MARADONA ED ALTRE STELLE DEL CALCIO SFIDERANNO IN CECENIA UNA SELEZIONE LOCALE CAPITANATA DAL VICE MINISTRO

Alcune ex 'stelle' del calcio mondiale, sono arrivati a Grozny, in Cecenia, dove giocheranno una partita amichevole contro una selezione locale. Oltre all'ex fuoriclasse del Napoli, ci sono anche l'ex interista Luis Figo ed i francesi Fabien Barthez, Manuel Amoros e Jean-Pierre Papin. Fra coloro che hanno garantito la loro presenza, ma che non sono ancora arrivati, c'è anche Franco Baresi, almeno secondo quanto sostiene il governo ceceno. Una selezione composta da queste 'All Stars' giocherà contro una squadra composta da ex nazionali russi, ma capitanata dal Vice-primo ministro Alexander Khloponine, e servirà ad inaugurare un nuovo stadio da trentamila posti situato in complesso sportivo di 50 ettari costruito alla periferia di Grozny.

IL MOMENTO – La Cecenia è retta con il pugno di ferro da Ramzan Kadyrov, leader fortemente criticato dalle organizzazioni umanitarie per presunte violazioni dei diritti umani, che lo accusano anche di essere il mandante di alcuni omicidi. Ma Kadyrov ha l'appoggio del Cremlino, che lo usa per contenere le pressioni degli estremisti islamici e dei gruppi indipendentisti già autori di numerosi attentati, presenti soprattutto nel Caucaso del nord. E proprio il 34enne Kadyrov sarà uno degli attaccanti in campo nella selezione russa che affronterà Maradona e compagni. Kadyrov aveva già giocato, con lo stesso team, contro una selezione di giocatori facenti parte delle nazionali brasiliane campioni del mondo nel 1994 e 2002. Tra loro c'era Romario, che per partecipare a questa partita aveva rinunciato a partecipare al Carnevale di Rio: «Mi danno un sacco di soldi, quindi niente Carnevale», spiegò a marzo. Le parole dell'eroe di Usa 1994 contraddicevano quanto assicurato da Kadyrov, secondo il quale i brasiliani erano venuti a Grozny, ed avevano giocato, a titolo gratuito. Un'ipotesi questa che sembra improbabile anche adesso che è coinvolto Maradona. L'ex n.10 del Napoli, infatti, difficilmente si esibisce fuori dall'Argentina senza ricevere un compenso.

A.F.  fonte: Corriere dello Sport

Translate »