Harakiri di un Napoli disordinato. Classifica si fa brutta. Si salvano in pochi

Figuraccia del Napoli, perde inopinatamente seppur immeritatamente contro il Cagliari al termine di una gara giocata male e con tanta confusione. Il sogno scudetto possiamo dire svanisce già dopo cinque giornate, già due sconfitte e sei punti di distanza dal primo posto. Molto male Lozano schierato nel ruolo di punta, ma ritmo basso per tutta la gara da una squadra che ha delle qualità tecniche nettamente superiori agli avversari. Inspiegabile anche l’inserimento tardivo di Llorente da parte di Ancelotti. Ancora poi un gol preso in contropiede. Ancelotti ha tantissimo da lavorare e si prenda le sue responsabilità

 

 

LE PAGELLE

Meret 5,5 Un gol subito e zero parate

Di Lorenzo 6,5 Il migliore in campo, spinge per tutti i novantacinque minuti, non perde mai la lucidità

Mario Rui 6 Anche lui abbastanza lucido, sempre presente in fase di spina

Maksimovic 6 Positivo il suo primo tempo, esce per un dolore alla gamba

Manolas 6 Pericoloso soprattutto nel gioco aereo in attacco ed in difesa è molto scaltro

Allan 5 Passeggia e sempre in affanno

Zielinski 5,5 Abulico e con poco passo, molto molle nei tiri

Callejon 6 Uno dei pochi che ragiona e che non perde mai la lucidità anche quando va al tiro

Insigne 5 Disastroso, poco lucido, non trova la posizione. Si divora un gol fatto

Mertens 6,5 Uno dei pochi a provarci, sia da prima punta che da sotto punta, per lui un palo

Lozano 4,5 Spettatore non pagante, sia da prima punta che da seconda punta

Koulibaly 5 Stolto nell’espulsione

Llorente 6 Fa tante sponde ma non trovano compagni capaci di concretizzare l’occasione

Milik ng

Ancelotti 5 Regalo un tempo agli avversari, tardivo l’ingresso di Llorente, inutile l’ingresso di Milik. La brutta classifica è colpa sua.

Translate »