LA SAGGEZZA DI MARINO

LA SAGGEZZA DI MARINO src=
Si ferma il campionato di serie C1, alla Napoli Soccer è stato esposto il segnale di divieto di sosta, non è consigliabile fermarsi nei pressi di campi minati adiacenti, la sosta comporterebbe pericoli d’immobilità, che potrebbe far correre rischi di inceppare nuovamente il motore di quel mezzo generato per distruggere il campionato. Un diesel che ha carburato solo negli ultimi venti minuti della partita giocata contro una modestissima Pistoiese, che come tutte le altre squadre, che vengono a farci visita allo Stadio S. Paolo giocano la partita della vita Per questo conviene fare ulteriori sacrifici, per non lanciare nessun segnale di rilassamento agli avversari che, continuano a sognare e bene fanno. Così i loro sogni saranno i nostri pensieri, offrendoci la possibilità di uno scopo in più, per essere sempre presenti in campo, anche quando il calendario è segnato con il rosso.

Questa sosta servirà a spiegare tanti retroscena, verificatosi in campagna di rafforzamento al calciomercato di gennaio. Avrà lo scopo di chiarire gli allontanamenti d’alcuni bravi calciatori e, il motivo degli acquisti fatti e non utilizzati; quando tutti facevano richieste di rinforzi per alcuni settori che non funzionavano adeguatamente, fenomeno continuato, fino a poco prima della fine dell’ultimo incontro contro la Pistoiese.

Si potrà sapere se erano vere le voci di mercato che giravano attorno ai nostri calciatori; richieste pervenute come letto, anche da club interessanti: protagonisti del calcio mondiale e nazionale. Se tutto sarà chiaro, significa che siamo messi bene qualora ci ammettessero in una serie superiore, vuol che abbiamo ottimi calciatori in formazione anche in prospettiva futura. E’ questa una bella domanda, che aspetta un’altrettanta risposta.

Una cosa è essenziale, e giustifica la gran capacità del DG Pier Paolo Marino, su quell’aspetto, e non fa sorgere dubbi. Le sue qualità non possono essere in discussioni: dicono di lui, sia secondo solo dietro Moggi. Ho l’impressione che l’allievo sta superando il maestro. Il Signor Moggi, i suoi movimenti li fa in rapporto a tanti soldi disponibili da spendere, e tante figurine di scambio per cambi di direzione: quanto vuole e come desidera. Il nostro DG Marino deve far di necessità virtù, mentre l’altro naviga in un Oceano, lui deve farlo in una piscina, ed è molto più difficile muoversi.

E’ sotto gli occhi di tutti, che quelli che hanno iniziato l’avventura insieme a lui, eccezione fatta per due calciatori, i quali chiedevano più spazio per giocare, che sono stati accontentati trasferendoli, credo nemmeno definitivamente: ad esempio, Gatti ancora un giovanissimo di sicuro avvenire, è stato dato in prestito ad una formazione che milita in un campionato superiore, quindi questo ragazzo lo ritroveremo tra le fila del Napoli nel prossimo futuro. Non ceduto nemmeno Montesanto per gli stessi motivi, anche lui, un calciatore di buone qualità, che desidera rimanere, e mettersi in discussione, per amore della maglia. Tutti questi segnali sono dimostrazioni d’affetto del DG e dei calciatori, ai quali auguriamo una possibile ripresa, per partecipare attivamente alle fortune della Napoli Soccer.

Le ultime cose da dire potrebbero riguardare il tecnico, lo faccio con parsimonia: non è il primo, ne sarà l’ultimo a provarci a fare cose buone per il Napoli. La squadra che amorevolmente gli è stata affidata da De Laurentis e Marino.

Non si esclude però che il tecnico come tutti, può essere in discussione, qualora i risultati non lo favoriscono. Sono pochi quelli che passando da Napoli, meritavano la conferma, questo almeno è quando accaduto negli ultimi anni. Tra i tanti ne cito solo uno Walter Novellino, che rivedrei volentieri in caso di bisogno sulla panchina della Napoli Soccer

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »