Il Napoli impatta ancora a Reggio Emilia: è finita la benzina…e anche la speranza

Il posticipo pomeridiano della trentesima giornata di Serie A vede opporsi Sassuolo e Napoli. Dopo due settimane di sosta, per gli impegni delle Nazionali, gli azzurri scendono in campo al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia per continuare la loro corsa verso il sogno Scudetto. Maurizio Sarri è costretto a relegare in panchina Hamsik: al suo posto dentro Zielinski; in difesa recupera in extremis Elseid Hysaj. Il Sassuolo risponde con un 3-5-2 rinunciando alla punta di peso per tentare di far male agli avversari con i due fantasisti, Berardi e Politano.

 

PRIMO TEMPO

Il Napoli si rende subito pericoloso: Mertens va via sulla fascia destra e mette un cross precisissimo al centro, sul quale si avventa Callejon che di testa batte Consigli; la rete viene tuttavia annullata a causa di off-side. Un minuto più tardi gli azzurri vanno nuovamente vicinissimi al bersaglio con la solita combinazione tra Jorginho e Insigne: il numero 24 calcia al volo con il destro, trovando la respinta dell’estremo difensore emiliano. I neroverdi, come era ampiamente prevedibile,  giocano con un’aggressività smisurata non esitando a compiere interventi piuttosto duri sugli avversari. Alla prima vera occasione creata dai padroni di casa, i partenopei vanno sotto nel punteggio: al 22’in occasione di una punizione Peluso stacca più in alto di tutti e colpisce il palo, sulla ribattuta si avventa Politano che lasciato tutto solo manda in vantaggio il Sassuolo. Immediata risposta del Napoli, che sciupa una chance clamorosa con Insigne, reo di aver sciupato un gol fatto dinanzi a Consigli. Al 39’Mario Rui mette un pallone teso in mezzo che Callejon non riesce ad agguantare per una questione di centimetri. Qualche secondo più tardi Insigne spreca ancora l’impossibile sotto porta esaltando i riflessi di Consigli, anche fortunato nella circostanza. Gli uomini di Sarri sono davvero irriconoscibili e commettono una quantità industriale di errori in fase di impostazione; si va cosí all’intervallo sul punteggio di 1-0 per il Sassuolo.

 

SECONDO TEMPO

Inizio di ripresa ancora di marca neroverde: Politano approfitta di un erroraccio di Koulibaly e parte verso la porta, il suo mancino viene respinto in modo tutt’altro che ottimale da Reina, sulla ribattuta sbaglia tutto Berardi. Continua la guerra agonistica del Sassuolo che con garra e cattiveria riesce a chiudere ogni linea di passaggio agli azzurri, sempre più appannati. Maurizio Sarri si sveglia dal torpore decidendo di passare al 4-2-3-1 con il conseguente ingresso in campo di Milik in luogo di Jorginho. Il polacco si mette subito in mostra con un colpo di testa che termina di poco alto. All’80’Milik ci prova ancora con una sforbiciata sulla quale si oppone perfettamente Consigli. Un minuto dopo Mario Rui crossa al centro, la palla sbuca tra un groviglio di gambe prima di essere depositata nella porta sbagliata da Rogerio. Nel finale Milik, mandato in campo troppo tardi, colpisce la traversa con una mezza rovesciata. Finisce qui la partita: un Napoli irriconoscibile e a corto di fiato impatta a Reggio Emilia contro una compagine oltremodo modesta. Ora le speranze dei partenopei sono ridotte al lumicino: tutti devono assumersi le proprie responsabilità..

 

 

 

 

IL TABELLINO DELLA GARA

Sassuolo (3-5-2)- Consigli; Goldaniga, Acerbi, Peluso; Lirola, Mazzitelli (dal 33’s.t.Cassata), Sensi (dal 39’s.t.Magnanelli), Missiroli, Rogerio; Berardi (dal 28’s.t. Ragusa), Politano.

A disposizione: Pegolo, Pierini, Adjapong, Lemos, Dell’Orco, Biondini, Duncan, Matri, Babacar.    All. Giuseppe Iachini

Napoli (4-3-3)- Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan (dal 38’s.t.Diawara), Jorginho (dal 20’s.t. Milik), Zielinski; Callejon, Mertens (dal 30’s.t.Hamsik), Insigne.

A disposizione: Sepe, Rafael, Maggio, Chiriches, Tonelli, Milic, Rog, Machach, Ounas.   All. Maurizio Sarri

Arbitro: Michael Fabbri (sez. Ravenna)

Assistenti: Alassio e Del Giovane

IV uomo: Gavillucci

VAR: Banti e Tegoni (AVAR)

Ammoniti: Albiol, Peluso, Jorginho, Berardi, Goldaniga, Cassata, Ragusa.

Recupero: 2 p.t., 5 s.t.

Marcatori: 22’p.t. Politano, 36’s.t. aut.Rogerio.

 

 

 

 

 

 

 

 

A proposito dell'autore

Giuseppe Lombardi

Post correlati

Translate »