FABIAN E’ L’OMBRA DI SE STESSO. QUALI LE RAGIONI DEL CALO: FISICHE O TATTICHE?

ACCUSA(PM. LUIGI GIORDANO)
Fabiàn Ruiz ha conquistato tutti dal suo arrivo a Napoli, per la sua tecnica ed il suo caracollare particolare in mezzo al campo. Delle sue prestazioni se ne è accorto anche il ct della Spagna Luis Enrique se è vero che lo ha convocato anche nella nazionale maggiore. Ha dimostrato di fare gol ed di avere classe sia da mezzala destra che da mezzala sinistra. Addirittura con la cessione di Hamsik viene proposto come metodista di fianco ad Allan. E le prime gare in questo ruolo sono eccezionali, ricordiamo quella con la Lazio in particolare, si apprezza la sua visione di gioco. Ma negli ultimi tre mesi la sua stella si è eclissata, appare monocorde come ritmo e lentissimo nella manovra. Sono tantissime le palle perse e da suoi errori nel reparto centrale del campo, gli avversari sono partiti ed andati in porta. A cosa si deve questo calo di rendimento? E’ un fatto fisiologico od alla fine il ruolo di centrocampista in un centrocampo a due non è adatto a lui, di certo lascia pensare la sua flessione per la prossima stagione.

DIFESA(AVV.ANTONIO LEMBO)
Premesso che il talento di Fabian Ruiz è indiscutibile, la sua flessione in questa fase finale della stagione è chiaramente fisiologica. Non dimentichiamo che ad inizio stagione un leggero infortunio lo aveva messo fuori per tutta la prima fase per poi vederlo sbocciare sia in Champions che in campionato nel ruolo di mezzala. Il nuovo ruolo in mezzo al campo lo ha visto fino ad inizio Marzo convincere tutti tanto da non rimpiangere l’addio di Marek Hamsik. La brutta influenza presa a metà Marzo durante il ritiro con la Spagna non lo ha sicuramente giovato facendolo rientrare sotto tono e riprendere la forma giusta non è stato per niente facile in un periodo della stagione senza pause e in cui non c’erano neanche alternative nel suo ruolo costringendolo a giocare sempre. Ancelotti crede molto in lui e il prox anno, con l’esperienza accumulata in questa stagione, saprà certamente ritornare il giocatore ammirato in tutta la prima metà della stagione. Per un giovane di grandi potenzialità come lui, al primo anno Italiano e con un calcio diverso oltre che con un modulo e un ruolo tutto da costruire, non si può che fare i complimenti a Fabian e aspettarlo per la prossima stagione in cui sarà certamente tra i punti fermi di questa squadra anche per le sue qualità eclettiche in tutte le zone del centrocampo.

A proposito dell'autore

Luigi Giordano

Post correlati

Translate »