L’IMPLACABILE CAVANI NON BASTA, IL NAPOLI RACCOGLIE UN PUNTO A FIRENZE

L’IMPLACABILE CAVANI NON BASTA, IL NAPOLI RACCOGLIE UN PUNTO A FIRENZE src=

Fiorentina (3-5-2): Neto, Roncaglia, Rodriguez, Savic, Cuadrado, Romulo ( 75’ Migliaccio), Aquilani, Borja Valero, Pasqual ( 81’ Tomovic), Jovetic, Toni ( 84’ Ljajic). Panchina: Viviano, Lupatelli, Camporese, Llama, Pizarro, Seferovic, Capezzi. Allenatore: Montella

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis, Campagnaro, Britos, Gamberini (70’ Insigne), Maggio, Behrami ( 54’ Dzemaili), Inler, Zuniga, Hamsik, Pandev, Cavani. Panchina: Rosati, Cannavaro, Grava, Uvini, Fernandez, Mesto, Donadel, Armero, El Kaddouri, Calaio'. Allenatore: Montella

Arbitro: Mauro Bergonzi di Genova. Assistenti di linea: Di Fiore-Marzaloni. Assistenti di porta: Valeri-Giannoccaro. IV uomo: Maggiani

Marcatori: 32’ Roncaglia, 41’ Cavani

Ammoniti: 12’ Behrami, 16’ Gamberini, 24’ Toni, 26’ Inler, 27’ Savic, 36’ Rodriguez

Minuti di recupero: 1’ p.t. 4’ s.t.   

Pre-partita: Il Napoli prova a non perdere terreno dalla Juventus che ha battuto l’Udinese nell’anticipo, per farlo deve superare l’ostica Fiorentina. I viola non recuperano dal 1’ Pizarro che partirà dalla panchina, questa quindi la formazione scelta da Montella: Neto in porta, difesa a tre con il rientrante Roncaglia, Savic e Gonzalo Rodriguez, sulle fasce agiranno Pasqual e Cuadrado, in mezzo Romulo, Aquilani e Borja Valero, completano l’undici il duo d’attacco Jovetic-Toni. Gli azzurri si presentano con la formazione annunciata alla vigilia: De Sanctis tra i pali, difesa a tre composta da Campagnaro, Britos e Gamberini, sulle fasce Maggio e Zuniga, in mezzo il duo svizzero composto da Inler e Behrami, mentre Hamsik e Pandev avranno il compito di innescare l’implacabile Cavani.

Primo tempo: La partita inizia con una buona intensità, prevalgono al momento le attente rispettive difese. Al 5’ minuto Romulo perde un brutto pallone a centrocampo, recupera Cavani che passa ad Hamsik che a sua volta serve Pandev, il tiro del macedone è da dimenticare. Il Napoli sembra essere meglio messo in campo, la Fiorentina ha grande difficoltà nel costruire il suo gioco. Al 10’ su cross di Pasqual Toni invoca il calcio di rigore, ma l’arbitro vede bene la dinamica dell’azione. Ripartenza immediata del Napoli, Inler tenta la sassata da fuori, ma il pallone non centra lo specchio della porta. Al 12’ brutto intervento di Behrami su Aquilani, ammonito l’azzurro che diffidato salterà il prossimo match. Dopo un quarto d’ora di gioco la partita vive su un grande equilibrio, vedremo chi riuscirà a spostare la bilancia della disputa. Ancora un ammonizione ai danni del Napoli, al 16’ subisce il procedimento Gamberini per un fallo su Toni a centrocampo. I viola guadagnano due corner consecutivi, ma la retroguardia azzurra difende in maniera egregia. Al 21’ brutta palla persa da Zuniga, Jovetic appoggia a Romulo al limite dell’area, la sua conclusione termina abbondantemente fuori. Al 24’ Toni interviene in ritardo su Campagnaro, ammonizione sacrosanta per l’ariete di Montella. Fioccano le ammonizioni come neve, al 26 tocca ad Inler per il fallo su Cuadrado, l’arbitro non risparmia nessuno. Savic rifila una brutta ginocchiata alla schiena di Pandev,  ammonito il difensore viola al 27’, il gioco è di continuo spezzettato. Alla mezzora Cuadrado sfugge a Zuniga che lo stende sulla punizione di Pasqual nulla di fatto. Al 32’ scena da comiche, Roncaglia fa un lancio da centrocampo, De Sanctis battezza male l’uscita e si scontra con Britos, viola in vantaggio, incredibile. Al 35’ buon lancio di Hamsik per Cavani, il bomber non ci arriva. Al 36’ ripartenza di Zuniga e fallo di Gonzalo Rodriguez, ammonizione e punizione per il Napoli, batte Cavani tra le braccia del portiere. Al 41’ punizione per il Napoli, batte Hamsik è Cavani di testa non perdona, ristabilita la parità. Subito una grande occasione per i viola, Campagnaro si addormenta su Toni che spara su De Sanctis, pericolo scampato. Al 46’ grandissima chiusura di Behrami su Jovetic. Dopo un minuto di recupero termina il primo tempo, partita molto equilibrata, apre le danze un gol da “Mai Dire Gol” di Roncaglia su uscita incomprensibile di De Sanctis, ristabilisce le sorti del match un grandissimo colpo di testa di Cavani su assist di Hamsik da punizione, rete numero 100 in serie A. Speriamo di assistere ad un secondo tempo più divertente.

Secondo tempo: Inizia il secondo tempo, al 47’ Roncaglia si complica la vita e regala un corner al Napoli, la battuta non sortisce nulla di pericoloso. Fase di match molto confusa, al 51’ Behrami fa fallo su Cuadrado e rischia la seconda ammonizione, l’arbitro perdona lo svizzero. Ripartenza Napoli che prova nel giro di un minuto due conclusioni con Cavani e Inler, ma entrambe terminano fuori. Prima sostituzione della partita, al 54’ Dzemaili rileva un nervoso Behrami. Al 59’ azione pericolosa degli azzurri con un bel taglio di Campagnaro per Cavani in area, il tiro è debole, risponde subito Aquilani, ma para De Sanctis. Inler serve Hamsik in area al 62’, ma lo slovacco di testa non ci arriva. Campagnaro chiude ottimamente su Toni servito da Jovetic, siamo al 67’. Tocca a Lorenzo Insigne entrare in campo al posto di Gamberini, il Napoli è a trazione anteriore. Al 73’ bel tiro di Inler da fuori area, risponde molto bene Neto. Gli azzurri stazionano stabilmente sulla trequarti viola, si prevede un ultimo quarto d’ora di battaglia. Ancora Hamsik cerca di imbeccare Cavani con un bel lancio, esce Neto ed anticipa il tutto. All’82’ bellissimo cross di Britos per Pandev che schiaccia di testa, Neto risponde con una grande parata. L’arbitro assegna 4’ di recupero, rischio Napoli al 91’ su cross di Jovetic, la palla termina fuori, ancora Ljajic al 92’ con un tiro da fuori, la palla termina al lato. Occasionissima Fiorentina al 93’, Cuadrado serve Aquilani che spreca malamente, la partita termina qui. Il Napoli conquista un pareggio sul difficile campo della Fiorentina, a Roncaglia risponde il capocannoniere della serie A Edinson Cavani. Si poteva fare qualcosa in più, ma in fin dei conti il risultato sembra abbastanza giusto. Con questo punto gli azzurri agguantano di nuovo il secondo posto accanto alla Lazio reduce dal pareggio di Palermo. Peccato per il gollonzo preso da De Sanctis su un tiro senza pretese di Roncaglia, ma il calcio regala anche questi sfortunati episodi. Grigie le prestazioni di Hamsik e Pandev, da cui ci aspettavamo di più conoscendo le loro doti tecniche. Un pareggio comunque da non buttare sull’ostico campo dell’Artemio Franchi. Intanto domenica ci aspetta un’altra difficile trasferta in quel di Parma, unica squadra imbattuta nella massima serie, ma questo Napoli merita ampia fiducia.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »