MARINO: “NAPOLI, TIENITI DE ZERBI CHE IO MI TENGO BISO”

MARINO: “NAPOLI, TIENITI DE ZERBI CHE IO MI TENGO BISO” src=

L’allenatore del Catania, autore di uno splendido campionato col il club siciliano, è sicuro che il fantasista bresciano farà le fortune del Napoli. Intanto è in scadenza di contratto e a giugno potrebbe riabbracciare proprio De Zerbi…

Il suo Catania è sicuramente la sorpresa del campionato di serie A e lui è senza dubbio uno degli allenatori emergenti più promettenti. Stiamo parlando di Pasquale Marino che, dopo aver ottenuto la promozione nella massima serie lo scorso anno con il club siciliano, sta ora portano il Catania a sognare l’Europa. Marino si è messo in luce grazie all’adozione di un calcio molto offensivo e spettacolare tanto che già si vocifera di molti club interessati alle sue prestazioni. Anche perché Marino è in scadenza di contratto e con il Catania non ha ancora trovato un accordo…

Mister, con il suo Catania ha sorpreso un po’ tutti. Ce lo dice qual è il segreto di questo quarto posto?

“Tanto lavoro e umiltà. E’ stato importante mantenere l’ossatura dello scorso anno perché ci ha dato continuità. Inoltre ci sono stati alcuni innesti mirati che si sono integrati subito benissimo. Il nostro obiettivo è scendere in campo per divertirci e per divertire”.

Quest’anno la B è più che mai incerta, ce la fa una previsione su chi va in A?

“Il posto della Juve è quasi scontato, anche se non escludo un calo dei bianconeri che sicuramente non comprometterà il risultato finale. Per l’altro posto la lotta è durissima: c’è il Napoli, il Bologna, il Rimini e il Genoa. Diciamo che la classifica rispecchia gli equilibri che ci sono. Certamente un ruolo importante lo giocherà la fortuna. Sta di fatto che questo sarà un campionato che si deciderà in extremis”.

Che ne direbbe di un ritorno di De Zerbi…magari in uno scambio con Biso?

“Biso non è assolutamente sul mercato. Inoltre viene da un infortunio e recupererà tra un mese. De Zerbi è un ottimo giocatore, dal valore indiscusso. Noi, però, in quel ruolo abbiamo Colucci che sta facendo benissimo. Comunque sono certo che Roberto farà benissimo a Napoli”.

Le qualità di De Zerbi non si mettono assolutamente in discussione. Come mai, però, non si sta ripetendo sui livelli di Catania?

“Da lontano è difficile poter fare una giusta analisi. Quello che posso dire è che De Zerbi ha qualità importanti e che sicuramente verranno fuori pure a Napoli”.

Al Napoli serve un regista, lei consiglierebbe qualcuno?

 “Non sono in grado di poter dare consigli. A Napoli c’è Marino che, oltre ad essere un ottimo manager, sta facendo un buonissimo lavoro. Inoltre ha un nome che è una garanzia…”.

E chissà che questo binomio non possa realizzarsi proprio a giugno. Come reagirebbe ad una chiamata da Napoli visto che lei è un uomo del Sud, ha sempre allenato piazze calde e soprattutto che Reja ha il contratto in scadenza…

“Reja sta facendo molto bene a Napoli e sono certo che continuerà a farlo. In questo momento penso solo al Catania e in particolare alla prossima trasferta di Verona. Stiamo lottando per i nostri rispettivi obiettivi e non è il caso di parlare di queste cose. Sono in scadenza di contratto: posso rimanere come posso andare via”.

In conclusione, mister, una curiosità. Una complessa statistica di qualche anno fa indicò il suo Paternò come la squadra che giocava il miglior calcio a livello europeo. Come ricorda quest’aneddoto?

“Sicuramente mi fece molto piacere. Ma queste statistiche virtuali lasciano il tempo che trovano. Sono stato certamente più contento per aver vinto il campionato quell’anno”

A proposito dell'autore

Post correlati

Translate »