IL CIELO E’ SEMPRE PIU’ AZZURRO: MAGGIO DIPINGE, CIGARINI FINALIZZA. MERAVIGLIA NUMERO 14

IL CIELO E’ SEMPRE PIU’ AZZURRO: MAGGIO DIPINGE, CIGARINI FINALIZZA. MERAVIGLIA NUMERO 14 src=

Livorno (3-5-2): De Lucia; Perticone, Rivas, Esposito (15’ st Tavano); Raimondi, Mozart, Moro, Bergvold, Pulzetti (32’ st Marchini); Bellucci, C. Lucarelli. All. Cosmi

Napoli (3-5-1-1): De Sanctis; Campagnaro, P. Cannavaro, Grava; Maggio, Pazienza, Cigarini, Gargano, Aronica (24’ st Dossena); Hamsik (35’ st Zuniga); Denis (48’ st Insigne). All. Mazzarri

Arbitro: Mazzoleni di Bergamo

Marcatori: 46’ pt Maggio, 45’ st Cigarini

Note: ammoniti Raimondi (L), Esposito (L), P. Cannavaro (N), Pazienza (N), De Sanctis (N), E. Filippini (L). Espulso al 44’ st De Lucia per aver preso il pallone con le mani al di fuori della propria area di rigore.

Recupero: 2’ pt, 4’ st.

Quarta vittoria in trasferta per il Napoli. Viste le assenze, nessuno si aspettava una prova cosi tenace e concreta. Azzurri in pressing dal primo all’ultimo minuto. Vantaggio firmato da Maggio: destro a volo e palla a mezza altezza sull’altro palo. Un gioiello. Secondo rigore consecutivo fischiato contro i partenopei: De Sanctis respinge il tiraccio di Lucarelli. Espulso il portiere De Lucia, sulla susseguente punizione Cigarini mette la parola fine al match. 14mo risultato utile consecutivo: Mago Mazzarri e la sua compagnia sono da Oscar.

Primo tempo. Nel Napoli confermato Aronica sull’out sinistro, panchina per Dossena. Nel Livorno esordisce il neo acquisto Bellucci, Tavano escluso dall’undici titolare. Gara un po’ noiosa all’inizio, il Napoli chiude il Livorno nella propria metà campo. Al 19’ destro di Campagnaro da fuori, palla sul fondo. Break partenopeo fino al 37’, quando Pulzetti ci prova con un destro in corsa, palla a lato. L’assenza di Lavezzi si fa sentire, manca il contropiedista che faccia ripartire l’azione. 42’, Lucarelli di testa, palla alta. 45’, goal annullato a Denis per fuorigioco. Saranno due i minuti di recupero. Al 46’ capolavoro di Maggio: Cigarini pennella un cross perfetto e il laterale destro del Napoli inventa una parabola imprendibile sul secondo palo. De Lucia rimane di stucco. Finisce cosi la prima frazione di gioco, gli azzurri in vantaggio con la magia di Maggio.

Secondo tempo. Succede poco e nulla nei primi minuti di gioco. 8’, Pazienza atterra Bergvold in area: rigore per il Livorno. Dal dischetto va Lucarelli, De Sanctis di piede respinge! Freddo e istintivo il portierone azzurro, è rimasto in piedi fino all’ultimo. Al 15’ Tavano sostituisce Esposito. Al 23’ si vede il Napoli: diagonale di Denis, palla fuori di pochissimo. 24’, Dossena prende il posto di Aronica. 32’, esce Pulzetti ed entra Marchini. 35’, Hamsik cede il posto a Zuniga. Al 39’ ci prova Tavano da fuori, palla alta. 42’, mischia in area azzurra: testa di Perticone, De Sanctis respinge, Tavano da due passi manda la palla fuori. Si accende il parapiglia tra il portiere azzurro e Filippini, ammoniti entrambi. Al 44’ azione di contropiede del Napoli: De Lucia esce fuori area, Cigarini ci prova da fuori ma il portiere granata para il tiro. Espulso! In porta andrà Marchini. Dalla susseguente punizione, Cigarini di destro la mette lì dove Marchini non può: 0-2! Questa rete mette la parola fine all’incontro. 4 i minuti di recupero. Al 48’ esce Denis ed entra il baby Insigne. Finisce il match. Il Napoli espugna l’Armando Picchi di Livorno. Prestazione egregia per Grava in difesa, da pallone d’oro. Ora siamo quarti. La Juventus è dietro di cinque lunghezze. Lasciateci campo libero, il  Napoli punta all’Europa…

  

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »