Marques Allan: il padrone del centrocampo

Luglio 2015 – A Napoli arriva un certo Marques Allan, reduce da una grande stagione con la maglia dell’Udinese, si mette subito in mostra grazie alle sue doti tattiche e difensive, che diventano man mano sempre più sorprendenti, che gli permettono di arrivare a prendere in mano le chiavi del centrocampo partenopeo. Fondamentale anche la sua crescita a livello tecnico, che gli ha permesso, con il tempo, di diventare un centrocampista completo, in grado di dare una grande solidità al centrocampo del Napoli, grazie alle sue caratteristiche che gli permettono di essere imprescindibile sia nella fase offensiva che in quella difensiva.

Milik sembra aver rubato il posto a Mertens, Hamsik si sta adattando ad un ruolo diverso. Ma nel Napoli c’è una sola cosa che non cambia: il rendimento di Allan. L’unica certezza del centrocampo di Ancelotti, un vero e proprio trascinatore per gli azzurri, che ha dimostrato la sua importanza già nella prima sfida di campionato contro la Lazio:  il brasiliano ha lavorato in maniera incessante per tutti i 90 minuti, dando un grande contributo alla vittoria del Napoli, trovando l’assist del gol da 3 punti di Insigne.

A fare stupore è la sua crescita esponenziale che l’ha trasformato da scommessa in certezza in poco tempo, fino a diventare il padrone del centrocampo. De Laurentiis ci aveva visto lungo sul brasiliano, in tre anni è riuscito a triplicare il suo valore, e da come ha iniziato il nuovo campionato, non sembra volersi fermare. In breve, Ancelotti ha trovato un nuovo Gattuso, entrambi capaci di tamponare le azioni degli avversari e girarle a proprio favore, ma l’ex Udinese possiede più muscoli e molte più doti tecniche che lo rendono insostituibile agli occhi del nuovo allenatore azzurro.

Adesso sta proprio all’ex tecnico del Bayern il compito di farlo rendere al meglio per tutta la stagione, e considerando i nuovi arrivi il centrocampista avrà anche la possibilità di rifiatare quando ce ne sarà bisogno, così da mantenersi in forma anche nelle ultime gare, dove il Napoli negli scorsi anni è sempre calato, vedendosi sfumare traguardi importanti. Ma il guerriero ne è convinto: “Siamo forti come in passato e se ascoltiamo il Mister possiamo fare grandi cose”.

 

Translate »