IL NAPOLI VOLA CON LA CLASSE DEI SUOI TOP PLAYER

IL NAPOLI VOLA CON LA CLASSE DEI SUOI TOP PLAYER src=

Napoli (3-5-1-1): De Sanctis, Campagnaro, Fernandez, Gamberini, Maggio, Behrami, Inler, Zuniga, Hamsik ( 87’ Dzemaili), Pandev (55’ Insigne) , Cavani. Panchina: Rosati, Colombo Aronica, Grava, Uvini, Donadel, Dossena, Mesto, El Kaddouri, Vargas. Allenatore: Mazzarri.

Udinese (3-5-1-1): Brkic, Benatia, Danilo, Domizzi, Pereyra ( 80’ Faraoni), Allan, Pinzi (61’ Ranegie), Lazzari, Pasquale, Maicosuel, Di Natale (78’ Barreto). Panchina: Padelli, Angella, Coda, Gabriel Silva, Williams, Heurtaux, Armero, Favaro, Fabbrini Allenatore: Guidolin.

Arbitro: Doveri di Roma. Assistenti di linea: Liberti-De Luca. Assistenti di porta: Massa-Baracani. IV uomo: Petrella

Marcatori: 29’ Hamsik, 43’ Pinzi, 46’ Pandev

Ammoniti: 26’ Hamsik, 69’ Danilo, 73’ Maicosuel, 77’ Benatia, 83’ Maggio

Espulsi: 77’ Guidolin

Minuti di recupero: 1’ p.t 5’ s.t.

Pre-partita: Al San Paolo arriva l'Udinese di Guidolin e Di Natale, il Napoli schiera tutti i titolarissimi, eccetto lo squalificato Paolo Cannavaro, dopo la figura barbina in Europa League. La Juventus nel pomeriggio ha battuto il Siena e gli azzurri devono vincere per rimanere agganciati ai bianconeri. Questi gli undici scelti da mister Mazzarri: in porta De Sanctis, difesa a tre con Campagnaro, Fernandez e Gamberini, sulle fasce agiranno Maggio e Zuniga, in mediano figura il trio composto da Inler, Behrami e Hamisk, completano la formazione il duo d'attacco con Pandev in appoggio a Cavani. L'Udinese risponde con Brkic in porta, la difesa a tre con Benatia, Danilo e Domizzi, a centrocampo agiranno Allan, Pinzi e Lazzarri in mediana, con Pereyra e Pasquale sulle fasce, in avanti i friulani completano con la coppia Maicosuel-Di Natale.

Primo tempo: Nei primi minuti le squadre sono in fase di studio reciproco, al 4’ su un cross di Hamsik per poco non pasticcia l’estremo difensore dell’Udinese Brkic. Di Natale ruba il tempo a Gamberini su cross di Pasquale ma la palla termina fuori, tutto ciò avviene al 6’. Pandev innesca Hamsik che da fuori area effettua un bel tiro che Brkic respinge, al 7’ il Napoli si fa minaccioso. L’Udinese gioca bene in questa frazione di match e si tiene in zona d’attacco, ma il tutto non sortisce nulla di concreto, siamo al 13’. Gli azzurri rispondono ancora con Hamsik al 15’, ma il suo tiro è troppo debole per impensierire l’estremo difensore friulano. Al 16’ Pereyra sfugge a Zuniga, sul cross salva Campagnaro. Pandev crossa in area per Cavani, colpo di testa a botta sicura del Matador ma Brkic blocca sulla linea di porta, al 20’ siamo ancora sullo 0-0.  Al 26’ clamoroso tocco di braccio in area di Pinzi, l’arbitro non vede e ammonisce Hamsik per le proteste. Grande colpo di tacco di Cavani per Maggio che mette in mezzo per Hamsik, splendido inserimento dello slovacco e palla in rete, al 29’ il Napoli passa in vantaggio. Al 37’ bella azione della squadra ospite con cross finale di Pasquale, ma De Sanctis è puntuale nel suo  intervento. Al 41’ grande affondo di Cavani in area che serve Pandev liberissimo, ma il macedone non arriva sul pallone, occasione gettata al vento. Maicosuel innesca in area Pinzi lasciato solissimo, tiro di destro e palla in rete, al 43’ è il gol del pareggio. Il Napoli tenta l’ultima sortita offensiva prima del fischio dell’arbitro, Cavani appoggia per Inler che pesca Pandev in area, girata dell’attaccante e palla in rete, al 46’ gli azzurri si riportano di nuovo in vantaggio. Dopo un minuto di recupero si chiude la prima frazione di gioco, partita non facile per gli uomini di Mazzarri che riescono a chiudere sopra di un gol.

Secondo tempo: Le squadre si ripresentano sul terreno di gioco senza alcun cambio, inizia la ripresa. Al 48’ Inler serve Pandev che non trova il pallone, azione sfumata. Calcio d’angolo di Di Natale, Maggio per poco non trova l’autogol, siamo al 52’. Inler sembra un altro calciatore rispetto al primo tempo, con una grande azione al 57’ va al tiro ma non trova lo specchio della porta. Lo stesso svizzero serve un buon pallone ad Hamsik al 58’, lo slovacco però scivola. Fino all’88’ non accade nulla di rilevante e la gara scivola via tra sostituzioni e cartellini gialli. All’89’ grandissima occasione per Lorenzo Insigne che si presenta solo davanti a Brkic ma spara sul portiere, terzo gol gettato al vento. Intanto l’arbitro Doveri assegna cinque minuti di recupero, ci sarà ancora da soffrire. Al 96’grande azione di Faraoni che spara un diagonale che sibilla l’incrocio dei pali, un lungo brivido passa sulla schiena di tutti i tifosi napoletani. Intanto non accade più nulla e l’arbitro manda tutti negli spogliatoi, il Napoli batte l’Udinese per 2-1. Vittoria importantissima per gli azzurri che si riportano in testa e si preparano al meglio per il big match del 20 Ottobre fuori casa contro la Juventus. Questa squadra si dimostra sempre più matura, sapendo soffrire nei momenti difficili e dimostrando una tenuta difensiva da grande squadra. Da applaudire anche la prova degli avversari che hanno disputato una buona partita. Nel secondo tempo abbiamo rivisto per un po’ l’Inler che conoscevamo prima di approdare sotto le pendici del Vesuvio, speriamo di averlo ritrovato definitivamente. 

Translate »