LA PRODEZZA DI QUAGLIARELLA FA LA DIFFERENZA E SQUARCIA LA PARTITA. MOLTO BENE ANCHE PAZIENZA

LA PRODEZZA DI QUAGLIARELLA FA LA DIFFERENZA E SQUARCIA LA PARTITA. MOLTO BENE ANCHE PAZIENZA src=
E' un Napoli che soffre in determinati momenti dell’incontro, ma che riesce a portare a casa 3 punti fondamentali per la rincorsa ad un posto in Europa. L' Atalanta si schiera con il classico 4-4-2, mentre il Napoli scende in campo con l' ormai consueto 3-4-3, in questa occasione più puro che mai. Mazzarri tiene, infatti, Hamsik e Lavezzi il più larghi possibile sulle fasce, anche se rispetto alle partite precedenti viene a mancare l' apporto in fase offensiva di Maggio, sacrificatosi molto in fase difensiva. Nella zona centrale del campo Gargano e Pazienza soffrono nel primo tempo la furia agonistica dei dirimpettai Guarente e De Ascentiis, ma vengono fuori alla distanza avendo la meglio nella seconda frazione di gioco. Nonostante i ripetuti cambi in corso, a causa dell'uscita per infortunio di Rinaudo, tiene discretamente la difesa con Campagnaro e Grava che sbagliano poco o nulla.

Le Pagelle:

De Sanctis 6: partita di normale amministrazione, sono poche le insidie che arrivano dalle sue parti

Campagnaro 6,5: lì dietro è un muro, disputa un secondo tempo straordinario

Rinaudo 6: fatica a prendere le misure a Tiribocchi, ma a metà del primo tempo ci riesce. Costretto ad uscire poi per infortunio all' inizio della ripresa

Grava 6,5: sbaglia pochissimo, si sacrifica sempre in qualsiasi ruolo viene impiegato con buoni risultati

Maggio 5,5: mezzo voto in più per lo spirito di sacrificio in fase difensiva, ma sono molti gli errori e le sbavature nella sua partita

Gargano 6: recupera molto, ma dilapida anche, come ormai ci ha abituato da 3 anni a questa parte

Pazienza 7: nel primo tempo soffre un pò’la maggiore dinamicità del centrocampo orobico, ma nel secondo tempo sigla il gol che chiude il match e serra le fila azzurre nella zona centrale del campo

Aronica 6: soffre nel primo tempo sulla fascia, migliora nel secondo tempo quando gioca da centrale. Prestazione nel complesso sufficiente la sua

Hamsik 6: un pò in ombra, ma ha soprattutto il merito del perfetto corner che trova la testa di Pazienza per il 2-0

Quagliarella 7: segna un gol strepitoso da stropicciarsi gli occhi e anche se manca in un paio di occasioni il colpo del ko, svaria su tutto il fronte d' attacco, sacrificandosi tantissimo per la squadra nel finale

Lavezzi 6,5: nelle ripartenze diventa talvolta straripante, soprattutto nel finale del primo tempo. Torna spesso a dare una mano al centrocampo e forse per questo nel secondo tempo perde in lucidità e brillantezza

Zuniga 6: svolge il suo compitino quando entra, nonostante com’è ormai arcinoto, la corsia mancina non sia quella di sua competenza

Cigarini 5,5: entra un pò svagato e con il freno a mano tirato. Dovrebbe trattenere e far girare il pallone sul 2-0, ma in più di un' occasione finisce per perderlo

Datolo 6: mostra vivacità e voglia di fare nei pochi minuti a sua disposizione

Mazzarri 6,5: undicesimo risultato utile consecutivo e un nuovo tabù sfatato. Basta pensare a tutto ciò senza aggiungere troppe parole

Rosetti 6: non commette particolari errori, c' è un solo dubbio per un presunto fallo in area di Peluso su Hamsik sul finale di primo tempo. Per il resto gestisce al meglio l' incontro grazie alla sua esperienza

A proposito dell'autore

Post correlati

Translate »