IL NAPOLI PERDE LA PARTITA E LA FACCIA

IL NAPOLI PERDE LA PARTITA E LA FACCIA src=

Il Napoli è riuscito nell'impresa di perdere la quarta trasferta consecutiva contro una Roma incerottata che è apparsa tutto tranne che una squadra irrestitibile. Il Napoli si è sì inchinato alla bravura di Totti ma anche alla sua pochezza tecnico- tattica. Non è possibile che dopo aver trovato il vantaggio ed aver giocato un discreto primo tempo, cosi come a Genoa non si è stati abbastanza cinici nel chiudere il match. Nella ripresa poi il solito deja vu', la squadra subisce il gol degli avversari e scompare letteralmente dal campo. Nemmeno un mezzo tiro nella ripresa, insomma la grinta vista oggi non è bastata, se poi si sta in campo come dei fantasmi senza sapere cosa fare. Dispiace dirlo, ma poichè non si potranno cambiare 20 giocatori, tocca all' allenatore farsi da parte per dare una scossa all' ambiente. Donadoni pagherà non solo sue responsabilità, sappiamo bene che Marino ha assemblato la squadra in modo irrazionale e con delle lacune palesi. Tuttavia anche l'allenatore bergamasco è sembrato frastornato, ha insistito in modo testardo con la difesa a tre che da oggi è la peggiore difesa del torneo. La gestione di alcuni uomini è sembrata poi discutibile. E' il caso dell' ostracismo verso Denis e Santacroce, il fatto poi di fare giocare fuori ruolo Zuniga e Datolo. Ripetiamo non ha lui tutte le colpe, ma purtroppo sarà lui a pagare le scellerate scelte di Marino che ha buttato fumo negli occhi portando a Napoli  giocatori che si sono dimostrati molto mediocri. Speriamo che il nuovo tecnico possa con un nuovo modulo far rendere al meglio questa rosa, che oramai si è abituata da gennaio a questa parte a perdere le partite e non a reagire. Oggi si è persa la faccia, si è perso contro una Roma rabberciata, mediocre, stanca per l' impegno in Uefa e soprattutto in dieci uomini per diversi minuti.

LE PAGELLE

De Sanctis 6 Una buona parata su Perrotta nel primo tempo ed un'altra nella ripresa, purtroppo è il portiere piu' battuto del torneo.

Cannavaro 5 Una prestazione insufficiente, va in difficoltà sulla fascia destra e già lo si sapeva

Rinaudo 5,5 Sicuramente quello piu' positivo della difesa azzurra, si perde pero' in falli inutili

Contini 4,5 E' l'ombra del Matteo che conoscevamo, si fa uccellare come un dilettante da Totti sul secondo gol

Maggio 5,5 Un buon primo tempo, qualche buon taglio, va vicino al gol, nella ripresa scompare anche lui

Cigarini 5,5 Qualche buon lampo, qualche discreta giocata, ma a livello di personalità latita

Gargano 6 Sicuramente in ripresa, lotta e combatte fino alla fine insieme al Pocho

Datolo 6- In fase offensivo è efficace, belle sovrapposizioni con Hamsik, quando deve fare la fase di non possesso e retrocedere, spesso non fa la linea e la squadra non riesce a fare l' off side

Hamsik 6 Una partita ordinata, dei buoni lampi, belle sovrapposizioni, è sempre uno dei piu' in forma

Lavezzi 6,5 All' Olimpico è sempre in forma, sempre in gol ed è l' unico con le sue piroette a mettere in difficoltà la difesa azzurra

Quagliarella 4 Dispiace ma è spettatore non pagante, non gli viene servito un pallone degno di questo nome. Come attenuante è da dire comunque che non è nella forma migliore

Hoffer 5,5 Un colpo di testa e nulla piu' per l'austriaco

Zuniga e Denis n.g

Donadoni 5 Primo tempo discreto del Napoli, nella ripresa la sua squadra è scomparsa, sostituzioni impalpabili. Insiste con la difesa a tre, chiude poi con il 4-2-4, in cui per molto tempo il quarto a sinistra lo fa il povero Datolo…

Banti 6,5 Ha dimostrato di essere un ottimo arbitro, sempre vicino all'azione, puntuale.    

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »