"IN C TI PRENDONO A CALCI, SPERO TANTO NELLA B"

"IN C TI PRENDONO A CALCI, SPERO TANTO NELLA B" src=
Emanuele Calaiò è stata la ciliegina sulla torta del mercato invernale del Napoli. Il club di De Laurentiis crede ciecamente nelle qualità dell’attaccante siciliano anche se il bomber azzurro non ha certo espresso ancora tutto il suo potenziale. Giocare in C gli ha procurato grandi difficoltà di ambientamento per questo Emanuele spera nel ripescaggio in serie B.

A mente fredda, com’è lo stato d’animo dopo la sfortunata finale di Avellino?

"E’ chiaro che la delusione sta man mano sparendo anche se quando penso a quella partita mi viene ancora tanta rabbia. Ora dobbiamo ricaricare le pile per ripartire alla grande in vista della prossima stagione".

Cos’è mancato, secondo te, al Napoli per vincere il campionato?

"Non possiamo colpevolizzarci. A gennaio il Napoli ha cambiato completamente volto: sono arrivati nove calciatori più l’allenatore. Nonostante tutto siamo riusciti a risalire diverse posizioni fino ad arrivare terzi al termine della regular season. La finale di Avellino, poi, è andata come tutti sanno. Chiunque ha visto la partita non può credere che il Napoli non abbia vinto".

Sei pentito della scelta che hai fatto a gennaio?

"Quando uno fa delle scelte non se ne deve mai pentire. Sono venuto a Napoli consapevole che c’era un progetto di cinque anni. Sinceramente qui mi trovo benissimo con la mia famiglia. C’è un’ottima società, seria e ambiziosa e il pubblico è fantastico".

Che ne pensi della conferma di Reja da parte della società?

"E’ un ottimo allenatore e da gennaio ha avuto un ruolino di marcia eccezionale. E’ riuscito a creare un grande gruppo. Non ci ha portati in serie B solo per una questione di sfortuna. Reja, inoltre, ha sempre allenato tra serie A e B ma anche in C ha fatto benissimo quest’anno".

Emanuele, sinceramente, credi nel ripescaggio in serie B?

"Francamente sono molto fiducioso. A sentire Galliani e Carraro ci sono buone possibilità di ripescaggio. Il Napoli, comunque, sarà attento e vigile sui bilanci delle altre squadre. Napoli merita ben altri palcoscenici. Non può andare a giocare con Gela o Pizzighettone, con tutto il rispetto per queste due squadre".

Se proprio ci dovremo rassegnare a giocare in C per un’altra stagione, per te rappresenterebbe un problema?

"Sarà un problema perché non ci ho mai giocato, a parte quest’anno. Sinceramente non sono abituato. Ho bisogno di spazi, in C, invece, ti prendono solo a calci. Con questo non dico che i difensori quando mi vedono devono spianarmi la strada ma in B è tutta un’altra cosa. La C per me è dura come lo è per Napoli per questo spero che a settembre ci ritroveremo a giocare in B ".

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »