HIGUAIN ILLUDE, EDER RIMONTA : NAPOLI-SAMPDORIA 2-2

napolisampGli azzurri vanno sul doppio vantaggio ma si fanno rimontare in appena due minuti nel secondo tempo.

 

 

Il Napoli dura solo un tempo e palesa ancora una volta limiti fisici e difensivi. Higuain porta avanti gli azzurri con una doppietta nel primo tempo, poi nella ripresa la luce si spegne ed Eder punisce per due volte nel giro di due minuti. Appena un punto racimolato in due partite, con due settimane davanti in cui le critiche non mancheranno di certo.

PIPITA SCATENATO – L’approccio è più “morbido” rispetto a quello di Sassuolo, le squadre si studiano e sono le due mediane a svolgere il lavoro principale. Per questo il gol di Higuain arriva come inaspettato : Insigne riceve palla al limite dell’area e vede il taglio del pipita, che supera Viviano con un morbido tocco di sinistro. Gli azzurri cavalcano l’onda dell’entusiasmo creata dall’1-0 dell’argentino e vanno ad un passo dal raddoppio con Insigne, che dai venti metri lascia partire un destro preciso e potente che si stampa sul palo alla sinistra dell’estremo difensore doriano. Zenga è costretto al primo cambio già al 22’, con Zukanovic in campo al posto dell’infortunato Coda, quasi in lacrime al momento dell’uscita dal terreno di gioco dopo probabile distorsione al ginocchio. Al 26’ il Napoli torna a farsi minaccioso con Higuain, due volte alla conclusione nel giro di un minuto senza successo. Il più in palla degli azzurri è senza dubbio Insigne, che al 30’ ubriaca di finte Silvestre prima di chiudere leggermente troppo il sinistro sul palo lungo di Viviano. La prima conclusione della Sampdoria arriva al 37’, ma il destro di Muriel termina nettamente al di là della trasversale di un inoperoso Reina. Un minuto dopo gli azzurri trovano il raddoppio : Higuain approfitta del pessimo posizionamento difensivo degli uomini di Zenga e servito in profondità da Allan chiude il destro in diagonale per il 2-0 Napoli con cui si chiude la prima frazione di gioco.

EDER RIMONTA – Gli azzurri partono forte anche nella ripresa, ma le due conclusioni di Insigne prima ed Allan poi non creano apprensioni a Viviano. A carburare come un diesel è Allan, che al 54’ serve Callejon con un gran colpo di tacco, ma il cross vellutato dello spagnolo trova Hamsik leggermente in ritardo all’appuntamento col pallone. Due minuti dopo la Sampdoria torna in partita : Albiol intervien da terra su Fernando all’ingresso dell’area di rigore, Gervasoni concede il rigore che Eder realizza. Il Napoli va in bambola ed è ancora l’italo-brasiliano a punire un Albiol in stato confusionale, ubriacandolo di finte prima di piazzare il pallone sul secondo palo per il pareggio degli ospiti. Gli uomini di Sarri tornano a premere il piede sull’acceleratore , ma le folate azzurre non si concretizzano in azioni realmente pericolose. Le squadre accusano la stanchezza e la partita si blocca, ma è la Samp ad andare vicinissima al colpo grosso, e solo un super Reina evita che la conclusione di Muriel termini sotto la traversa. Gli azzurri escono dal torpore causato dalla doppietta di Eder solo all’84’, quando Insigne supera due avversari senza riuscire a trovare la porta con il mancino. E’ l’ultimo flash di una gara che il Napoli pareggia in malo modo, e le cose iniziano già a complicarsi.

IL TABELLINO :

NAPOLI (4-3-1-2): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Hysaj ( 70’ Ghoulam); Hamsik, Valdifiori (68’ Jorginho), Allan (55’ Lopez); Insigne; Callejon, Higuain. All. Sarri

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; Cassani, Coda (22’ Zukanovic), Silvestre, Regini, Barreto, Palombo, Fernando; Soriano (87’ Wszolek); Muriel, Eder (89’ Moisander). All. Zenga

Arbitro: Gervasoni di Mantova

Reti : 9’ Higuain (N), 39’ Higuain (N), 57’ rig Eder (S), 59’ Eder (S)

Note :  Ammoniti Barreto e Fernando (S) Recupero 2’ p.t. , 3’ s.t.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »