MAIFREDI: “NAPOLI E JUVE REGINE DEL MERCATO. DONADONI DEVE DIMOSTRARE ANCORA TANTO”

MAIFREDI: “NAPOLI E JUVE REGINE DEL MERCATO. DONADONI DEVE DIMOSTRARE ANCORA TANTO” src=

Sul finire degli anni 80’ insieme a Sacchi, Galeone e Zeman, è stato uno degli innovatori del calcio italiano, con il suo Bologna “champagne”. Stiamo parlando dell’ex tecnico della Juventus Gigi Maifredi, al quale la nostra redazione ha voluto chiedere un parere sulla stagione che sta per partire con un riferimento particolare, neanche a dirlo, al Napoli di Roberto Donadoni:

 

Mister, dopo questa prima fase di mercato quali crede siano le squadre che si sono rinforzate maggiormente?

“E’ difficile dire quale squadra si è maggiormente rinforzata senza aver avuto ancora un riscontro dal campo. Di certo Napoli e Juve hanno fatto dei grossi passi avanti con i nuovi arrivi. Anche l’Inter ha preso due ottimi giocatori come Milito e Motta, anche se francamente ci si poteva aspettare qualcosa di più”

 

Per la lotta scudetto assisteremo ancora ad un dominio assoluto dei neroazzurri?

L’Inter è stata la squadra regina incontrastata in Italia fino alla scorsa stagione, ma adesso non lo è più. La Juve con gli arrivi di Cannavaro, Diego e Melo ha colmato gran parte di quel gap che aveva nei confronti della squadra di Mourinho. Ed inoltre se il Milan, dopo la partenza di Kakà, dovesse aggiungere all’attuale organico anche Luis Fabiano, credo che anche i rossoneri potrebbero dire la loro per la vittoria finale"

 

Del Napoli che sta nascendo, invece, cosa ne pensa?

“Il Napoli ha fatto sin qui un grande mercato e ciò non mi meraviglia. Questa crescita graduale è in linea con il progetto di De Laurentiis. Agli azzurri nessun traguardo è precluso”

 

Crede che Donadoni sia l’uomo giusto per Napoli?

“Donadoni, a mio parere, ha dimostrato molto poco sino ad ora nella sua carriera da allenatore. Sia nell’esperienza di Livorno che in quella con la Nazionale, non ha fatto vedere poi grandi cose. Napoli, in questo senso, sarà la prova del nove per lui”

 

Lei che è stato famoso negli anni 80’ per il suo “calcio-champagne”, quali squadre ritiene esprimano attualmente il miglior gioco in Italia?

 

“Nella stagione appena terminata credo che il Genoa di Gasperini abbia espresso, senza dubbio, il miglior calcio in assoluto. Anche il Cagliari e l’Udinese, però, sono riuscite a far divertire. Molto deludente, invece, è stato lo spettacolo offerto dall’Inter, dalla Juventus e dal Milan. In Italia, paradossalmente, a giocar bene sono le squadre cosiddette “intermedie”, ma non le grandi”.

Translate »