituto superiore delle comunicazioni e delle tecnologie dell’informazione.Giornalista, curatore di rubriche e membro della redazione presso il giornale cittadino “Zapping” di Casandrino. Amante del Latino, si definisce un malato della maglia azzurra. Lettura e scrittura, tecnologie, sport, viaggi sono i suoi hobby nel tempo libero.

Post correlati

Translate »