DOPPIO HIGUAIN, GENOA KO: 2-1 E TERZO POSTO!

 

napoligenoaLa doppietta del Pipita abbatte i grifoni di Gasperini; gli azzurri si portano a -6 dalla Roma.

 

 

 

 

 

 

NAPOLI (4-2-3-1) : Rafael, Albiol, Koulibaly, Strinic ( 85’ Britos) ; Inler, David Lopez; Callejon, Hamsik, De Guzman (70’ Gabbiadini); Higuain (89’ Zapata). All. Benitez

 

GENOA (3-4-3) : Perin; Roncaglia, Burdisso, De Maio (78’ Lestienne); Edenilson, Rincon (68’ Kucka), Bertolacci, Antonelli; Perotti, Fetfatzidis (52’ Niang), Iago. All. Gasperini

 

 

 

Arbitro: Calvarese (Teramo);

 

Guardalinee: Manganelli (Valdarno) – Iori (Reggio Emilia);

 

IV Uomo: Dobosz (Roma 2);

 

Addizionali: Peruzzo (Schio) – Mariani (Aprilia);

 

 

 

Marcatori: 7’ Higuain, 55’ Iago Falque, 74’ rig. Higuain

 

Ammoniti: Albiol (N), Bertolacci (G), Antonelli (G), Koulibaly (N), Inler (N)

 

Recupero: 1’ p.t. ,  4’ s.t

 

Angoli: 6-7

 

 

 

FORMAZIONI – Come prevedibile Rafa Benitez rivoluziona la squadra scesa in campo contro l’Udinese: Rafael si riprende i guantoni, a sua protezione la miglior difesa possibile in questo momento, con Albiol e Koulibaly al centro e Maggio e Strinic ai lati. La novità maggiore è il ritorno dal primo minuto di Gokhan Inler, affiancato da David Lopez; in avanti Callejon, Hamsik e De Guzman alle spalle di Higuain. Gasperini si presenta al San Paolo con il suo classico 3-4-3, schiarando l’attacco “leggero” con Iago, Fetfatzidis e Perotti.

 

LO SQUILLO DI HIGUAIN (CON AIUTINO) – Partenza a razzo per gli uomini di Benitez: Higuain va vicino al gol dopo soli due minuti, preambolo alla rete del 7’ : Hamsik serve Callejon che prova la rasoiata, respinta non perfetta di Perin e tap-in vincente del Pipita! Riguardando l’azione però appare evidente il fuorigioco al momento della rasoiata di Callejon; errore dell’assistente Iori. All’immediato vantaggio fanno da contraltare le incertezze difensive, e in due minuti, dal 9’ all’ 11’, prima Iago Falque e poi Antonelli mettono paura al Napoli. Il match è un turbinio di emozioni, con il Genoa che cerca di girar la palla, ma molto lentamente, dando la possibilità agli azzurri di scatenare più volte il contropiede, arma però che non viene sfruttata per l’imprecisione degli avanti partenopei. Higuain è letteralmente scatenato e alla mezz’ora serve un pallone d’oro per l’inserimento di Hamsik : palla in curva B. Al 37’ spettacolo puro : difesa del pallone e tocco magico del Pipita per Hamsik, lancio di 20 metri in campo aperto per De Guzman, che solo davanti a Perin prova il lob, con il pallone che si alza troppo e finisce oltre la trasversale. A chiudere il primo tempo c’è la gran parata di Rafael sul sinistro di Antonelli, imbeccato magicamente da Perotti.

 

ANCORA GONZALO (E ANCORA UN AIUTO) ! – La ripresa inizia così come era iniziato il primo tempo, con il Napoli ad un passo dal gol: un ispiratissimo Hamsik serve De Guzman che mette a sedere Perin e calcia a porta vuota, Burdisso in scivolata salva sulla linea di porta. Un minuto dopo è Inler a perdere un sanguinoso pallone al limite dell’area, ma Bertolacci mastica troppo il sinistro graziando Rafael. Al 55’ arriva improvviso il pareggio degli ospiti : Iago Falque difende palla dai venti metri, Albiol se lo guarda e il genoano ha il tempo di prendere la mira e battere Rafael sul palo di sinistra. La reazione del Napoli è veemente e si concretizza al 59’ nella traversa di Callejon su deviazione di Burdisso, ed è sempre lo spagnolo ad avere una doppia clamorosa occasione nel giro di un minuto, ma Perin risponde presente. Al 70’ è il turno di Manolo Gabbiadini, che entra al posto di De Guzman. Dopo 3’ episodio determinante : Kucka sembra spingere Higuain su una punizione laterale, Calvarese fischia molto generosamente il penalty e Gonzalo non sbaglia riportando il Napoli in vantaggio! Il forcing finale del Genoa non produce pericoli, il Napoli festeggia la seconda vittoria consecutiva in campionato e si riporta al terzo posto, con la Roma che adesso dista solo sei punti.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »