GLI AZZURRI SALUTANO CON UNA VITTORIA

GLI AZZURRI SALUTANO CON UNA VITTORIA src=

Eldo Basket Napoli: Malaventura 9, Thomas ne, Fevola 16, Rocca 26, Maino, Aprea, Cacciola 6, Conte ne, Bernard 9, Blums 10, Lampitelli ne, Di Girolamo ne. All. Bucchi

Angelico Biella: Pinkney 2, Spinelli 6, Cinciarini 9, Jerebko 12, Hunter 15, Santolamazza 5, Langford 7, Raspino ne, Cotani, Ona Embo, Elder 13, Rotondo 6. All. Bechi

Arbitri: Cicoria (Milano), Sardella(Rimini), Longhi (Cantù,CO)

NOTE: Parziali 28-15, 45-34, 54-56. Spettatori 1500, incasso non pervenuto.

Nella partita conclusiva del campionato contro l’Angelico Biella Napoli si regala l'ultima emozione in un anno da dimenticare.La Eldo si presenta sul Parquet del PalaBarbuto senza Flamini, Thomas, Jones e Monroe; con metà palazzetto vuoto nonostante il notevole sconto sui biglietti (per accedere alla curva bastavano 6€) e le conteste ormai consuete verso Maione, invitato dagli ultras a farsi da parte; Coach Bucchi schiera un insolito quintetto formato da Blums, Malaventura, Fevola, Cacciola e Rocca. Bechi risponde con un più canonico Langford, Elder, Jerebko, Pinkley ed Hunter.

I primi due punti della gara conquistati da Biella con Jerebko. La Eldo risponde con Malaventura. Un tiro da 3 di Blums porta la squadra di Bucchi sul 5-2. Rocca conclude su palla rubata da Malaventura e siamo sul 7-2. Malaventura continua a conquistare punti per la propria squadra realizzando un tiro da 2 (9-2 al 4’). L’Angelico Biella reagisce con Pinkney (9-4). Rocca subisce fallo e realizza dalla lunetta 1/2 (10-4). Arriva il recupero di Biella con Hunter, Pinkney e Cinciarini (10-10 al 5’). Napoli con un paio di canestri di Rocca e Blums è già avanti sul 18-10 al 6’. Al 9’ Bucchi ne approfitta per dare un po’ di spazio al giovanissimo Aprea. La prima frazione di gioco si conclude con i tiri di Rocca e Blums e la Eldo in vantaggio con il risultato di 28-15.

Nel secondo quarto l’esordio della squadra partenopea è di Bernard con un tiro da 3 (31-15). Santolamazza conquista il canestro successivo (31-18) e dalla lunetta realizza 2/2 (31-20). Al 13’ tiro da 3 di Valerio Spinelli (33-23). Fallo su blums che dalla lunetta realizza 2/2 (35-25 al 16’). Risponde Biella e siamo sul 35-27. Mason Rocca riporta la Eldo a + 10 (33-27) dando ulteriore slancio alla prestazione degli azzurri. Il team di Bucchi dalla lunetta conquista punti prima con Fevola (1/2 per lui) e di seguito con Rocca che invece a sorpresa li realizza entrambi (40-27 al 18’).

L’intensità dell’Angelico è abbastanza bassa e così la Eldo ne approfitta anche con uno straripante Malaventura che con la sua ennesima tripla porta il punteggio sul 45-31 al 19’. Le due squadre vanno all’intervallo lungo sul 45-34 con la Eldo che dimostra di avere un’ottima personalità nonostante l’inutilità dell’incontro.Nel terzo parziale si assiste ad un’insolita sfida punto a punto: a rompere il ghiaccio è Jarebko (45-36). Risponde la Eldo con un tiro da 3 di Fevola (48-36). Un parziale di 12/0 porta Biella sul 48-47 al 27’ con un tiro dalla lunetta di Langford. È Fevola a reagire per la Eldo con un canestro da 3 (51-48). Dalla lunetta Rocca realizza 1/2 (52-48). Hunter centra il canestro del -2 per Biella (52-50). Cacciola conquista i 2 punti successivi (54-50) ma l’Angelico Biella vuole vincere e si porta in vantaggio con Elder. La terza frazione di gioco si conclude con Biella avanti di 2 lunghezze 54-56.

Nell'ultimo periodo si assiste ad un vero e proprio Rocca-show con il pivot italo-americano che domina sotto i tabelloni, 5 punti consecutivi riportano la Eldo in vantaggio 59-56. Biella reagisce con Spinelli (59-59). Danilo Fevola realizza un tiro da 3 subendo fallo, dalla lunetta porta la squadra sul 63-59 al 33’. Elder conquista i tre punti successivi (63-62). Le due prepotenti schiacciate consecutive di Bernard al 34’ permettono alla Eldo di allungare portandosi sul +7 (69-62). Ma un controparziale di Biella di 5-0 preoccupa Bucchi che chiama un time out al 35’ sul 69-67. Hunter impatta a quota 69 con un tiro piazzato dai quattro metri. Cinciarini al 39’ con la sua tripla dall’angolo gela il PalaBarbuto con il canestro del 73-75. Il capitano della squadra napoletana conquista dalla lunetta il suo 26° punto (76-75). Suona la sirena, il pubblico esulta ma gli arbitri chiamano fallo di Bernard e mandano in lunetta Langford per due tiri liberi, ma la guardia americana non è lucida e così facendo sbaglia entrambi. La eldo ha rischiato grosso ma vince l’ultimo incontro di campionato con il risultato di 76-75.

Il pubblico tributa il giusto applauso ai ragazzi di coach Bucchi che hanno onorato fino all’ultimo il loro campionato.Ripercorrendo tappe storiche ci si ricorda che la prima partita di Napoli in Serie A fu proprio contro Biella e il punteggio neanche a ricordarlo fu di 76-75, che sia di buon auspicio per i tifosi partenopei? Non possiamo dirlo ma una cosa è certa per la Eldo ora si apre una estate importante sul fronte societario. Andrà verificata in particolare la presenza di forze economiche che possano sostenere Maione o sostituirlo al vertice del club. Ai soci l’ardua sentenza.

 

 

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »