MARCO VERRATTI, L’AGENTE: “L’IPOTESI NAPOLI E’ GRADITA, MA AD OGGI NON CI SONO STATI CONTATTI DIRETTI CON ME. CON IL NAPOLI HO PARLATO DI ALTRI GIOCATORI…”

MARCO VERRATTI, L’AGENTE: “L’IPOTESI NAPOLI E’ GRADITA, MA AD OGGI NON CI SONO STATI CONTATTI DIRETTI CON ME. CON IL NAPOLI HO PARLATO DI ALTRI GIOCATORI...” src=

E’ uno dei talenti più promettenti del calcio italiano, dotato di ottima tecnica e visione di gioco. E data la sua giovanissima età, è un classe 1992, sono in tante le società che proveranno a contendersi il suo cartellino già nel corso dell’attuale sessione di mercato. Si tratta di Marco Verratti, centrocampista del Pescara, 165 cm per 60 Kg di peso. Con la maglia della compagine abruzzese ha disputato qualche spezzone di partita lo scorso anno il Lega Pro, mettendo a segno una rete contro il Rimini. Nella stagione appena conclusa ha trovato grande continuità in Serie B, e grazie soprattutto alla fiducia da parte del tecnico Eusebio Di Francesco non si è lasciato sfuggire l’occasione di mettersi in evidenza, attirando l’attenzione di numerosi club della massima serie. Tra questi anche il Napoli, come confermato qualche giorno fa dal d.s. del Pescara, Lucchesi, ai microfoni di Radio Crc: “Una società come la nostra deve vivere della produzione di giovani. Tempo fa il Napoli seguì Verratti, ma Bigon non ce l’ha chiesto esplicitamente…”. PianetaNapoli ha contattato il procuratore, Donato Di Campli, per avere qualche informazione in più circa il futuro del giovane calciatore biancazzurro.

Quali sono le caratteristiche di Marco Verratti?

“Si tratta del classico centrocampista dai piedi buoni, dotato di fantasia. E’senza mezzi termini  uno tra i migliori ’92 del panorama calcistico italiano”.

Attualmente il ragazzo milita tra le fila del Pescara. Dove ha iniziato la sua carriera, comprese le giovanili?

“Ha giocato sempre con la maglia biancazzurra, anche il settore giovanile. Praticamente un talento cresciuto in casa, vero e proprio prodotto del vivaio della società abruzzese”.

Nel campionato di  Prima Divisione Lega Pro 2009/10 ha collezionato circa 200’ di presenze, una partenza da titolare ed un gol al Rimini. Quest’anno invece ha rotto gli ormeggi conquistando la stima di mister Di Francesco nonostante la giovanissima età: è stato impiegato con costanza in Serie B e ha segnato una rete nell’ultima giornata contro il Cittadella. Come giudica la sua stagione?

“Il suo campionato è stato molto positivo. Sta maturando tanto, ed è l’unico 1992 insieme ad El Shaarawy del Padova che attualmente gioca con continuità in Serie B. Affermarsi come titolare a 18 anni in cadetteria è segnale di grande talento”.

C’è un calciatore al quale il suo assistito si ispira?

“Il suo idolo è Alessandro Del Piero”.

Che ragazzo è Verratti fuori dal terreno di gioco?

“Ha mantenuto la tranquillità e la serenità del classico ragazzo di provincia. E’ molto umile, ed è predisposto a grandi sacrifici per il calcio. Ha la testa sulle spalle, e vi faccio solo un piccolo esempio per capire il suo carattere: non ha nessun tatuaggio, nonostante questo sia molto di moda tra i suoi colleghi”.

Il d.s. del Pescara, Lucchesi, qualche giorno fa ha dichiarato che Verratti è stato seguito dal Napoli. Avete avuto contatti con il club azzurro?

“Lucchesi parla ovviamente a nome della società, io parlo a nome del ragazzo e posso dire che ad oggi non c’è stato nessun contatto diretto con il Napoli. Mi sento periodicamente con i dirigenti azzurri, ed attualmente posso confermare che non abbiamo mai parlato di Marco Verratti”.

Ci può dire di cosa o di chi parlate con i dirigenti del Napoli?

“Non me ne voglia, ma al momento no”.

Anche se dice che fino ad oggi non avete mai parlato con la società partenopea, Marco gradirebbe l’ipotesi Napoli?

“Tutti i calciatori credo che verrebbero di corsa a Napoli, e questa destinazione sarebbe sicuramente apprezzata anche da Verratti. Ma al momento ripeto che non c’è alcun presupposto per parlarne”.

Sarebbe anche disposto, vista la giovane età, a trasferirsi in azzurro per iniziare a fare esperienza, o preferirebbe continuare a “farsi le ossa” in serie minori in questo momento della sua carriera?

“Il ragazzo in Serie A ci vuole andare, ma ci deve anche essere un interesse di qualche società a prenderlo con se. Ripeto, parlo spesso con Maurizio Micheli (capo degli osservatori del Napoli, ndr) ma al momento non di Verratti. Posso dire solo che se deve andare in Serie A per poi essere girato ad un’altra squadra, allora preferisce restare a Pescara”.

Dato che contatti ufficiali con il Napoli non ce ne sono stati fino ad oggi, l’ha contattata invece qualche altra squadra di Serie A per il ragazzo? E se si, quale?

“Questo sicuramente, ci sono stati contatti con altre squadre di vertice in massima serie. Ma non posso dire quali…”.

In conclusione, quali sono i sogni sportivi del suo assistito?

“Punta a diventare un grande giocatore, un calciatore importante. Ma è ancora molto giovane, ha tanto tempo per realizzare il suo sogno…”.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »