LA RIVINCITA DI EDY REJA

LA RIVINCITA DI EDY REJA src=
Ha subito il continuo susseguirsi di voci riguardo presunti avvicendamenti della sua panchina dati per imminenti, lui specialista di promozioni; ha subito feroci critiche ogni volta che una sostituzione non rispondeva alla logica dell’attacco ad ogni costo, lui che guida la squadra con il migliore attacco del campionato; è stato attaccato per le continue sostituzioni di Calaiò; lui che mai ha messo in discussione il posto da titolare del bomber palermitano, anche quando forse avrebbe meritato l’esclusione. Eddy Reja si prende oggi la sua rivincita personale.Il punto della svolta nelle dichiarazioni di un paio di settimane fa quando il tecnico partenopeo ha ammesso di essere stato condizionato dalle pressioni ambientali nelle sue scelte tecniche, commettendo di conseguenza errori che forse sono costati qualche punto in classifica.Ed è proprio la sua umiltà ad aver rappresentato l’inversione di tendenza del clan partenopeo, permettendo al tecnico goriziano di ritrovare la bussola della sua squadra così come gli equilibri perduti. Non soltanto questo, ovviamente, ma forse la sua assunzione di responsabilità ha rappresentato l’elemento peculiare della fine di quella che è stata definita crisi.A proposito di questo è stato forse eccessivo parlare di autentica crisi in casa Napoli. E’ certamente innegabile che tre sconfitte consecutive in trasferta rappresentano un grave campanello d’allarme, così come l’involuzione della manovra di gioco manifestata nel girone di ritorno era giusto che preoccupasse. Ma il Napoli ha sempre imposto la "legge del San Paolo", così come ha conservato ininterrottamente un rassicurante margine di vantaggio sulle inseguitrici. Troppo rumore forse per un periodo di appannamento che può essere considerato "fisiologico" e che non ha mai pregiudicato il raggiungimento dell’obiettivo promozione.Questo forse Reja lo ha sempre saputo ma non ha mai esternato malumori in questo senso: ha risposto sul campo a chi dava il Napoli in crisi. Lo ha fatto inventandosi nuove collocazioni tattiche e scelte di calciatori risultati decisivi al posto dei tanti infortunati e squalificati degli ultimi tempi.Ed ecco Trotta decisivo sulla fascia destra, Calaiò ormai seconda punta di ruolo, Bogliacino regista e Capparella abile anche nel settore di sinistra. Il Napoli torna a volare e mister Reja finalmente a sorridere.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »