GIANCARLO CORRADINI."MEMORABILE LA NOSTRA VITTORIA AL COMUNALE CONTRO LA JUVE PER 5 A 3 NEL MIO PRIMO ANNO A NAPOLI"

GIANCARLO CORRADINI."MEMORABILE LA NOSTRA VITTORIA AL COMUNALE CONTRO LA JUVE PER 5 A 3 NEL MIO PRIMO ANNO A NAPOLI" src=

Nonostante gli anni trascorsi su e giù per l’ Italia, quando non è impegnato su qualche panchina, Giancarlo Corradini non riesce a star lontano dalla sua Sassuolo, dove è nato il 24 febbraio 1961 “Se ai miei tempi ci fosse stato il Sassuolo di oggi, la mia carriera sarebbe potuta sbocciare più rapidamente, ma anche così non posso certo lamentarmi “. Tipico rappresentante della sua terra ( simpatico e dalla lingua sciolta ), nonché gran suonatore di chiatarra, era uno di quei classici giocatori che come si suol dire “ fanno spogliatoio “. Non è un caso che prima Lippi, Capello e in seguito pure Deschamps  lo hanno voluto come loro “ secondo “ sulla panchina della  Juventus fra il 2001 e il 2007 ( ho vinto 4 scudetti ed ho avuto la fortuna di tornare nel calcio d’ élite  ). Dopo gli inizi a Sassuolo e Genova ( sponda rossoblu ), comincia a farsi notare nella Reggiana in serie B. Lo prende nel 1982  il Torino di Luciano Moggi, e lì Giancarlo si impone come uno dei giovani più interessanti del panorama calcistico nazionale. Nel 1988 arriva il salto nel Napoli di Maradona, dove Corradini rimane per sei stagioni fino al 1994. “ Come mai mi sono ritirato a soli 33 anni ? Per una serie di circostanze, ma principalmente per il fatto che il mio cartellino costava parecchio. Inoltre era già cominciata la crisi societaria del Napoli.  E così ho preferito cominciare anzitempo la mia seconda vita calcistica “.  Il ricordo più bello legato ad un Juve – Napoli è senz’ altro quello legato al match del  20 novembre 1988, proprio durante la mia prima stagione a Napoli. Avevo già vinto qualche derby con il Torino, ma mai con un punteggio così eclatante ; vincemmo per 5 –3 giocando una gara eccezionale. Lì cominciai a capire cosa significa il calcio Napoli per chi vive lontano dalla sua città… “ Molti ricordano i due gol che segnai  l’anno successivo, quando vincemmo lo scudetto, anche e soprattutto perché furono reti decisive: segnai contro la Fiorentina il gol del decisivo 3 –2, ripetendomi ad Udine per il 2 –2 finale. In più, vissi la soddisfazione di vincere il tricolore cominciando la stagione in sordina, non essendo impiegato da subito come titolare fisso. Pian piano però riconquistai il posto in squadra, ed alla fine tutto andò per il meglio “.“ Mi sembra che le situazioni fra Napoli e Juve si siano ribaltate ; gli azzurri sembrano molto ben avviati a rinverdire i fasti dei miei tempi, mentre i bianconeri appaiono davvero in grande difficoltà. Chi l’ avrebbe detto ad inizio campionato…”. Dopo la Juve  ho allenato prima il Venezia e poi il Cuneo, dove abbiamo disputato un’ ottima stagione, conquistando la salvezza con grande anticipo. Ora sono tornato a casa in attesa di ripartire verso una nuova avventura “.Chi ho rimpianto di più quando ho lasciato Napoli e Juve ?. Beh, Napoli è sempre Napoli…”

STATISTICHE 

La straordinaria impresa del Napoli di Mazzarri lo scorso 31 ottobre 2009, ha interrotto un digiuno di vittorie azzurre che durava proprio dalla gara descritta da Giancarlo Corradini, e cioè da ben 21 anni. Sotto di due gol ( 35° Trezeguet, 54° Giovinco ), Hamsik e compagni non si persero d’ animo, cominciando a mostrare quel tipico “ animus pugnandi “ tanto caro al prode Walter. Marek iniziò e completò la rimonta, segnando al 59° ed all’ 81°. In mezzo il pareggio al 64° dell’ “ oggetto misterioso “ Datolo, quella sera però in gran forma. E’ stata appena la settima vittoria azzurra nella storia, contro 40 sconfitte e 18 pareggi. La Juve non vince dal 28 febbraio 2009 ( gol al 44° su tiro  di Marchisio deviato da Blasi ), mentre il pari non esce dal 14 marzo 1998 ( 2 –2, Del Piero e Zalayeta per la Juve, Turrini e Protti per il Napoli ). Non si dovrà attendere altri 21 anni per vincere a Torino ?. Sarebbe una degna conclusione di una grande stagione…           

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »