Il Ringhio contagioso!

Dopo le due estasianti vittorie contro Lazio e Juventus, il Napoli di Gennaro Gattuso è tenuto a continuare questa striscia che porterebbe il Napoli a meno 9 dalla zona Champions League, di fronte la Sampdoria di Ranieri, definito in conferenza dallo stesso Gattuso come un vecchio marpione, tecnico grandioso ed un gran signore. In cerca della ritrovata maturità infatti il tecnico degli azzurri dopo le pesanti esclusioni di Fabian e Demme per attacchi febbrili, schiera in campo un consueto 4-3-3, a centrocampo Elmas, Lobotka e Zielinski, Di Lorenzo centrale accanto a Manolas e il consueto attacco con Insigne, Callejon e Milik. Risponde Ranieri con un 4-4-2 con Quagliarella e Gabbiadini in attacco.

PRIMO TEMPO

Napoli subito aggressivo, tiene palla e cerca sempre l’imbucata giusta, si chiude bene la Samp, ma al 2′ minuto dopo un bel cross dalla sinistra incorna Milik sul secondo palo, spiazzando Audero. Continua il palleggio insistente da parte del Napoli, con la Sampdoria che sembra non essere mai scesa in campo, all’11’ Milik tira in porta da fuori area, parata semplice per il portiere dei genovesi. Al 15′ arriva il 2-0 che porta la firma di Elmas che da calcio d’angolo piazza il pallone sul palo lontano, ma al 25′ risponde la Samp dimezzando lo svantaggio con Quagliarella con un gol da cineteca in mezza girata su cross di Ekdal. Galvanizzata dal gol la squadra di casa continua a pressare alto, giocando su gli errori del Napoli, al 37′ provano ad uscire dalla morsa apparente i partenopei con una girata di testa di Milik uscita di poco a lato. Al 37′ contropiede da manuale della squadra di Ranieri, sbaglia praticamente a porta vuota Ramirez centrando in pieno il palo alla sinistra di Meret. Al 43′ altra girata di testa di Milik parata in maniera esemplare da Audero, finisce cosi uno splendido primo tempo.

SECONDO TEMPO

Inizia il secondo tempo con una Samp molto aggressiva sui portatori di palla azzurri, al 48′ tiro di Quagliarella di poco a lato. Vanificato questo momento al 55′ con una rovesciata di Ramirez su ribattuta di Di Lorenzo, annullato subito al VAR per un precedente tocco di mano di Gabbiadini, sul quale è partito il contropiede. Al 60′ palo di Insigne su un tiro di sinistro partito da limite dell’area, batte a rete Zielinsky che però è in fuorigioco. Ma nonostante ciò la Sampdoria è sempre sul pezzo, cercando il pareggio in tutto e per tutto. Al 71′ episodio molto dubbio su Quagliarella, presunto contatto in area di rigore da parte di Manolas, La penna va a vedere al VAR e concede rigore per i blucerchiati, trasformato da Gabbiadini. Al 83′ su ribattuta in area da parte di Insigne, la mette dentro a portiere battuto Diego Demme appena entrato in campo e fa il 3-2. Molta sofferenza nel recupero molto ampio concesso dal direttore di gara, ma al 96′ c’è ancora tempo per il quarto gol, a segno Dries Mertens su errore pazzesco in uscita di Audero e si trova la porta spalancata. Si conclude con una vittoria da parte degli azzurri di “Ringhio” che si portano così a meno 9 dalla zona Champions League. 

Tabellino:

SAMPDORIA (4-4-2): Audero, Thorsby, Tonelli, Colley, Murru; Ramirez (Maroni 67′), Linetty, Ekdal, Jankto (Vieira 78′); Gabbiadini, Quagliarella (Bonazzoli 76′). All. Ranieri

NAPOLI (4-3-3): Meret, Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Elmas (Politano 77′), Lobotka (Demme 60′), Zielinski; Insigne, Milik, Callejon (Mertens 72′). All. Gattuso

 

ARBITRO: LA PENNA

ASSISTENTI: PASSERI – LONGO

IV: SACCHI

VAR: MAZZOLENI

AVAR: PAGANESSI

Ammoniti: Elmas 42′, Jatko 42′,  Ekdal 46′, Ramirez 57′, Linetty 87′, Demme 93′, Politano 95′

Espulsi:

Marcatori: Milik 3′, Elmas 16′, Quagliarella 26′, Gabbiadini 73′, Demme 83′, Mertens 96′

Recupero: 0′ p.t, 7′ s.t

A proposito dell'autore

Francesco Reale

Mi chiamo Francesco Reale, sono nato a Napoli ed ho 22 anni. Mi sono diplomato all’I.S.S Giancarlo Siani di Napoli ed attualmente frequento il secondo anno di università, presso la Federico II di Napoli, alla facoltà di lingue, culture e letterature moderne europee.

Post correlati

Translate »