L’aquila è sempre abbattuta: debutto vincente per Ancelotti

Dopo le numerose critiche relative ad una campagna acquisti a dir poco discutibile e le prestazioni deludenti in amichevole, è tempo di cominciare a fare sul serio. Lazio-Napoli inaugura il campionato degli azzurri: fondamentale partire con il piede giusto. Carlo Ancelotti schiera i suoi con un 4-3-2-1 con Callejon ed Insigne alle spalle di Milik. 3-5-2 per la Lazio di Inzaghi, con il tandem offensivo composto da Luis Alberto ed Immobile.

PRIMO TEMPO

Pronti-via un errore di Hamsik scatena la ripartenza dei biancocelesti che si rendono pericolosi sulla sinistra: salva tutto Mario Rui. La Lazio si impossessa immediatamente del pallino del gioco creando piú di un grattacapo alla mediana partenopea. Risponde il Napoli al 16′: Hamsik imbecca in modo impeccabile Insigne che di prima intenzione calcia altissimo. Tre minuti più tardi Zielinski parte in progressione sulla destra e prova il mancino dalla distanza che termina di poco al lato. Botta e risposta da una parte e dall’altra, con Immobile che lanciato in profondità vede l’inserimento alle spalle di Luis Alberto, che da posizione propizia non trova lo specchio. Al 25’Acerbi con un gioiello dalla propria metà campo serve Immobile, il quale si fa beffe di tre avversari e con il sinistro batte Karnezis. Reazione piuttosto timida degli ospiti che non riescono a trovare il varco giusto, rivelandosi lenti e macchinosi. Sfortunato il Napoli al 40′: il solito Zielinski calcia al limite dell’area e la palla, dopo essere stata deviata, si stampa direttamente sulla traversa. Finale di tempo totalmente ingarbugliato: protagonista assoluto Milik, al quale in primis viene annullato un gol dal VAR, poi si fa murare una conclusione ravvicinata da Strakosha ed infine trova il bersaglio grosso con un assist al bacio di Callejon. Termina così la prima frazione di gioco sul punteggio di 1-1: Napoli double-face.

 

SECONDO TEMPO

Al terzo minuto ripartenza micidiale di Milik che conclude da fuori con il mancino: palla al lato. Al 10′ in occasione di un corner dalla sinistra, Immobile non trova clamorosamente la porta da due passi. La stanchezza inizia a prevalere da una parte e dall’altra a discapito della compattezza e due formazioni. Al quattordicesimo minuto Hysaj va via sulla fascia e mette un pallone teso al centro, la palla viene ribattuta e termina sul destro di Lorenzo Insigne, che con un meraviglioso tiro ad incrocio sul secondo palo trova il bersaglio grosso. Ancelotti opta per un centrocampo più muscolare sostituendo Hamsik con Diawara. Gli uomini di Inzaghi si riversano in massa nella metà campo azzurra: gli avversari a fatica respingono gli assalti. Al novantesimo sugli sviluppi di un calcio d’angolo Acerbi anticipa nel gioco aereo Albiol e Koulibaly e colpisce direttamente il palo, su capovolgimento di fronte un instancabile Callejon apre meravigliosamente per Milik che a colpo sicuro si fa murare il tiro da Bastos. Termina così un match soffertissimo: primi tre punti per il nuovo Napoli, targato Ancelotti. Boccata d’ossigeno!

 

 

 

 

IL TABELLINO DELLA GARA

Lazio (3-5-2)- Strakosha; Luiz Felipe (dal 1’s.t.Bastos), Acerbi, Radu; Marusic, Parolo (dal 43’s.t.Cataldi), Badelj (dal 23’s.t.Correa), Milinkovic Savic, Caceres; Luis Alberto, Immobile.  All.Simone Inzaghi

A disposizione: Proto, Guerrieri, Basta,  Caicedo, Durmisi, Jordao, Murgia, Rossi, Wallace.

Napoli (4-3-2-1)- Karnezis; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Hamsik (dal 25’s.t.Diawara), Zielinski (dal 40’s.t.Rog); Callejon, Insigne (dal 31’s.t. Mertens); Milik.     All.Carlo Ancelotti

A disposizione: Ospina, Marfella, Malcuit, Maksimovic, Chiriches, Luperto, Fabiàn Ruiz, Verdi, Ounas.

Arbitro: Banti (sez.Livorno)

Assistenti: Manganelli – Valeriani

IV: Manganiello

VAR: Rocchi    AVAR: Di Liberatore

Ammoniti:

Recupero: 3 p.t., 4 s.t.

Marcatori: 25’p.t.Immobile, 45′-2 p.t. Milik, 14’s.t. Insigne.

A proposito dell'autore

Giuseppe Lombardi

Post correlati

Translate »