IL NAPOLI FA 104: ANCORA UN RECORD PER LA SQUADRA DI BENITEZ

IL NAPOLI FA 104: ANCORA UN RECORD PER LA SQUADRA DI BENITEZ src=

Napoli (4-2-3-1): Doblas; Maggio, Henrique, Britos, Ghoulam; Jorginho (33' st Lasicki), Dzemaili (13' st Zuniga); Callejon (1' st Radosevic), Mertens, Insigne; Zapata A disp.: Reina, Colombo, Fernandez, Mesto, Inler, Reveillere, Pandev. All.: Benitez

Hellas Verona (4-3-3): Nicolas; Cacciatore (8' st Gomez), Moras, Marques (23' st Rabusic), Agostini (12' st Albertazzi); Sala, Donadel, Hallfredsson; Iturbe, Toni, Marquinho.

A disp.: Rafael, Gonzalez, Cirigliano, Donsah, Jankovic, Cacia. All.: Mandorlini

Arbitro: Pairetto. Di Francesco- Tasso.

IV: Stallone

ADD1: Peruzzo

ADD2: Tommasi

Marcatori: 5' Callejon, 12' e 25' Zapata, 16' st e 32' st Mertens (N); 20' st Iturbe (V)

Ammoniti: Callejon, Radosevic (N); Agostini (V)

FORMAZIONI – Tra le fila del Napoli esordio dal primo minuto per Toni Doblas. In avanti tutto confermato, mentre in mediana coppia formata da Dzemaili e Jorginho. Mandorlini sceglie l’ex Donadel come capitano; in avanti conferma il tridente Iturbe-Toni-Marquinho.

DOPPIO ZAPATA E CALLEJON La squadra di Benitez parte subito fortissimo cercando il gol del vantaggio fin dai primi minuti. Al 5’Callejon trova così il gol del vantaggio, su una bella apertura di insegna, supera Nicolas con un piattone che non lascia scampo al portiere veronese. Il Napoli non si ferma e continua a macinare gioco: Mertens-Insigne-Callejon dialogano sulla trequarti non dando mai punti di riferimento alla retroguardia di Mandorlini. Al 13’ Duvan Zapata trova il raddoppio con una mezza girata sinistra che si deposita nell’angolino della porta difesa da Nicolas. Passano dieci minuti e i partenopei segnano il tris con un’azione da manuale: Callejon pesca al centro, tutto solo, Duvan Zapata che, di testa, insacca a porta vuota. Il Verona sembra non essere sceso in campo, non essendo mai propositivi nella metà campo avversaria. Doblas e difesa non corrono alcun rischio nei primi quarantacinque minuti. Il Napoli si conferma come la squadra che ha segnato di più nei primi tempi di questo campionato, totalizzando così 43 reti nelle prime frazioni di gioco.

GOLEADA NAPOLI  Nell’intervallo Benitez fa entrare Radosevic al posto di Callejon, posizionando così Dzemaili nei tre trequartisti. Il monologo non cambia con il solito Napoli a imbastire gioco, cercando di segnare anche il quarto gol. Iturbe prova qualche incursioni ma la retroguardia partenopea amministra con scioltezza. Al 58’ arriva il momento di Zuniga, che subentra a Dzemaili e, dopo due minuti, Mertens firma il poker sfruttando un’indecisione di Albertazzi, segnando il decimo gol in campionato. Al 66’ arriva il gol del Verona con una punizione di Iturbe che, complice una deviazione involontaria di Zuniga, supera l’incolpevole Doblas. I padroni di casa sono, comunque, in partita continuando così a mettere in difficoltà la difesa di Mandorlini: ci prova Maggio, ma il suo tiro finisce fuori. Al 75’ è il rientrante Zuniga a provarci con un sinistro, ma Nicolas si oppone. Il gioco della compagine di Benitez è caratterizzata soprattutto da piccoli tocchi, di prima, trovando sempre l’uomo più libero. Al 77’ arriva la cinquina con il solito Dries Mertens, che da fuori area, supera Nicolas con un tiro a giro. Ancora una volta una grande prestazione per il folletto belga, condita da due reti. Al minuto 80 arriva anche l’esordio per il giovane difensore della Primavera, Igor Lasicki, che sostituisce Jorginho. Nei minuti finali arriva un’occasione anche per Maggio ben imbeccato da Insigne, ma l’esterno del Napoli non inquadra lo specchio. Al San Paolo termina con un sonoro 5-1 per i partenopei, che chiudono la stagione con una bella prestazione ricca di gol. Con la vittoria di questa sera il Napoli chiude il campionato a 78 punti eguagliando il record della passata stagione.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »