MAURIZIO DOMIZZI SHOW

MAURIZIO DOMIZZI SHOW src=

Benvenuti al Maurizio Domizzi show. Il centrale ex Ascoli è salito alla ribalta grazie alle grandi performance che ha fornito nelle ultime giornate. Il numero ventisei azzurro si sta sempre più rivelando il miglior difensore tra quelli a disposizione di Reja e, in assoluto, l’acquisto più indovinato da Pierpaolo Marino in estate. 

CARRIERA Cresciuto nella Lazio, fa il suo esordio tra i professionisti a Livorno: in Toscana colleziona ventitre presenze in due anni di C1 e realizza una rete. Dopo la parentesi in amaranto si alterna tra Modena e Sampdoria. Trentaquattro presenze tra A e B condite da tre reti in Emilia; trentatre a Genova con una rete all’attivo. Quindi, è la volta di Brescia. Ma la stagione della consacrazione ad un certo livello è la scorsa: ad Ascoli Piceno Maurizio gioca un gran campionato sotto la guida di Giampaolo e realizza addirittura cinque reti. Bellissimo un suo calcio di punizione all’Olimpico contro la Roma. Da questa estate è approdato all’ombra del Vesuvio: il suo contratto con la società partenopea scadrà nel 2011. Tuttavia il suo cartellino è detenuto in comproprietà con la Sampdoria. 

SIGNORE DELLA DIFESA AZZURRA  Con il passare delle giornate il rendimento di Domizzi è andato via via migliorando, soprattutto nel momento in cui Reja ha optato per la difesa a tre. La sua presenza nel terzetto arretrato è oramai divenuta esiziale. Le sue qualità sono svariate. Superarlo nell’uno contro uno è impresa ardua per gli attaccanti che lo fronteggiano. Micidiale nel gioco aereo, sfrutta le sue doti acrobatiche non solo in fase difensiva ma anche in area avversaria sui calci piazzati. Ha capacità nell’impostare l’azione e possiede un gran tiro da fuori (la traversa del Comunale di Torino starà ancora tremando..). Un’altra dote che non si può non riconoscergli è una immensa duttilità. Difatti, può ricoprire anche il ruolo di terzino sinistro e quello di centrocampista arretrato: reminiscenze, queste, delle sue esperienze a Genova e ad Ascoli Piceno. In questa stagione è entrato per due volte nel tabellino dei marcatori: una in Coppa Italia contro il Frosinone e l’altra in campionato nella vittoria a Bologna. Inoltre ha confezionato lo stupendo assist per la testa di Sosa nell’uno a zero casalingo del primo maggio contro l’Albinoleffe. 

IL FUTURO Domizzi sarà uno dei pochi elementi di questa rosa di cui fidarsi l’anno venturo in caso di promozione in serie A. Ventisette anni da compiere, è nel pieno della maturità calcistica e non può far altro che migliorare le proprie qualità a Napoli. Magari togliendosi la soddisfazione di vestire un azzurro un tantino più scuro rispetto a quello partenopeo..

MAURIZIO DOMIZZI: ROMA, 28/06/1980 DIFENSORE ESORDIO IN SERIE A: 30/08/2003 REGGINA SAMPDORIA 2 – 2 185 CM X 83 KG 

STAGIONE SQUADRA COMPETIZIONE PRESENZE GOAL

1997/98

LAZIO

SERIE A

0

0

1998/99

LAZIO

SERIE A

0

0

1998/99

LIVORNO

SERIE C1

13

0

1999/00

LIVORNO

SERIE C1

10

1

2000/01

LAZIO

SERIE A

0

0

2001/02

MODENA

SERIE B

17

2

2002/03

SAMPDORIA

SERIE B

28

1

2003/04

SAMPDORIA

SERIE A

5

0

2003/04

MODENA

SERIE A

17

1

2004/05

BRESCIA

SERIE A

29

0

2005/06

ASCOLI

SERIE A

34

5

2006/07

NAPOLI

SERIE B

32

1

  

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »