Koulibaly-Manolas, muro invalicabile, ma senza alternative

Se è vero che i risultati si ottengono con la difesa, il Napoli della nuova stagione può star tranquillo: la strada verso la porta di Alex Meret sarà sbarrata da Koulibaly e Manolas. Una coppia difensiva che non ha proprio nulla da invidiare ai bianconeri Chiellini-De Ligt, nè al trio dell’Inter formato da Godin, De Vrij e Skriniar.

Risultati immagini per koulibaly manolas
Il gigante senegalese, che non ha certo bisogno di presentazioni, avrà al suo fianco un compagno di reparto rapido, molto difficile da superare nell’uno contro uno, nonché abile saltatore. Manolas inoltre ha il pregio di poter vantare ben cinque anni di esperienza in Serie A, a differenza dei nuovi acquisti delle dirette concorrenti.

Sicuramente un ottimo affare di Aurelio De Laurentiis, che tuttavia cela un’altra faccia della medaglia. In panchina, infatti, siedono tre: Nikola Maksimovic, Sebastiano Luperto e Vlad Chiriches. Tre profili tanto, troppo distanti dai titolari per qualità e continuità. Ancelotti nella passata stagione ha concesso una chance a tutti, talvolta esaltandone le caratteristiche ma, anche, evidenziandone i limiti: il serbo ha fatto una migliore riuscita da terzino che da centrale difensivo, il rumeno ha, suo malgrado, trascorso più tempo in infermeria che in campo, e per questo non rappresenta una garanzia, mentre Luperto si è dimostrato spesso poco lucido in partita.

La netta discrepanza di valori tra titolari e alternative significa necessariamente che il Napoli scenderà in campo a ranghi ridotti nei momenti di “crisi”, quindi semplicemente al primo, anche minimo, disagio fisico di Koulibaly e Manolas, o alla prima squalifica per somma di ammonizioni di uno dei due. Quest’ultima circostanza, prima o poi, diventerà realtà, nonostante il difensore greco venga ammonito di rado. Una situazione sottovalutata dalla società, che avrebbe dovuto ricercare un comprimario a basso costo per garantire il ricambio necessario a disputare le circa 45-50 sfide nazionali e internazionali.

A proposito dell'autore

Andrea Mallardo

Studente di scienze politiche, iscritto alla associazione italiana arbitri. Segue il Napoli con passione e oggettività. Ha come diversivi il viaggio e lo scrivere. È alla sua prima esperienza come giornalista sportivo

Post correlati

Translate »