KONE’: "AL NAPOLI LEVEREI FONTANA, PIA’ E CALAIO’"

Yossouf Konè, classe ’83, ivoriano, è uno degli elementi di spicco del Gela, squadra che domenica affronterà il Napoli. Il centrocampista della compagine siciliana, scuola Inter ma che ha giocato anche con il Vittoria in C1 e il Castel di Sangro in C2, non mette in dubbio il maggior tasso tecnico degli azzurri e invita i suoi compagni a pressare Montervino & Co. per tutta la partita in modo da non consentire alla squadra di Reja di giocare con tranquillità.

Koné, cosa si aspetta da questa partita contro il Napoli?

"Quella di domenica è una partita particolarmente difficile. Il Napoli è una squadra molto forte. Per noi è una gara decisamente importante perché sappiamo di affrontare una bella formazione. Anche per questo vogliamo dimostrare di potercela giocare alla pari e ci teniamo a far bella figura".

Come giudica fino a questo momento il suo campionato?

"Sono contento delle mie prestazioni. Sto facendo bene e questo mi fa piacere. Voglio sottolineare, comunque, anche il buon rendimento da parte di tutta la squadra. Se le cose mi vanno bene è anche perché la squadra me lo consente. Ora, però, dobbiamo ritrovare punti e continuità".

Visto che l’ha già affondata, come vede la Sangiovannese?

"E’ una bella squadra anche se contro di noi è stata particolarmente fortunata: appena tiravano in porta segnavano. Sicuramente è una squadra molto concreta e merita la classifica che ha".

Il Gela è una squadra che segna tanto ma domenica si troverà davanti la miglior difesa del girone. Come pensa di scardinare la retroguardia azzurra?

"Anche noi, comunque, siamo una buona difesa. Stiamo segnando molto in questo periodo ma domenica non sarà affatto facile. Sappiamo che avremo davanti una difesa molto forte e faremo del nostro meglio per riuscire a segnare".

Preferisce giocare a Gela o è pronto anche all’ipotesi "campo neutro"?

"Logicamente preferirei giocare a Gela ma se la partita si dovesse disputare in campo neutro non sarebbe la fine del mondo. Certo che giocare nel nostro stadio, con tutti i nostri tifosi, ci aiuterebbe tanto".

Se potesse, quale calciatore leverebbe al Napoli?

"Veramente ne toglierei tre. Fontana visto che è lui a far girare la squadra, Pià e Calaiò perché sono fortissimi in zona-gol. Anche gli altri, comunque, sono temibilissimi".

In cosa il Gela può essere superiore al Napoli?

"Secondo me sul piano della grinta possiamo dire la nostra. Non dovremo mai star fermi, correre e pressare per tutta la partita. Sappiamo che il Napoli è superiore tecnicamente quindi non dovremo farli ragionare".

A proposito dell'autore

Post correlati

Translate »