IL DERBY D’ITALA VA ALL’INTER, IMPATTANO MILAN E NAPOLI, BAGARRE IN ZONA RETROCESSIONE, ROMA E SAMP IN RISALITA

E’ nell’anticipo di sabato sera che si gioca la gara più attesa di questa tredicesima giornata,  Inter-Juventus. Il match è deciso da una rete di Muntari a metà ripresa che mette in rete un tiro sbilenco di Ibrahimovic a difesa avversaria immobile. Vittoria meritata sul campo quella degli uomini di Mourinho, che adesso viaggiano primi a quota 30 punti, distaccando di ben sei lunghezze gli acerrimi rivali bianconeri.

Impatta in malomodo il Napoli in casa. Contro il Cagliari i ragazzi di Reja chiudono il primo tempo in vantaggio grazie alla sesta rete stagionale di Marek Hamsik, nel secondo tempo prima si fanno raggiungere da Lopez, poi Lavezzi rimette apposto le cose su calcio piazzato. Ma nei minuti di recupero i rossoblu trovano un insperato pareggio grazie a Daniele Conti. Cagliari che guadagna un punto utile in chiave salvezza, Napoli che raggiunge la Juventus a quota 24.

Ad una lunghezza di distanza troviamo la Lazio che fa 1-1 in casa col Genoa. Di Milito (capocannoniere a quota 11) la rete del momentaneo vantaggio rossoblu,  di Dabo dalla distanza il pareggio laziale. Insieme alla Lazio a quota 23 c’è la Fiorentina che nell’altro anticipo di sabato regola la diretta avversaria Udinese con un sonoro 4-2. Protagonisti del match Montolivo (con due reti) e Mutu (rigore). Di Gilardino, ora a quota 9 reti, l’altra rete dei viola; per i friulani gol di Floro Flores e Di Natale (rigore).

I bianconeri restano a quota 21 punti insieme al Genoa e al Catania, che quest’oggi raccoglie una sonora sconfitta (3-0) sul campo della Sampdoria che sale a 16 punti. Di Cassano (doppietta) e Bellucci le reti blucerchiate.Molte gare oggi decise nei minuti finali tra le quali anche Bologna-Palermo, con i padroni di casa subito in vantaggio grazie alla settima rete in campionato per Di Vaio, si fanno raggiungere a tempo scaduto da una sforbiciata sotto porta di Succi. Gli uomini di Mihajlovic restano penultimi a quota 9 punti, i rosanero raggiungono a quota 17 punti l’Atalanta, battuta per 3-1 al Granillo da un ottima Reggina. Cozza su punizione e Corradi (doppietta) decidono l’incontro, gol della bandiera di Doni allo scadere.

Ancora una sconfitta per il Chievo, sempre più fanalino di coda a soli 6 punti. Nella gara casalinga contro il Siena i clivensi resistono per tutta la partita, spesso rischiando anche il vantaggio, ma si complicano la vita causando due rigori nel finale, trasformati egregiamente da Galloppa e Maccarone. Vittoria che consente ai ragazzi di Giampaolo di raggiungere quota 16 punti insieme alla Sampdoria. Finisce in un pirotecnico 2-2 il posticipo serale tra Torino e Milan. I padroni di casa vanno per primi in vantaggio con Stellone, poi si fanno subito raggiungere da Pato e addirittura superati da Ronaldinho che trasforma una splendida punizione. A 10 minuti dalla fine ci pensa Rosina su rigore a pareggiare i conti. Rossoneri  che restano secondi solitari in classifica, a quota 27; punto importante invece per i granata che salgono a 12 punti insieme al Lecce.

 

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »