GIANLUCA DI MARZIO: “NON C’ E’ ANCORA UN ACCORDO TRA MARINO E REJA”

Napoli e il suo futuro tecnico: Reja o non Reja, questo è il problema! C’è chi dice “Reja si!” e chi dice “Meglio cambiare”, sta di fatto che il Napoli deve decidere e in fretta. Marino non ne vuole più parlare per scaramanzia o forse perché niente è certo, per mesi si sono susseguite parole contrastanti buttate lì per spiazzare o forse semplicemente perché il gioco dei sì e no fa più notizia di una vittoria. Individuare il tecnico in questo momento, è davvero cosa ardua, sarebbe meglio leggere gli avvenimenti piuttosto che sentire notizie o chiacchiere e quello che sta accadendo di questi tempi porta nella testa una sola domanda: Manca l’alternativa a Reja oppure è Reja l’alternativa?. Difficile stabilirlo. La società sbandierò il suo primo progetto alla sua nascita: Cinque anni per l’Europa. Ne sono passati tre e il Napoli ha scalato le vette di Serie C e B per trovarsi in serie A e conquistare l’obiettivo minimo: una salvezza tranquilla. Adesso è il momento di puntellare il nuovo progetto, creare alla fase due che porterebbe il Napoli in Europa, restarci e magari…fare qualcosa di più. Il Presidente De Laurentiis non ha mai nascosto la sua voglia di un allenatore giovane e raggiante, ma il mercato non offre molto e quindi bisognerà ridimensionare le idee, fare chiarezza e forse cercare ancora un anno d’interdizione per poi spiccare il volo.Per capirci qualcosa di più, abbiamo parlato con il cronista di Sky Gianluca di Marzio, sempre attento alle vicende del Napoli.

Mercoledì Marino e Reja hanno parlato del contratto, l’accordo definitivo è posticipato per permettere al tecnico di discuterne con la famiglia?

"Si. Reja e Marino si sono incontrati mercoledì per parlarne, ma non c’è ancora nessun accordo. Tutto è stato rimandato a Maggio, diciamo che si è parlato solo della disponibilità e Reja ha confermato la sua voglia di continuare."

La società ha fatto questo passo per mancanza di alternative o perché crede che veramente Reja sia l’uomo giusto per il progetto europeo?

"Semplicemente perché tutti quelli che vorrebbe il Napoli sono impegnati almeno fino al 2009. I vari Rossi, Spalletti, Prandelli hanno contratti importanti e attivi, quindi Marino ha dovuto correggere i suoi piani e in questo momento non c’è nessuno sulla piazza che possa stimolare l’interesse della società. L’unico sarebbe Giampaolo, ma è visto come un punto interrogativo data la poca esperienza."

Il Presidente aveva parlato di un anno di Reja e poi un progetto pluriennale nuovo con un nuovo tecnico e con Reja destinato ad altro incarico. Che cosa è cambiato?

"Come ho detto prima è proprio per una mancanza di alternativa, probabilmente è stato tutto rinviato di un anno."

La società secondo te vuole fare l’intertoto?

"Assolutamente no, non credo proprio che la società abbia voglia d’iscriversi alla competizione anche perché i progetti sono altri"

Di quanti calciatori e in quali ruoli il Napoli ha bisogno per il prossimo anno?

"Adesso è difficile fare nomi. A centrocampo non c’è bisogno di fare molto a meno che uno tra Pazienza e Gargano non possa andare via, ma non credo. Penso che bisognerebbe prendere certamente un attaccante o forse due tenendo conto che Sosa a fine stagione, andrà via; inoltre ci vorranno gli esterni sia se il Napoli dovesse giocare ancora in questo modo sia se cambi, naturalmente la priorità sarebbe la fascia sinistra perché a destra con Mannini e Garics, il Napoli è abbastanza coperto; a sinistra invece bisognerà fare due acquisti, Rullo non è visto dal tecnico e Savini dovrebbe lasciare Napoli a fine stagione."

C’è un nome che stuzzica la fantasia del popolo napoletano: Jan-Klaas Huntelaar, è una pista percorribile?

"Il giocatore è un pezzo pregiato di questo mercato, sicuramente l’Ajax lo lascerà partire e su di lui ci sono Fiorentina e Juventus oltre che il Napoli, anche se i bianconeri puntano più su Amauri. Il problema sarebbe l’ingaggio, lo scorso anno l’olandese chiese più di due milioni di euro per cambiare squadra e il Napoli ha un tetto d’ingaggi che arriva al milione di euro, certamente bisognerebbe rivedere questo tetto e innalzarlo, ma nonostante tutto potrebbe diventare un uomo su cui il Napoli potrebbe puntare."

Insomma, Reja dovrebbe restare, il mercato non cede molto a pronostici futuri, magari l’accordo tra il tecnico goriziano e la società partenopea potrebbe essere presa in considerazione proprio come possibile risposta: E se fosse Reja l’alternativa?. Del Neri ha rinnovato e certamente non lascerà Bergamo, Rossi ha un contratto fino al 2009 con la Lazio, ma non ha ancora rinnovato con Lotito, questo potrebbe portare avanti un’idea: E se il Napoli emulasse l’Inter? In fondo anche Mancini aveva ancora un contratto con la Lazio eppure passò all’Inter, queste sono ipotesi create solo per riordinare le idee o almeno ci proviamo. In chiusura il mercato, due esterni sinistri, potrebbe davvero essere il momento di accelerare per Vargas del Catania o forse puntare su qualche altro atleta dove le difficoltà di trasferimento sarebbero più basse, per l’attacco urge la punta e Huntelaar potrebbe restare un sogno se il Napoli non porta in alto il tetto d’ingaggio, tuttavia qualcosa sarà fatto, ma non adesso, bensì a Maggio quando tutto sarà chiaro alla luce del sole.

Translate »