Il fattore H punisce gli orobici : Atalanta-Napoli 1-3

atalanta-napoliHamsik e Higuain (doppietta) guidano il Napoli che sbanca l’Atleti Azzurri d’Italia dopo quasi 6 anni e si conferma secondo in classifica alla sosta natalizia.

FORMAZIONI – Sarri si affida ancora una volta ai suoi “titolarissimi”, con Insigne e Callejon ad affiancare Higuain nel tridente offensivo del 4-3-3 dei partenopei. Reja si schiera in maniera speculare, in campo gli ex Cigarini e Denis, terminale offensivo supportato da Gomez e Moralez.

BRUTTO NAPOLI – Ritmo forsennato ad inizio partita, i padroni di casa partono a mille all’ora e al 2’ vanno ad un passo dal gol con Moralez, che solo davanti a Reina si lascia ipnotizzare dallo spagnolo. Due minuti dopo clamoroso errore di Higuain, imbeccato direttamente da Reina, con il pipita che controlla con il braccio in maniera maldestra a pochi passi da Bassi. Prese le misure gli azzurri iniziano a palleggiare con maggiore tranquillità, e vanno vicino al vantaggio ancora con Higuain, che arriva con il piede troppo morbido sul perfetto suggerimento di Hysaj. La partite scorre via senza particolari sussulti fino al 28’, quando il Napoli crea due potenziali palle gol, ma Higuain prima e Hamsik poi non ci mettono la necessaria determinazione che le occasioni avrebbero meritato. L’Atalanta si fa rivedere dalle parti di Reina al 32’ con Grassi che dal limite dell’area controlla e spara un sinistro che termina di un paio di metri a lato. Il violento mancino di Cigarini, respinto magistralmente da Reina, è l’ultimo flash di un brutto primo tempo per gli azzurri.

HAMSIK-HIGUAIN, CHE VITTORIA!La ripresa inizia sulla falsa riga del primo tempo, l’Atalanta spinge fin da subito con intensità e cattiveria e crea grattacapi al Napoli con pericolosi traversoni dal fondo. Gli azzurri però rispondono subito e al 52’ vanno ad un passo dal vantaggio, ma Bassi devia in angolo la fucilata di Higuain. Pochi secondi e arriva la svolta : De Roon strappa il pallone dalla testa di Higuain con le mani, Rocchi non ha dubbi e fischia il penalty : dalla bandierina, un po’ a sorpresa, va Hamsik, che spara forte sotto la traversa con il pallone che supera nettamente la linea prima di uscire. Neanche il tempo di gioire però, perché l’Atalanta si riversa in avanti e trova subito pareggio con un gran destro di Gomez dal limite, imparabile per Pepe Reina. Al 58’ clamorosa occasione per Higuain : solo davanti a Bassi l’argentino supera l’estremo difensore bergamasco ma calcia alto da posizione defilata. Il Napoli però è più minaccioso e torna in vantaggio al 61’ proprio con il Pipita, bravissimo a girare di testa il perfetto angolo di Insigne. Sulle ali dell’entusiasmo gli azzurri portano avanti una fantastica azione corale al 65’ terminata con un destro al volo di Insigne che lambisce l’incrocio dei pali. L’Atalanta non ci sta a perdere e al 69’ si rende minacciosissima con l’ingresso in area di Gomez, il cui affilatissimo traversone viene miracolosamente sventato da Koulibaly. Al 73’ sciocchezza clamorosa di Jorginho, che ammonito da meno di un minuto interviene con il piede a martello su De Roon, rimediando il cartellino rosso. La pressione estrema dell’Atalanta non produce troppi grattacapi agli azzurri, che all’84’ chiudono il match in contropiede : Hamsik lancia Higuain sul filo del fuorigioco, l’argentino si presenta a tu per tu con Bassi e lo fredda con un perfetto diagonale sul secondo palo, mettendo a segno il 16esimo gol in campionato, allungando ulteriormente in testa alla classifica dei cannonieri. I padroni di casa escono dalla partita e all’89’ subiscono la perentoria serpentina di Mertens, che viene steso in area da Paletta, con annessi rigore ed espulsione per l’Atalantino : Hamsik alza ancora una volta il pallone, ma stavolta il pallone termina sopra la traversa. Il doppio vantaggio consente al Napoli di vivere un finale tranquillo, con 3 punti pesantissimi conquistati prima della sosta natalizia e il secondo posto in coabitazione con la Fiorentina.

 

IL TABELLINO

ATALANTA (4-3-3) : Bassi, Bellini (63’ Raimondi; 78’ Masiello), Stendardo, Paletta, Brivio, Grassi, De Roon (78’ D’Alessandro), Cigarini, Moralez, Denis, Gomez. All. Reja

NAPOLI (4-3-3) : Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan (65’ Lopez), Jorginho, Hamsik, Callejon, Higuain (88’ Maggio), Insigne (72’ Mertens). All. Sarri

Arbitro : Rocchi (Firenze)

Reti : 52’ rig. Hamsik (N), 54’ Gomez (A), 61’ Higuain (N), 84′ Higuain (N)

Ammoniti : Koulibaly (N), Jorginho (N), Cigarini (A)

Espulsi : 74’ Jorginho (N), 90’ (Paletta)

Note : Recupero 0’ p.t. ,  Recupero 4’ s.t.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »