MASCARA: “FINALMENTE AL NAPOLI. POSSO RICOPRIRE OGNI RUOLO DELL’ATTACCO”

MASCARA: “FINALMENTE AL NAPOLI. POSSO RICOPRIRE OGNI RUOLO DELL’ATTACCO” src=

“Il calciatore lo conoscete bene, è importante e l’abbiamo cercato molto nell’ultimo mese. E’ stato difficile portarlo in azzurro, ma siamo contenti di esserci riusciti. Ha un ottimo curriculum e può dare un contributo importante”. Esordisce così il d.s. del Napoli, Riccardo Bigon, durante la presentazione ufficiale alla stampa del colpo che ha chiuso il mercato invernale partenopeo. Giuseppe Mascara, fantasista e capitano del Catania, ha finalmente indossato la maglia azzurra, proprio nelle ultime ore di trattative. Finalmente è la parola giusta, come emerge dalle parole dell’ex rossoblù: “In numerose occasioni  sono stato accostato al Napoli, quasi ogni sei mesi. Per fortuna questa volta è stata quella giusta, e sono felicissimo di essere qui. Anche se devo confessare che non è stata una scelta facile, visto che ho vissuto ottimi anni a Catania. Ma ora voglio tenermi stretta questa maglia. Cosa mi ha spinto? Napoli ha un grande fascino in tutto il mondo”. Un ottimo colpo quello del direttore Bigon. Un giocatore dotato di fantasia e soprattutto polivalente per quanto riguarda tutti i ruoli avanzati: “Negli ultimi anni ho giocato sempre come terza punta di sinistra, ma l’importante è essere impiegato nel reparto offensivo. Ho visto che Mazzarri non vuol dare punti di riferimento in avanti, ed io posso adattarmi in qualsiasi dei tre ruoli dell’attacco”.

Una delle principali qualità di Mascara è quella di realizzare dei gol fantastici. Un po’ pazzi, come dire. Molto simili a quelli di una vecchia conoscenza (non troppo vecchia, a dire il vero…) della platea napoletana che risponde al nome di Fabio Quagliarella: “La fattura delle mie reti? Non mi risparmio mai, anche nelle giocate, a costo anche di sbagliare. Bisogna essere consapevoli dei propri mezzi. Essere paragonato a Fabio è un onore,  si tratta di uno degli attaccanti più forti che ci sono in circolazione. Però ognuno la le proprie qualità e le esprime diversamente, quindi i paragoni mi interessano poco”. Mascara ieri ha osservato la prova decisamente sotto tono dei suoi nuovi compagni, ma non se ne preoccupa più di tanto. Così come non fa una grinza quando qualcuno gli ricorda della concorrenza di quei tre alieni là davanti: “Ci può stare un incidente di percorso, soprattutto quando si gioca tanto come fa il Napoli. Ma l’importante è aver trovato un gruppo solido, e questo ho potuto già constatarlo. Cavani, Lavezzi ed Hamsik? Sapevo a cosa andavo incontro venendo a Napoli, ma nella mia carriera non mi ha mai regalato niente nessuno. Cercherò di mettere in difficoltà l’allenatore, poi deciderà lui. In ogni caso io sono già pronto. Se dovessi giocare contro il Catania? Sicuramente darei tutto me stesso, ma in caso di rete non esulterei”.

Capitolo obiettivi, sia della squadra che quelli di Mascara in maglia azzurra. “Non è facile fare previsioni, sono consapevole della forza del gruppo e non costa nulla provarci su tutti e tre i fronti (primo posto, qualificazione in Champions e cammino in Europa League. n.d.r.) anche se sarà molto difficile. Personalmente a 31 anni non potevo farmi scappare questo treno, ed ogni giorno vorrò fare sempre meglio. Qualche anno fa avevo deciso di smettere perché i sacrifici non venivano ricambiati, ma ora sono qui a giocarmi qualcosa di importante, e per fortuna che non ho smesso”. E a chi gli chiede una frase in catanese per esprimere la sua felicità, risponde sorridendo “proprio non la posso dire…”. Ed allora eccola l’occasione giusta, si chiama Napoli. Siamo certi che Giuseppe Mascara non se la farà sfuggire…

Translate »