MARTINA-NAPOLI 1-1

MARTINA-NAPOLI 1-1 src=
Martina(4-4-2):Narciso, Paris, Gosias, Lisuzzo, Gentilizi, Campolattano, Cardascio, Pezzulli, Tondo, Mitri, Manca.

Napoli(4-2-3-1) Gianello, Grava, Bonomi (dal 57’ Schettino), Scarlato, Ignoffo, Gatti(dal 87’Montesanto), Montervino, Consonni, Abate(dal 40’ Mora), Calaiò, Pià .

Arbitro: Herberg di Messina

Marcatori: 33’ Lisuzzo, 72’ Calaiò

Ammoniti: Campolattano, Mitri, Calaiò

Recupero : 2’ pt; 4’ st

Il Napoli conquista solo un punto nella trasferta di Martina. E’ un pari che sa tanto di sconfitta vista la netta differenza di valori tecnici emersa dal prato verde del "Tursi". Il Napoli ha giocato una partita con poca aggressività e con la deconcentrazione cher già su era vista domenica scorsa con il Foggia. Non si spiegano altrimenti le pause di gioco che ci sono state anche oggi, una concentrazione che è mancata non solo nel gol subito dai tarantini su palla inattiva ma anche negli innumerevoli passaggi sbagliati. La squadra al momento non ha una tenuta mentale per gli interi novanta minuti e su quest’ aspetto bisognerà lavorare. Dispiace che contro una squadra ridotta in dieci per gran parte della ripresa, la squadra ha appalesato ancora deficienze in fase di concretizzazione dell’azione offensiva. La nota lieta viene da Calaiò che si è ripetuto dopo il bel gol di domenica, il palermitano ha lottato e si è proposto molto bene in zona goal. Il rientro di Gatti invece non è stato sufficiente. Quello che è certo la squadra ha bisogno come il pane del rientro di Fontana, vero punto di riferimento per la squadra, sia per le manovre offensive sia per dirigere i compagni di reparto nella fase di filtro.

La Cronaca

Al 5’ uno- due tra Grava e Abate sulla fascia che serve liberissimo Pià in aerea di rigore ma che non sa far altro che mettere sulla trasversale. La successiva occasione è per Abate che al 25’ ben lanciato da Scarlato si presenta davanti al portiere Narciso il quale con uscita alla disperata riesce a rimediare rimettendo la palla in fallo laterale, dopo quattro minuti bellissimo gesto tecnico di Calaiò che dal limite della aerea effettua una bella rovesciata che si spegne al lato di Narciso. Il Martina va clamorosamente in vantaggio al 33’ su una palla inattiva. Bella punizione pennellata da Mitri che serve il liberissimo Lisuzzo che è bravissimo ad inserirsi dalle retrovie. Il Napoli reagisce dopo sette minuti con una bella girata di Calaiò che impegna severamente Narciso che riesce a salvare con una presa in due tempi. Nella ripresa il Napoli avrebbe la possibilità di pareggiare subito con Mora ma il terzino parmense è molto impreciso. Al 62’ è Calaiò che riesce a colpire in spaccata nell’aerea piccola ma Narciso riesce a bloccare. Il Martina rimane in dieci ed il Napoli incomincia a dominare. Gli azzurri raggiungono il meritato pareggio al 72’ con uno bello scambio tra Pià e Calaiò che porta il giocatore palermitano ad insaccare alle spalle del portiere Narciso. Il Napoli cerca di vincere la partita anche se con poca convinzione, l’occasione più propizia capita a Pià che su bel cross di Grava gira di testa ma Narciso compie l’ennesimo miracolo. Per la cronaca negli ultimi minuti viene negato un rigore sacrosanto su Calaiò.

Finisce con il terzo pareggio consecutivo in trasferta per il Napoli, oggi è stata buttata l’ultima occasione di conquistare il secondo posto.

A proposito dell'autore

Post correlati

Translate »