IL NAPOLI VOLA SULLE ALI DELL’IMMENSO CAVANI

IL NAPOLI VOLA SULLE ALI DELL’IMMENSO CAVANI src=

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis, Campagnaro, Gamberini, Britos, Maggio, Behrami, Inler (64’Dzemaili), Zuniga, Hamsik (87’Insigne), Pandev (80’Mesto), Cavani. Panchina: Rosati, Colombo Uvini, Fernandez, Dossena, Donadel, El Kaddouri, Vargas. Allenatore: Mazzarri

Roma (4-3-3): Goicoechea, Piris (81’Florenzi), Burdisso, Castan, Balzaretti, Bradley, De Rossi, Pjanic, Lamela, Destro (63’Osvaldo), Totti. Panchina: Lobont, Stekelenburg, Dodò, Romagnoli, Tachtsidis, Perrotta,  Marquinho. Allenatore: Zeman

Arbitro: Paolo Tagliavento di Terni. Assistenti di linea: Tonolini-Giordano. Assistenti di porta: Rocchi-De Marco. IV uomo: Musolino

Marcatori: 4’ Cavani, 47’ Cavani, 69’Cavani, 72’Osvaldo, 90’Maggio

Ammoniti: 19’ Pjanic, 22’ Campagnaro, 24’ Totti, 31’ De Sanctis, 90’ Maggio

Espulsi: 74’ Pjanic

Minuti di recupero: 0’p.t, 4’s.t. 

Pre-partita: La partita più interessante della giornata va in scena al San Paolo e lo spettacolo non dovrebbe mancare. Nei piani alti vince solo la Lazio, mentre tutte le altre cadono in maniera abbastanza clamorosa. Ghiotta occasione quindi per Napoli e Roma in ottica piazzamento Champions League, andiamo ora a vedere gli schieramenti proposti dai due mister. Il Napoli si schiera con la squadra annunciata alla vigilia: De Sanctis in porta, trio difensivo composto da Campagnaro, Britos e Gamberini, a centrocampo sulle fasce il duo Zuniga-Maggio, mentre in mezzo ci sono Inler e Behrami, completa il tutto il trio d’attacco composto da Hamsik dietro le due punte Pandev e Cavani. I giallorossi rispondono con Goicoechea tra i pali, difesa composta da Piris e Balzaretti sugli esterni e Castan Burdisso i due centrali, a centrocampo troviamo Bradley, De Rossi e Pjanic, in avanti troviamo il tridente composto da Lamela, Destro e Totti.

Primo tempo: Il match inizia subito con i ritmi alti e con gli azzurri che sembrano decisi a sbloccare il risultato. Hamsik lancia Cavani sulla fascia sinistra, il Matador tenta di rientrare sul destro ma viene fermata da Piris, siamo al 2’ minuto. Pandev si fa spazio al limite dell’area giallorossa, grande assist per Cavani che non sbaglia, azzurri in vantaggio al 4’. La Roma inizia a proporsi in avanti nell’immediato tentativo di riequilibrare la partita, Totti si procura una punizione al 10’ ma calcia su Zuniga. Ancora Totti al 14’ cerca un lancio per Bradley che scivola, fase accesa con le ammonizioni per Pjanic e Campagnaro. Il Napoli sfrutta gli spazi lasciati dalla squadra di Zeman, al 23’ una grandissima giocata dell’ispirato Pandev per Cavani, ma il tutto produce solo un calcio d’angolo. La Roma riprende in mano il match in questa fase della partita, ma un bravissimo De Sanctis si oppone prima a Destro al 34’ e poi a Pjanic al 37’. All’ultimo minuto Pandev scatta in contropiede ma perde il tempo per l’ultimo passaggio a Maggio, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

Secondo tempo: La ripresa inizia senza cambi, siamo convinti che lo spettacolo non mancherà. Il Napoli al 47’ conquista un calcio d’angolo, palla in mezzo raccolta da Cavani che di controbalzo scaglia la palla in rete, raddoppio azzurro. Ancora i partenopei che sembrano un’onda senza possibilità di essere arginata, Hamsik, lanciato dall’immenso Matador, ha sul piede la palla del 3-0, ma dopo aver saltato il portiere non riesce a gonfiare la rete, siamo al 55’. Intanto i giallorossi cercano una scossa sostituendo l’impalpabile Destro con Osvaldo, ed è proprio quest’ultimo al 67’ a creare una pericolosissima azione su cui De Sanctis salva, dopodiché Bradley sbaglia a porta vuota. Ripartenza Napoli che conquista un calcio d’angolo, batte Pandev e di testa svetta lui, l’implacabile e immenso Cavani, tripletta e show personale. Sussulto d’orgoglio giallorosso con Osvaldo, che su assist splendido di Pjanic, accorcia le distanze al 72’. Proprio il bosniaco, due minuti dopo, si fa espellere per un brutto fallo su Hamsik. Per gli azzurri ora si aprono grandi praterie, all’83’ Cavani viene atterrato in area dall’estremo difensore giallorosso, rigore netto che l’arbitro incredibilmente non fischia. Siamo al 90’, ennesimo contropiede che questa volta coinvolge Christian Maggio, il primo tiro viene respinto da Goicoechea, sul secondo tentativo non vi è nulla da fare, poker Napoli e festa sugli spalti. L’arbitro dopo 4’ minuti di recupero manda tutti negli spogliatoi. Bellissima vittoria per gli uomini di Mazzarri che travolgono la Roma e prendono tre punti importantissimi. Partita vivace giocata sempre a viso aperto, la differenza l’ha fatta un alieno di nome Cavani e la splendida serata di Goran Pandev. Da sottolineare anche la prestazione strepitosa del guerriero Behrami e del folletto Zuniga, oltre all’ottimo De Sanctis, ma la squadra in generale non ha demeritato. Attendendo i primi rinforzi ad inizio settimana, gli azzurri si rilanciano alla grande in campionato planando al terzo posto a sole due lunghezze dalla Lazio. Il 2013 inizia nei migliori dei modi, e l’obiettivo ora è trovare la giusta continuità per poter ambire in maniera decisa a grandi traguardi, per tutto il resto ci pensa il capocannoniere della serie A, Edinson Cavani 16 reti e tanta voglia di non fermarsi più.

A proposito dell'autore

Post correlati

Translate »