GRAVA: "DI PIU’ NON POTEVAMO FARE"

E’ arrivato a gennaio in punta di piedi per far quadrare il cerchio in una difesa un po’ troppo ballerina. Gianluca Grava si è rivelato elemento tatticamente prezioso ed ora traccia il bilancio dei suoi primi sei mesi in azzurro.

A mente fredda, com’è lo stato d’animo dopo la sfortunata finale di Avellino?

"La sconfitta contro l’Avellino brucia ancora, soprattutto per la buona prestazione che abbiamo offerto in campo. Da campano il rammarico raddoppia perché tutti credevamo di potercela fare, purtroppo non siamo stati fortunati".

Cos’è mancato, secondo te, al Napoli per vincere il campionato?

"Se si analizza il nostro campionato da gennaio in poi, penso che fare più di quello che abbiamo fatto non si poteva. Vincerle tute era francamente impossibile. Diciamo che ci è mancata un pizzico di esperienza in più nelle partite decisive. Ad Avellino abbiamo avuto almeno 4-5 palle gol nette. Lì una squadra esperta fa gol".

Come giudichi la tua stagione?

"Sono un tipo a cui piace dare sempre il massimo per questo voglio dare ancora molto di più al Napoli. In generale, comunque, penso di aver dato il mio buon contributo alla squadra. certo ho alternato partite discrete ad altre meno buone ma tutto sommato sono soddisfatto".

Che ne pensi della conferma di Reja da parte della società?

"Credo che sia stato giustissimo riconfermare mister Reja. Ci ha dato molto soprattutto sotto il profilo umano e poi i risultati, da quando è arrivato lui, parlano da soli. E’ bravissimo a spronarti e a motivare sia chi va in campo sia chi va in panchina o in tribuna".

Gianluca, sinceramente, credi nel ripescaggio in serie B?

"Francamente ci credo. Ci sono ottime possibilità di ritrovarci l’anno prossimo a giocare in serie B perché ci sono squadre, vedi Genoa e Venezia, che sono nei guai".

Se proprio ci dovremo rassegnare a giocare in C per un’altra stagione, per te rappresenterebbe un problema?

"Assolutamente no! Indossare questa maglia è un onore, anche se si gioca in Interregionale. Per la piazza di Napoli dover affrontare un altro anno di C, forse, è un problema. Questa categoria va molto stretta alla città che merita ben altri palcoscenici. Per me Napoli dovrebbe giocare già in serie A ma è meglio fare un passo per volta".

Translate »