Esclusiva Pianetanapoli. Proc( Hradecky):”Il Napoli ha chiesto informazioni su Lukas all’Eintracht per affiancare Reina, a giugno va in scadenza…”

Luci e ombre sul futuro di Pepe Reina, il quale, nonostante manchi l’accordo per il rinnovo del contratto, dovrebbe restare all’ombra del Vesuvio. Ma chi alle sue spalle? Con Rafael sul piede di partenza, e Sepe che non convince del tutto, il Napoli cerca un “Vice” di sicura affidabilità.

Oltre a Karnezis, un’altra soluzione “Low Cost” potrebbe essere Lukas Hradecky, portiere finlandese, in scadenza 2018 dall’ Eintracht Francoforte.

Ci sono rumours circa il fatto che il conterraneo di Marek Hamsik sia entrato anche nel monitoraggio del Napoli, alla ricerca di un portiere per il futuro. Pianetanapoli.it ha contattato in esclusiva il suo managment la società BTM APS per saperne di piu’.

A Francoforte c’è preoccupazione di perdere Lukas subito per il contratto in scadenza, cosa c’è di vero sull’interessamento del Napoli?

Premetto che nessun intermediario del Napoli ha parlato direttamente con noi circa l’eventuale intenzione di portare Hradecky al Napoli. Ma qualcosa ve la posso dire, ci sono tante squadre importanti nella Bundesliga e nel resto d’Europa che hanno seguito la crescita di Lukas e che hanno chiesto informazioni su di lui alla società dell’ Eintracht circa una eventuale cessione. A me risulta che si è interessato a Lukas in Italia la Juventus e che il rappresentante del Napoli che ha chiuso con l’Eintracht la cessione di De Guzman abbia parlato con il direttore Hubner della posizione contrattuale di Lukas ” 

Appunto quali sono le intenzioni della società di Francoforte sul calciatore, lo vuole tenere o vendere?

Lukas ha fatto una grandissima stagione, sta bene in Assia, si trova bene con i compagni e l’allenatore, al momento non abbiamo trovato un’intesa sul rinnovo, ma l’Eintracht non ha intenzione di venderlo al momento, perché trova difficoltà a reperire un portiere delle sue qualità sul mercato. In ogni caso penso che il prezzo richiesto per la cessione sia alta per un giocatore in scadenza  e per questo magari qualche società interessata non ha affondato. ” 

Hradecky nel suo futuro prossimo, che può essere entro la fine di agosto o da febbraio quando sarà libero di scegliersi una squadra, vorrà rimanere in Bundesliga o provare esperienze magari anche in campionati latini come Italia e Spagna?

“Lukas a 28 anni penso che abbia raggiunto la piena maturità e sia pronto per giocare in un grande club che punti a vincere qualcosa, non fa differenza se in Germania o meno, certo il miglior club in Germania in porta ha un certo Neuer, ergo… ”  

L’idea di non essere titolare un anno e giocarci fisso l’anno successivo come la vede?

“Tutto è possibile Lukas è un professionista, ma le ricordo che è il portiere di una nazionale e chi le dice che non sia lui ad essere il titolare fin da subito in una squadra x”

Conosciamo meglio ora le caratteristiche di questo lungagnone goalkeeper nel profilo di Emanuele Ranzo

Hradecky nasce a Bratislava, Slovacchia, il 24 Novembre 1989, da genitori finlandesi. Inizia la sua carriera al Torun Palloseura, squadra finlandese, nella quale compie tutta la trafila delle giovanili dal 2001 al 2008. Durante il suo ultimo anno al”TPS”, parteciperà al torneo U19 “Karel Stegeman” dove vincerà il premio come miglior portiere.

Dalla Finlandia alla Danimarca, nel 2009 firmerà per l’Esbjerg, dove dal 2009 al 2013 collezionerà 76 presenze, dove vincerà il campionato di “1st Division” ( Serie B danese) e una coppa di Danimarca nel 2013. Verrà premiato come miglior portiere in coppa, e miglior giocatore dell’anno della sua squadra.

Nel 2013, scaduto il contratto con l’Esbjerg, si trasferisce ai rivali del Brondby dove colleziona 69 presenze in due anni, per poi trasferirsi nel 2015, in Germania all’ Eintracht Francoforte, dove milita attualmente, ricoprendo il ruolo di titolare.

Ha militato in tutte le selezioni della nazionale finnica, dall’ U17 fino alla nazionale maggiore, nella quale ha collezionato 36 presenze, senza, però partecipare a nessuna competizione internazionale, vista la mancata qualificazione della Finlandia a Mondiali ed Europei da oltre quarant’anni.

Nel 2016 vince il premio come miglior calciatore finlandese dell’anno.

Alto 1,90, molto bravo nelle uscite e nell’ uno-contro-uno, dotato di buoni riflessi e una discreta abilità con i piedi. E’ valuato 4,5 mln di Euro, ma vista la scadenza del contratto nel 2018, potrebbe essere acquistato per una cifra inferiore. Un profilo affidabile per far rifiatare, durante la lunghissima e intensa stagione che attende gli azzurri, Pepe Reina.

A proposito dell'autore

Emanuele Ranzo

Appassionato di calcio, iscritto alla facoltà di giurisprudenza, ex arbitro, ama la lettura, la politica ed il cinema. Alla sua prima esperienza giornalistica

Post correlati

Translate »