L’Olimpico è tinto d’azzurro: dopo la Roma cade anche la Lazio al cospetto di un Insigne sublime

Il posticipo della 31esima giornata vede opporsi Lazio e Napoli in un match dal profumo d’Europa che conta, con le due compagini separate da soli 4 punti in classifica. Maurizio Sarri schiera il consueto 4-3-3 con Strinic in favore di Ghoulam e la conferma del tridente leggero. I capitolini optano invece per un 3-4-2-1 che vede Felipe Anderson e Milinkovic-Savic alle spalle di Ciro Immobile.

PRIMO TEMPO

Il Napoli mostra immediatamente la solita qualità di gioco con tocchi di prima e continue triangolazioni sull’asse Hamsik-Insigne, tuttavia sono i padroni di casa ad avere la prima opportunità per portarsi in vantaggio: Felipe Anderson semina il panico sulla destra e mette un cross al centro che attraversa tutta l’area di rigore, Milinkovic dall’out opposto prova la conclusione che termina di poco a lato complice una deviazione fortuita di Koulibaly. Il serbo, pochi minuti dopo, tenta un tiro dalla distanza bloccato prontamente da Reina.Al 26’i partenopei concretizzano la prima vera sortita offensiva e si portano in avanti nel punteggio: Mertens recupera palla a ridosso dell’area laziale servendo impeccabilmente Hamsik, il capitano alza gli occhi e vede l’inserimento di Callejon che insacca a porta sguarnita. La Lazio tenta di rimettersi in carreggiata con Anderson e Immobile, ma è il Napoli ad avere l’occasione più ghiotta per raddoppiare, quando il piazzato di Insigne, imbeccato in modo sublime da Mertens, termina di pochissimo al lato. Si conclude così la prima frazione di gioco: entrambe le squadre hanno onorato il bel calcio.

 

SECONDO TEMPO

Nella ripresa gli uomini di Sarri hanno un approccio impetuoso, trascinati in particolar modo dal proprio capitano; dopo due minuti è Mertens a calciare improvvisamente trovando però la respinta di Bastos. Passano 60 secondi e Hamsik lascia partire un bolide dalla distanza smanacciato nella circostanza da Strakosha. E’il preludio alla rete che arriva al 51′: Allan scodella un pallone in area sul quale si avventa Insigne anticipando l’uscita del portiere avversario con una pregevole zampata. I problemi iniziano tuttavia proprio in questo frangente, quando entra in campo Keita e il Napoli in contemporanea comincia a giocare con troppa sufficienza. A pochi secondi dal suo ingresso l’attaccante senegalese crea lo scompiglio tra la retroguardia partenopea e si presenta dinanzi a Reina, perdendo il tempo per battere a rete. Subito dopo ci prova Immobile con una girata murata da Hysaj. Attorno al 70′ arriva il momento cruciale del match: i biancocelesti vanno all’arrembaggio e cercano di accorciare le distanze in primis con Keita, e in seguito con una conclusione sotto porta di Patric salvata miracolosamente dal fenomeno di Frattamaggiore. Il Napoli non ne ha più, Hysaj è continuamente in affanno sulla zona di sua competenza e di fatto tutti i pericoli arricano da quelle parti. I padroni di casa non concretizzano e vengono puniti al 92′, neanche a dirlo, da Lorenzo Insigne che servito da Zielinski, di prima intenzione scaraventa la sfera nell’angolino basso della porta difesa da Strakosha. Termina in questo modo il match: il Napoli per una volta raccoglie il massimo:l’Olimpico è nuovamente tinto d’azzurro.

 

 

 

 

 

 

IL TABELLINO DELLA GARA

Lazio (3-4-2-1)- Stakosha; Bastos (dall’8’s.t. Hoedt), Wallace, Radu; Basta (dal 14’s.t. Patric), Parolo, Murgia (dall’8’s.t. Keita) Lukaku; Felipe Anderson, Milinkovic; Immobile. All.: Simone Inzaghi.

IN PANCHINA: Vargic, Adamonis, Biglia, Luis Alberto, Crecco, Cardoselli, Djordjievic, Lombardi, Tounkara.

Napoli (4-3-3)- Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Strinic; Allan, Jorginho, Hamsik (dal 36’s.t. Rog); Callejon (dal 28’s.t. Zielinski) Mertens (dal 38’s.t. Milik), Insigne. All.: Maurizio Sarri.

IN PANCHINA: Sepe, Rafael, Ghoulam, Chiriches, Maksimovic, Maggio, Diawara, Pavoletti, Leandrinho.

Arbitro: Massimiliano Irrati (sez.Pistoia)

Ammoniti: Bastos al 20’p.t., Milinkovic-Savic al 9’p.t, Allan al 29’s.t., al 40’s.t. Zielinski, al 41’s.t. Hysaj, al 44’s.t. Patric

Espulsi:

Marcatori: Mertens al 26’p.t., Insigne al 6’s.t., al 45+2’Insigne.

Translate »