Esclusiva P.Napoli. Cuoco di Maradona a Cuba:”Vi racconto Diego a tavola ed cosa pretese da me…”

diego cub

Walter Ginevri è uno chef pluristellato e da anni cucina all’Avana solo pietanze italiane nei suoi ristoranti. Ha avuto oltre l’onere di servire vari ambasciatori e stelle del cinema e della canzone ospiti a Cuba di essere anche lo chef di Diego Maradona, quando lo stesso era nella capitale cubana ospite di Fidel Castro per disintossicarsi dalla dipendenza di cocaina. Lo abbiamo incontrato nel suo attuale ristorante “Nero di Seppia” al Miramar zona residenziale dell’ Avana.

Allora Walter come è nato questo approccio culinario con Diego?

” In pratica il suo cuoco alla Padrera alla clinica dove era ricoverato se ne andò per motivi personali e fui chiamato io in sostituzione, andavo tutti i giorni a cucinarlo in clinica sia a pranzo che a cena, appena fu dimesso diventò mio ospite fisso al ristorante “Diluvio” che a quei tempi gestivo”

Diego cosa mangiava al tuo ristorante di solito?

Lui è amante della cucina italiana, un vero appassionato, mi chiedeva soprattutto Spaghetti al pomodorino fresco e basilico, le tagliatelle fatte in casa e pizza, quasi sempre ero costretto a portargli sia la pizza che la pasta perché voleva assaggiare tutto. Mi parlava sempre di Napoli e della pizza napoletana”

Puoi raccontarci qualche aneddoto particolare su questo grande campione che hai conosciuto?

E’ stato un cliente esigente per il mangiare ma nello stesso tempo semplice e mattacchione, ci facevano un sacco di risate e parlavamo sempre in italiano. Un tipo scherzoso e gran signore quando si trattava di pagare e dare mance. Il ricordo indelebile che ho nella mia mente è il seguente: poiché si sedeva sempre allo stesso posto, ha preteso quando ha lasciato Cuba di portarsi a casa la “sua sedia” visto che era un ricordo personale di me e del mio ristorante. Un gesto di affetto che mi lasciò basito ma sorpreso allo stesso modo. Capisco perché i napoletani lo amano, affettuoso e passionale con chi lo tratta bene”

Translate »