IL PARMA SOCCOMBE AL SAN PAOLO SOTTO I COLPI DI CAVANI, PANDEV E INSIGNE.

IL PARMA SOCCOMBE AL SAN PAOLO SOTTO I COLPI DI CAVANI, PANDEV E INSIGNE. src=

Napoli (3-5-2): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica (1’ st Gamberini); Maggio, Dzemaili, Inler (19’ st Behrami), Hamsik, Zuniga; Pandev, Cavani (31’ st Insigne). A disposizione: Rosati, Colombo, Grava, Fernandez, Dossena, Mesto, Donadel, El Kaddouri, Vargas. All. Mazzarri.

Parma (3-5-2): Mirante; Zaccardo, Paletta, A. Lucarelli, Rosi (34’ st Palladino); Galloppa, Valdes, Parolo (21’ st Acquah), Gobbi; Belfodil, Ninis (13’ st Pabon). A disposizione: Pavarini, Fideleff, Benalouane, Morrone, Musacci, Bajza, Arteaga. All. Donadoni.

Arbitro: Gervasoni di Mantova.

Assistenti di linea: Bianchi-Rosi.

Assistenti d’area: Massa-Di Bello.

Quarto uomo: De Pinto.

Marcatori: 3’ pt Cavani (N), 39’ pt Pandev (N), 44’ pt Parolo (P), 33’ st Insigne (N).

Ammoniti: Mirante (P), Galloppa (P), Rosi (P), Inler (N), Valdes (P).

Angoli: 1-6 per il Parma.

Possesso palla: 48%-52% per il Parma.

Recupero: 1’ pt, 4’ st.

Napoli che vince e convince. Ottima la prestazione di Pandev, tornato in campo dopo circa un mese per la squalifica rimediata in Supercoppa. Cavani è apparso unpo’ stanco e poco lucido sotto porta, possibile causa il fuso orario. Bene anche Maggio. Chiude il cerchio Insigne, entra e segna al primo pallone toccato. Mazzarri non poteva festeggiare al meglio le 300 panchine nella massima serie.

Le formazioni – Nel Napoli defezione di Britos per un problema alla coscia, al suo posto Aronica. A completare il terzetto difensivo davanti a De Sanctis ci sono Campagnaro e Cannavaro. Sugli esterni aggirano Maggio e Zuniga, quest’ultimo preferito a Dossena; in mediana Dzemaili vince il ballottaggio con Behrami, al suo fianco in cabina di regia c’è Inler; un po’ più avanti troviamo Hamsik alle spalle di Cavani e Pandev, ritornato in campo dopo la squalifica. Nel Parma Mirante in porta, linea difensiva composta da Paletta e Lucarelli centrali, Zaccardo e Rosi sulle fasce; in mediana troviamo Valdes e Parolo, sugli esterni Galloppa e Gobbi; in attacco Belfodil e Ninis. Non convocati Amauri e Biabiany per infortunio.

Primo tempo – Parte subito forte il Napoli che al 3’ passa in vantaggio: Hamsik serve in profondità Pandev che anticipa Mirante ma viene steso dallo stesso estremo difensore gialloblu. Calcio di rigore. Dagli undici metri Cavani non sbaglia. 7’, grande assist di Pandev a scavalcare la difesa per Cavani, il suo diagonale sinistro si spegne di poco fuori. 8’, ci prova il Parma con Galloppa, De Sanctis in uscita gli chiude lo specchio della porta. All’11’ ci prova Parolo da distanza quasi impossibile, para De Sanctis. 23’ si fa pericoloso ancora il Parma con Gobbi, sinistro a mezza altezza respinto con i pugni da De Sanctis. Napoli che si propone in contropiede mancando spesso l’ultimo passaggio utile per arrivare in porta. 25’, punizione dal limite di Pandev, Mirante respinge con i pugni faticosamente. 29’, tiro sporco di Valdes che si spegne sul fondo. 33’, angolo dalla destra di Galloppa, Lucarelli colpisce di testa ma De Sanctis è attento e blocca senza problemi. Raddoppio del Napoli al 39’: grande invenzione di Cavani per Hamsik che scatta sul filo del fuorigioco, palla a centro area per Pandev che insacca. 2-0 e partita tutta in discesa per la squadra di Mazzarri. Ancora Napoli: 43’, punizione di Dzemaili dai 20 metri, palla che colpisce il palo esterno ed esce fuori. Al 44’ il Parma accorcia le distanze con Parolo che sfrutta un’ingenuità della difesa del Napoli e di testa segna la rete del 2-1. Al 46’, ci prova Galloppa da fuori area, palla a lato. Napoli che è partito alla grande ma nella fase centrale della prima frazione di gioco è calato un po’. Pagata la disattenzione nel finale con la rete di Parolo.

Secondo tempo – Aronica è costretto a lasciare il campo per un infortunio occorso nel primo tempo, al suo posto entra Gamberini: l’ex fiorentino si posiziona sul centro destra, Campagnaro sul centro sinistra. 4’, tiro di Valdes dalla lunga distanza, palla alta sopra la traversa. 6’, contropiede del Napoli con Maggio che serve in area Cavani ma sopraggiunge di un soffio Pandev peggio appostato che anticipa involontariamente il compagno di squadra. Ancora contropiede all’8’ con Hamsik, passaggio sulla destra per Pandev che serve Cavani da solo in area, tiro dell’uruguaiano di prima intenzione e miracolo di Mirante che respinge di piede. Ci prova Inler al 9’ con un’azione personale, fiondata di destro da dentro area, palla alta sulla traversa. Napoli che spreca tre occasioni da goal nitide. Al 13’ il Parma sostituisce Ninis con Pabon. 19’, nel Napoli entra Behrami per Inler. Nel Parma al 21’ Acquah rileva Parolo. 24’, discesa repentina di Campagnaro che arriva in area di rigore ma spreca malamente con un cross sballato. 31’, Insigne rileva uno stanco Cavani. Mossa azzeccata. Il furetto di Frattamaggiore fa valere subito la sua classe: passaggio filtrante di Pandev per lo stesso Insigne che a tu per tu con Mirante firma il 3-1. Per lui primo goal al San Paolo e in serie A. 34’,per la formazione ducale entra Palladino ed esce Rosi. 41’, azione del Parma con Palladino che crossa a centro area, uscita a vuoto di De Sanctis, palla in mezzo di Valdes per lo stesso Palladino che sporca per Belfodil, il francese da posizione ottima a porta vuota mette la palla fuori. 46’, ci prova Palladino con un tiro a giro di destro, palla a lato. Dopo quattro minuti di recupero termina il match. Un Napoli cinico e convincente sotto il piano del gioco piega un Parma che ha giocato a viso aperto. Da migliorare qualche disattenzione difensiva sicuramente evitabile. Tra quattro giorni si ritorna in campo contro l’Aik Solna per l’Europa League e vero banco di prova per il Napoli 2. Il primo Napoli fa già paura.

A proposito dell'autore

Post correlati

Translate »