La moviola: il Napoli torna a vincere, buona la prova della terna arbitrale

 

In un San Paolo quasi silenzioso rispetto ai colori e al tifo a cui siamo abituati scendono in campo per questo anticipo del sabato Napoli e Sampdoria.

Primo tempo: Dopo la prova deludente di Coppa Italia, i ragazzi di Ancelotti dimostrano dai primi minuti di essere scesi in campo quantomeno con la voglia di metterci faccia e corsa. Spiccano le prestazioni di Zielinski, Callejon e del ritrovato capitano Marek Hamsik. La prima frazione di gioco si conclude sul 2 a 0 per il Napoli: Milik e Insigne, in entrambi i goal c’è lo zampino di Callejon. Sul piano arbitrale nessun episodio particolare da segnalare, la terna ha lavorato in maniera corretta, anche in occasione del goal annullato al Napoli da Pairetto – su segnalazione dell’assistente – perché  Maksimovic è stato parte attiva nell’azione.

Secondo tempo: Il Napoli c’è e si vede. Almeno a sprazzi si mostrano le buone capacità di tenere il pallone tra i piedi che fanno parte de dna dei nostri e di controllare una partita che ci fa venire dubbi su come la stessa squadra abbia potuto subire tre goal dai blucerchiati all’andata.

Pairetto fischia poco e ammonisce meno, in una gara che nel totale dei suoi 90 minuti è stata giocata correttamente tra i due team. La Samp ci ha provato a riaprire la partita e a far battere il record a Quagliarella, per fortuna del Napoli – e merito dei nostri giocatori molto più attenti rispetto alle ultime uscite – non hanno centrato l’obiettivo.

Il risultato è inchiodato sul 3 a 0 dopo un rigore messo a segno da Simone Verdi, ufficializzato dopo l’intervento della VAR richiesto dall’arbitro.

 

Di seguito le occasioni più rilevanti della partita:

 

6’ Azione offensiva di Kalidou Koulibaly sulla sinistra, palla che finisce in corner.

8’ Possesso palla prolungato per il Napoli, la Sampdoria attua qualche buon passaggio ma niente di preoccupante.

24’ Gol di Milik! Azione che parte da una diagonale spinosa di Callejon che si inserisce come sa servendo il polacco.

25’ Raddoppio Napoli! Micidiale uno-due azzurro, ancora è Callejon a servire il pallone a Insigne che fa un bel goal seguito da abbraccio a Carlo Ancelotti.

30’ Milik applaude all’iniziativa di Hysaj fallimentare dell’albanese di lanciarlo verso il centro.

31’ Si presenta Quagliarella dalle parti di Meret, è Koulibaly a fermare l’attaccante in area ma in maniera pulita e sul pallone.

33’ Ancora Quagliarella ci riprova con un pallone al volo a sfondare la porta azzurra

38’ Parte un vero e proprio missile molto angolato in direzione di Audero dai piedi di Mario Rui.

39’ Goal in un’azione confusionaria annullato al Napoli per fuorigioco di Maksimovic che partecipa attivamente all’azione, corretta la chiamata dell’assistente di Pairetto.

41’ Buono il duetto tra Zielinski e Hamsik, che si trovano alla perfezione.

53’ Sostituzione per la Sampdoria : Esce Ramirez per Saponara.

58’ C’è posto anche per Manolo Gabbiadini, applaudito dai pochi presenti al San Paolo che entra al posto di Defrel.

60’ Tiro di Saponara che non preoccupa Meret.

68’ Ancora un’azione nata da Zielinski : prova a servire Milik che di testa non arriva.

69’ Strepitoso Koulibaly che si trova davanti alla porta : non arriva a segnare dopo un passaggio di prima intenzione di Callejon.

70’ Tentativo di Berezinskji : la palla è stata una vera e propria rasoiata che avrebbe spiazzato Meret.

72’ Doppio cambio: Ekdal per Vieira, Hamsik tra gli applausi lascia il campo per Diawara.

74’ Pericolosissima occasione per la Samp: uno-due tra ex Gabbiadini e Quagliarella, tiro murato da Meret.

75’ Ammonizione per Ioummu della Doria.

82’ Esce Insigne applaudito dai tifosi, entra Simone Verdi.

84’ Punizione per il Napoli: parte Callejon ma il pallone non si alza a sufficienza, la Samp mette fuori ma da quell’azione prende il via il gioco per KK che ci riprova in fase offensiva.

86’ Rigore per il Napoli messo a segno da Simone Verdi. È stato segnalato dal VAR dopo un silent check, un tocco in area di un Doriano che era stato inizialmente visto come punizione dal limite da Pairetto.

90’ Finisce la partita, 3 a 0 per il Napoli.

La terna arbitrale, pagelle:

Pairetto: 6 – , la sufficienza d’ufficio la meriterebbe tutta la terna, ma il meno in questo caso è giusto un appunto per l’episodio de rigore messo a segno da Simone Verdi per il Napoli. Il braccio di Andersen era lontano dal corpo e chiaramente in area, l’arbitro l’aveva segnalato come punizione dal limite: il VAR ha rimesso le cose a posto. 

De Meo, Longo: sufficienza anche per gli assistenti bravi in più occasioni e in particolare nell’annullare il goal al Napoli per fuorigioco attivo di Maksimovic.

La Penna: Al VAR stasera vita facile, unica occasione di utilizzo è stata la chiamata di Pairetto sul fallo di mano in aerea di Andersen che ha portato al rigore per il Napoli che vincola il risultato sul 3 a 0.

A proposito dell'autore

Gabriella Rossi

Laurea Triennale in Lettere Moderne conseguita presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, laureanda magistrale Filologia Moderna presso l’Università degli studi di Napoli Federico II. Mi diverte molto la fotografia, scrivere, andare ai concerti , viaggiare e ovviamente tifare Napoli.

Post correlati

Translate »