FERMANA-NAPOLI 2 – 0

FERMANA-NAPOLI 2 - 0 src=
Fermana(4-4-1-1) Chiodini, Cotroneo, Di Bari, Maglietta, Testa, Mengoni, Onesti, Cecobelli, Bucchi, Smerilli, Vitali.

Napoli (3-5-2) Belardi, Accursi, Scarlato, Ignoffo, Leandro(dal 73’Abate), Bonomi, Montesanto, Corneliusson(dal 71’ Montervino), Toledo, Varricchio, Berrettoni(dal 76’ Sosa)

Arbitro: Damato di Barletta

Marcatori: 73’ Vitali ; 77’ Onesti

Ammoniti: Ignoffo, Berrettoni, Mengoni, Bucchi, Di Bari

Recupero: 2 p.t ; 4 s.t

Un Napoli poco cinico e cattivo rimedia la seconda sconfitta consecutiva in trasferta. Una squadra che mostra poca rabbia sotto porta e che ha dei clamorosi blackout difensivi non può andare di questo passo sicuramente in serie B. E’ stato davvero un match strano, dopo un primo tempo alla camomilla, la ripresa è iniziata a grande ritmo dal Napoli, il quale sciupa diverse occasioni da rete ma poi quando si poteva reclamare per un pareggio che sarebbe andato stretto agli azzurri, la squadra ha fatto la frittata e si è beccata una inopinata sconfitta. La chiosa alla partita è una sola: la squadra ha difficoltà a fare goal, in difesa si rischia poco ma si prende goal facilmente.

Le ostilità vengono aperte dalla Fermana che al 13’ si fa pericolosissima con Bucchi che si presenta davanti al portiere Belardi ma Scarlato salva il risultato deviando in scivolato il pallone in corner. Al 21’ il Napoli si costruisce l’occasione migliore del primo tempo, bello scambio in aerea tra Berrettoni e Varricchio con quest’ultimo che f avelo per il compagno che però effettua un fiacco tiro centrale, un minuto dopo l’ex trevigiano egoisticamente spara alto ignorando dei compagni liberi nell’area di rigore della Fermana. La Fermana torna a farsi pericolosa con Cecobelli al 32’ che da circa trenta metri tira una sventola che viene deviata in angolo da Belardi. Al 39’ il Napoli rischia di andare in vantaggio, vi è un rimpallo su un tiro di Varricchio con il pallone che finisce alto sulla trasversale. Nella ripresa il Napoli inizia bene, sembra più deciso, le occasioni fioccano a ripetizione. Al 54’ un bel diagonale di Varricchio da destra a sinistra impegna severamente Chiodini che smanaccia in angolo, un minuto dopo una bella botta di Leandro viene parata a pugni uniti da Chiodini, dieci minuti dopo, un colpo di testa di Scarlato finisce alto sulla trasversale. Al 66’ grande assist di Toledo per Varricchio che controlla bene in aerea ma il suo tiro centrale è parato di piedi da Chiodini. In cinque minuti il Napoli perde la bussola, al 72’ punizione di Smerilli che viene deviata da Belardi in angolo. Sul corner susseguente il canarino Vitali viene lasciato libero da Toledo, colpisce in modo goffo di testa e insacca con la complicità di Bonomi che sulla linea di porta cincischia non riuscendo a togliere il pallone dalla porta. Dopo quattro minuti la difesa si addormenta nuovamente al punto tale che Onesti è libero sul limite dell’area di calciare in modo incontrastato, il resto lo fa Belardi che ancora una volta si lascia passare il pallone sotto le braccia. Nel Napoli sul finale entra Sosa, proprio quest’ultimo è l’autore dell’unico tiro degli azzurri fino alla fine della partita, l’argentino effettua un bel tiro da circa 25 metri ma la traettoria non è quella giusta e il pallone finisce nettamente a lato del palo della porta di Chiodini.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

FERMANA-NAPOLI 2 – 0

FERMANA-NAPOLI 2 - 0 src=
Fermana(4-4-1-1) Chiodini, Cotroneo, Di Bari, Maglietta, Testa, Mengoni, Onesti, Cecobelli, Bucchi, Smerilli, Vitali.

Napoli (3-5-2) Belardi, Accursi, Scarlato, Ignoffo, Leandro(dal 73’Abate), Bonomi, Montesanto, Corneliusson(dal 71’ Montervino), Toledo, Varricchio, Berrettoni(dal 76’ Sosa)

Arbitro: Damato di Barletta

Marcatori: 73’ Vitali ; 77’ Onesti

Ammoniti: Ignoffo, Berrettoni, Mengoni, Bucchi, Di Bari

Recupero: 2 p.t ; 4 s.t

Il Recchioni di Fermo si conferma tabù per il Napoli. La squadra stasera ha denotato ancora una volta mancanza di cattiveria e ferocia sotto porta, non è possibile continuare a sbagliare occasioni se si vuole centrare la promozione. Si è trattato di un Napoli poco cinico e cattivo, una squadr che forse non si è ancora calata nella mentalità della serie C1. Quindi sicuramente la scusante della preparazione è valida, però la giusta umiltà non alberga fino adesso nella testa dei giocatori azzurri che scendono in . Una squadra che mostra poca rabbia sotto porta e che ha dei clamorosi blackout difensivi non può ambire con questo andamento di arrivare con certezza in serie B. Dopo un buon finale di primo tempo ed inizio di ripresa nei quali il pareggio sarebbe andato stretto agli azzurri , la squadra ha perso la bussola e deconcentrandosi ha fatto la frittata incassando due reti in cinque minuti. La chiosa alla partita è una sola: la squadra ha difficoltà a fare goal, in difesa si rischia poco ma si prende goal facilmente.Ciò non può che preoccupare.

La cronaca

Le ostilità vengono aperte dalla Fermana che al 13’ si fa pericolosissima con Bucchi che si presenta davanti al portiere Belardi ma Scarlato salva il risultato deviando in scivolato il pallone in corner. Al 21’ il Napoli si costruisce l’occasione migliore del primo tempo, bello scambio in aerea tra Berrettoni e Varricchio con quest’ultimo che fa velo per il compagno che però effettua un fiacco tiro centrale, un minuto dopo l’ex trevigiano egoisticamente spara alto ignorando dei compagni liberi nell’area di rigore della Fermana. La Fermana torna a farsi pericolosa con Cecobelli al 32’ che da circa trenta metri tira una sventola che viene deviata in angolo da Belardi. Al 39’ il Napoli rischia di andare in vantaggio, vi è un rimpallo su un tiro di Varricchio con il pallone che finisce alto sulla trasversale. Nella ripresa il Napoli inizia bene, sembra più deciso, le occasioni fioccano a ripetizione. Al 54’ un bel diagonale di Varricchio da destra a sinistra impegna severamente Chiodini che smanaccia in angolo, un minuto dopo una bella botta di Leandro viene parata a pugni uniti da Chiodini, dieci minuti dopo, un colpo di testa di Scarlato finisce alto sulla trasversale. Al 66’ grande assist di Toledo per Varricchio che controlla bene in aerea ma il suo tiro centrale è parato di piedi da Chiodini. In cinque minuti il Napoli perde la bussola, al 72’ punizione di Smerilli che viene deviata da Belardi in angolo. Sul corner susseguente il canarino Vitali viene lasciato libero da Toledo, colpisce in modo goffo di testa e insacca con la complicità di Bonomi che sulla linea di porta cincischia non riuscendo a togliere il pallone dalla porta. Dopo quattro minuti la difesa si addormenta nuovamente al punto tale che Onesti è libero sul limite dell’area di calciare in modo incontrastato, il resto lo fa Belardi che ancora una volta si lascia passare il pallone sotto le braccia. Nel Napoli sul finale entra Sosa, proprio quest’ultimo è l’autore dell’unico tiro degli azzurri fino alla fine della partita, l’argentino effettua un bel tiro da circa 25 metri ma la traettoria non è quella giusta e il pallone finisce nettamente a lato del palo della porta di Chiodini

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »