LAZIO-NAPOLI 0-1, DECIDE GONZALO HIGUAIN

All’Olimpico passa il Napoli: decide Gonzalo Higuain con un tiro nel primo tempo che supera l’insicuro Berisha.

IL TABELLINO

Lazio (4-3-2-1): Berisha, Basta, Cana, Radu, Cavanda (83′ Pereirinha), Biglia, Ledesma (46′ Klose), Parolo (80′ Cataldi), Candreva, Djordjevic, Keita. All.: Pioli.

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Strinic; Gargano, David Lopez; Callejon, De Guzman (83′ Jorginho), Mertens (62′ Hamsik) ; Higuain (85′ Duvan). All.: Benitez

Reti: 18′ Higuain

Ammoniti: Ledesma, Lopez, Parolo, Mertens, Keita, Gargano

Arbitro: Rizzoli di Bologna (Stefani-Costanzo/Posado; add1 Rocchi, add2 Candussio)

 

BOLIDE HIGUAIN – Benitez schiera dal primo minuto Strinic e Mertens con Hamsik in panchina, mentre Pioli si affida a Keita per sostituire l’infortunato Felipe Anderson. Le due squadre si studiano nei primi minuti di match cercando di trovare lo spazio per colpire, ma le due difese riescono a chiudere con precisione. I padroni di casa iniziano ad imbastire il gioco mettendo in difficoltà il Napoli, ma sono i partenopei a passare in vantaggio al 18′ con un tiro di Gonzalo Higuain che buca le mani di Berisha, insicuro che non riesce a respingere la forte conclusione dell’attaccante argentino. La compagine di Pioli, però, non si demoralizza aumentando i propri attacchi verso l’area napoletana. Albiol difende alla grande, Rafael dà sicurezza al reparto: l’occasione più pericolosa arriva sui piedi di Cavanda che sbaglia malamente davanti al portiere brasiliano. Le conclusioni dei biancocelesti si fanno sempre più frequenti, ma la prima frazione di gioco termina con il Napoli in vantaggio grazie alle rete di Higuain.

EQUILIBRIO TOTALE – Nella ripresa la Lazio continua a fare la partita cercando, fin dai primi minuti, il gol del pareggio. Pioli inserisce il secondo attaccante al posto di Ledesma schierandosi così con un “falso” 4-4-2. Il Napoli si limita a difendersi con tutti i propri uomini, per poi attaccare con ripartenze micidiali ma la squadra di Benitez è imprecisa nell’impostazione non riuscendo a sfruttare i numerosi contropiedi. Gli attacchi dei biancocelesti sono confusionari: l’unica occasione limpida capita sui piedi di Keita, ma il giovanissimo fantasista laziale perde tempo nel calciare e si fa recuperare da Gargano. Il Napoli sbanca l’Olimpico: ancora una volta con Gonzalo Higuain, che quando vede biancoceleste va sempre in gol.  Scontro diretto vinto, terzo posto riconquistato.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »